Pronostico Inter-Real Madrid, Champions League: probabili formazioni

0

Inter-Real Madrid si ripete a dieci mesi di distanza, ma stavolta finalmente col pubblico al Meazza (attesi quasi quarantamila spettatori). Calcio d’inizio alle ore 21 per una classicissima del calcio europeo, di seguito le probabili formazioni e il pronostico.

L’Inter deve cambiare marcia in Champions League, dopo tre anni in cui è sempre uscita alla fase a gironi. Simone Inzaghi lo sa e si ritrova un gruppo con due rivali su tre già avute un anno fa, cosa che potrà aiutare i suoi giocatori. Fra questi c’è da valutare in mattinata Alessandro Bastoni, che ha saltato la sfida con la Sampdoria ma sembra recuperato. Lautaro Martínez farà coppia con Edin Džeko come tre giorni fa, stavolta senza più fatica per il viaggio intercontinentale. Il Real Madrid arriva lanciato da questa sfida con la vetta in Liga (dieci punti in quattro giornate) e il 5-2 al Celta Vigo dove ha segnato Karim Benzema. Nell’attacco, privo di Gareth Bale infortunato, si è rilanciato alla grande Vinícius Júnior, che da quando è arrivato Carlo Ancelotti sembra un altro giocatore. Luka Modrić confermato a centrocampo dopo aver recuperato dai guai fisici, in difesa ce la fa David Alaba che può giocare sia centrale (per Nacho Fernández) sia a sinistra (dove non è partito Marcelo). Inter-Real Madrid avrà come arbitro il tedesco Daniel Siebert, diretta streaming su Amazon Prime Video.

PROBABILI FORMAZIONI INTER-REAL MADRID

Inter (3-5-2): Handanovič; Škriniar, de Vrij, Bastoni; Darmian, Barella, Brozović, Çalhanoğlu, Perišić; Džeko, Lautaro Martínez. Allenatore: Inzaghi
Real Madrid (4-3-3): Courtois; Carvajal, Éder Militão, Alaba, Miguel Gutiérrez; Valverde, Casemiro, Modrić; E. Hazard, Benzema, Vinicíus Júnior. Allenatore: Ancelotti

PRONOSTICO INTER-REAL MADRID

Spettacolo atteso in campo e quote che, di conseguenza, definiscono il valore della partita. Si può però provare a giocare il rigore assegnato, che su William Hill paga 2.30 (quota nemmeno altissima per la situazione, ma che ci sta).