Pronostico Roma-Benevento, 4ª giornata Serie A: probabili formazioni

0

Roma-Benevento è l’ultima partita di oggi in ordine cronologico, per quanto riguarda la quarta giornata di Serie A. All’Olimpico si gioca in posticipo, alle ore 20.45: così le probabili formazioni e il nostro pronostico.

La Roma si è sbloccata prima della sosta e ora cerca di non fermarsi di nuovo. È stato Pedro a suonare la sveglia a Udine, con Edin Džeko ancora ingolfato: lo spagnolo, ovviamente, farà di nuovo parte del tridente col bosniaco e Henrikh Mkhitaryan, con Borja Mayoral e Carles Pérez che dovrebbero giocare giovedì in Europa League. Fuori causa per Coronavirus Riccardo Calafiori e Amadou Diawara, in più un problema al ginocchio tiene fuori Chris Smalling, che deve rinviare il suo secondo debutto in giallorosso. Davide Santon sarà il terzino destro, favorito su Bruno Peres, confermato da Paulo Fonseca come portiere titolare Antonio Mirante. Sei punti su nove per il Benevento sono un ottimo biglietto da visita: tre anni fa ci aveva messo oltre un girone per farli. Filippo Inzaghi è andato alla sosta vincendo 1-0 sul Bologna con gol di Gianluca Lapadula, che sarà supportato dagli ex Gianluca Caprari e Iago Falque. Doppia possibilità di modulo, sia 4-3-2-1 sia 3-4-2-1, in base alla posizione del laterale sinistro. Occhio a Përparim Hetemaj, che ha già segnato ai capitolini quando era al Brescia. Roma-Benevento avrà come arbitro Giovanni Ayroldi, diretta TV su Sky Sport Uno, Sky Sport Serie A e Sky Sport 251.

PROBABILI FORMAZIONI ROMA-BENEVENTO

Roma (3-4-2-1): Mirante; Ibañez, Mancini, Kumbulla; Santon, Veretout, Lo. Pellegrini, Spinazzola; Pedro, Mkhitaryan; Džeko. Allenatore: Paulo Fonseca
Benevento (4-2-3-1): Montipò; Letizia, Glik, Caldirola, Foulon; Ioniță, Schiattarella, Hetemaj; Caprari, Iago Falque; Lapadula. Allenatore: F. Inzaghi

PRONOSTICO ROMA-BENEVENTO

Non fatevi ingannare dalla quota dell’1: è troppo poco 1.33 per questa partita. Molto meglio il GOAL, a 1.80, visto che il Benevento fin qui ha sempre trovato la via della rete e la Roma non è certo imperforabile.