Pronostico Giappone-Spagna, Olimpiadi Tokyo 2020: probabili formazioni

0

Giappone-Spagna è la seconda semifinale del torneo olimpico maschile: le due squadre scenderanno in campo a Saitama sapendo già chi avrà vinto fra Messico e Brasile nell’altra sfida. Di seguito le probabili formazioni e il pronostico, il via alle 13 italiane.

Il Giappone padrone di casa va per la medaglia più ambita. La squadra di Hajime Moriyasu ha dovuto attendere i rigori per avere la meglio della Nuova Zelanda, ma alla fine è riuscita a superare l’avversario e ora cercherà uno scalpo più importante. Takehiro Tomiyasu era in dubbio per il quarto di finale, ha recuperato ma si è fatto ammonire ed era diffidato: oggi sarà squalificato, ma torna Hiroki Sakai e va terzino destro. Il miglior giocatore nipponico Takefusa Kubo conosce bene gli avversari, essendo di proprietà del Real Madrid. La Spagna deve ringraziare gli orrori della Costa d’Avorio, che hanno permesso di ribaltare il risultato quando l’eliminazione sembrava realtà. Rafa Mir ha fatto tripletta da subentrato e ora Luis de la Fuente non può che consegnargli una maglia da titolare. Questo fa sì che Mikel Oyarzabal, centravanti nelle precedenti uscite, si sposterà sulla fascia. Torna Óscar Gil dalla squalifica ma non dovrebbe partire dal 1′, ancora out Dani Ceballos. Giappone-Spagna avrà come arbitro il peruviano Kevin Ortega, diretta TV su Eurosport.

PROBABILI FORMAZIONI GIAPPONE-SPAGNA

Giappone (4-2-3-1): Tani; Sakai, Yoshida, Itakura, Nakayama; Endo, Tanaka; Doan, Kubo, Soma; Hayashi. Commissario tecnico: Moriyasu
Spagna (4-2-3-1): Unai Simón; Vallejo, Eric García, Pau Torres, Cucurella; Merino, Zubimendi; Oyarzabal, Pedri, Dani Olmo; Rafa Mir. Commissario tecnico: De la Fuente

PRONOSTICO GIAPPONE-SPAGNA

Ormai sta diventando una tradizione: c’è la Spagna, si va (almeno) ai tempi supplementari. È successo sempre agli Europei e si è ripetuto pure tre giorni fa, col “povero” spremuto Pedri sempre presente. Un’altra X, per quanto riguarda il 90′, è data a 3.10 da Betnero.