Pronostico Frosinone-Spezia, 32ª giornata Serie B: probabili formazioni

0

Frosinone-Spezia mette di fronte la sesta e la quarta della classifica di Serie B: due punti separano le due squadre. Ecco le probabili formazioni e il pronostico, allo Stirpe si gioca alle ore 21.

Frosinone in caduta libera: tre pareggi e due sconfitte nelle ultime cinque giornate, con Alessandro Nesta che per primo si sente in discussione. Stasera per i giallazzurri è fondamentale non sbagliare la partita, visti i tanti scontri diretti compreso quello dello Stirpe. Da valutare Camillo Ciano, non al meglio, così come Lorenzo Ariaudo e Alessandro Salvi reduci da affaticamento muscolare: questi due, convocati, non dovrebbero comunque essere della sfida. Nel 3-5-2 recupera Nicolò Brighenti, che sarà quindi titolare, sulla fascia sinistra torna Andrea Beghetto. Lo Spezia, che ha ratificato l’estensione del prestito di tutti i giocatori non di sua proprietà, farà rifinitura stamattina al Picco per poi partire verso il Lazio. Federico Ricci non recupera in tempo, alla pari di Juan Ramos. Non ci sarà nemmeno Giuseppe Mastinu, squalificato, quindi Vincenzo Italiano può riproporre Antonino Ragusa come esterno a destra nel tridente. Da centravanti quasi scontato il ritorno di Andrej Gălăbinov, che dopo la tripletta al Chievo ha riposato nella sconfitta a sorpresa in casa contro il Pisa di lunedì. Frosinone-Spezia avrà come arbitro Ivano Pezzuto, diretta streaming su DAZN.

PROBABILI FORMAZIONI FROSINONE-SPEZIA

Frosinone (3-5-2): Bardi; Brighenti, Capuano, Krajnc; Zampano, Rohdén, Gori, Maiello, Beghetto; Dionisi, Novakovich. Allenatore: Nesta
Spezia (4-3-3): Scuffet; Vignali, Erlić, Capradossi, Vitale; Mora, Bartolomei, Maggiore; Ragusa, Gălăbinov, Gyasi. Allenatore: Italiano

PRONOSTICO FROSINONE-SPEZIA

Due deluse dell’ultimo turno, alla ricerca della promozione diretta ma consapevoli dei rischi che una sconfitta potrebbe dare per la classifica. Giocare l’X al primo tempo, la cui quota offerta da Betnero è 1.93, può essere l’ideale nel caso in cui le due formazioni decidano di non esporsi troppo in avvio.