Pronostico Milan-Benevento, 34ª giornata Serie A: probabili formazioni

0

Milan-Benevento è il delicatissimo anticipo di questa sera (ore 20.45) per la quintultima giornata di Serie A. Al Meazza match dove per entrambe è vietato sbagliare, ecco le probabili formazioni e il nostro pronostico.

Il Milan è uscito con le ossa rotte dalla trasferta di lunedì a Roma, e ora deve rifare l’andatura perché è fuori per la prima volta in stagione dalle prime quattro. Stefano Pioli ritrova Zlatan Ibrahimović, il cui infortunio si è fatto sentire, ma ha perso ieri Davide Calabria e Simon Kjær per via dell’influenza: non sono out del tutto, ma difficile partano titolari. C’è quindi il rilancio di capitan Alessio Romagnoli in difesa, assieme a Fikayo Tomori, mentre Diogo Dalot andrà a destra. Occhio al sorpasso di Rafael Leão ai danni di Ante Rebić come esterno sinistro. Il Benevento ha fatto un pessimo girone di ritorno, ora è stato raggiunto dal Cagliari e fra una settimana dovrà sfidare proprio i sardi: a oggi sarebbe retrocesso. Filippo Inzaghi torna nel suo stadio ma non può fare regali al passato, e dovrebbe tornare al 4-3-2-1 che era il modulo con cui ha ottenuto i migliori risultati. Questo fa sì che ci sia posto per un solo centravanti: Gianluca Lapadula, altro ex, favorito su Adolfo Gaich. Possibile il rilancio di Iago Falque, sicuro invece il rientro dal 1′ di Artur Ioniță. Milan-Benevento avrà come arbitro Gianpaolo Calvarese, diretta TV su DAZN1.

PROBABILI FORMAZIONI MILAN-BENEVENTO

Milan (4-2-3-1): G. Donnarumma; Diogo Dalot, Tomori, Romagnoli, Theo Hernández; Kessié, Bennacer; Saelemaekers, Çalhanoğlu, Rafael Leão; Ibrahimović. Allenatore: Pioli
Benevento (4-3-2-1): Montipò; Depaoli, Glik, Caldirola, Barba; Hetemaj, Viola, Ioniță; Caprari, Iago Falque; Lapadula. Allenatore: F. Inzaghi

PRONOSTICO MILAN-BENEVENTO

Chi perde è seriamente nei guai, al Benevento serve un’impresa come quella (peraltro ininfluente) dell’unica volta che ha sfidato il Milan a San Siro (0-1 tre anni fa). Occhio al GOAL: paga 1.85 da William Hill.