Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus
Saúl firma la vittoria per 3-1 della Spagna sull'Italia

Nulla da fare per l’Italia che viene sconfitta in semifinale degli Europei under-21 dalla Spagna. Dopo un primo tempo equilibrato, gli spagnoli prendono il largo grazie alla tripletta di uno strepitoso Saúl. Inutile la rete del momentaneo pareggio di Bernardeschi arrivata dopo l’espulsione di Gagliardini.

Celades non sorprende e sceglie il 4-3-3 con Asensio e Deulofeu ai lati di Ramírez, in mediana c’è Marcos Llorente con Dani Ceballos e Saúl mezzali, in difesa Bellerín e Jonny sono i terzini. Di Biagio è costretto a rinunciare a Berardi e rilancia Petagna al centro dell’attacco con Bernardeschi e Chiesa ai suoi lati, a centrocampo spazio sempre per Benassi e Pellegrini ai lati di Gagliardini, mentre dietro è Calabria a prendere il posto dello squalificato Conti.

PRIMO TEMPO

Inizio propositivo dell’Italia che arriva per prima alla conclusione al 3′, quando Chiesa rientra sul destro e calcia in porta da posizione defilata, ma Arrizabalga è attento e controlla in due tempi. La Spagna però cresce con il passare dei minuti ed il più pericoloso è l’ex milanista Deulofeu che prima tenta il gol olímpico, ma Donnarumma con l’aiuto della traversa si salva; poi salta secco Calabria al limite dell’area e calcia, ma il portiere blocca. Risposta degli azzurrini a metà della prima frazione, quando una deviazione avversaria favorisce l’inserimento di Pellegrini che spara in porta con il destro, ma Arrizabalga è bravo a proteggere il palo e deviare in corner. Alla mezz’ora nuova occasione per le Furie Rosse, sugli sviluppi di un calcio di punizione, Saúl pesca l’inserimento di Deulofeu che si presenta di fronte a Donnarumma, ma con il destro calcia direttamente fuori. Ultimo brivido con una bella iniziativa di Ceballos che smarca Ramírez al limite dell’area, gran botta di destro che si perde appena sopra la traversa.

SECONDO TEMPO

Inizio di ripresa sostanzialmente equilibrato, ma al 53′ la Spagna trova il vantaggio: strepitosa azione di Ceballos che parte dalla fascia sinistra, si accentra e poi pesca con un filtrante perfetto Saúl Ñíguez che controlla e poi con il mancino non lascia scampo a Donnarumma calciando sul palo lontano. Gli azzurrini vanno in difficoltà anche psicologica e le cose si complicano ancora di più quando, cinque minuti più tardi, Gagliardini stende ancora Ceballos e Vinčić estrae il secondo giallo per il centrocampista dell’Inter. Gli uomini di Di Biagio riescono però a reagire e trovano un inaspettato pareggio poco dopo l’ora di gioco: Federico Bernardeschi parte da destra, poi si accentra e lascia partire un mancino, leggermente deviato, che supera Arrizabalga. Il pareggio azzurro però dura pochissimo ed al 65′ Saúl Ñíguez lascia partire un mancino da oltre trenta metri che fulmina un disattento ed imperfetto Donnarumma, firmando così il raddoppio. L’Italia inizia a sbilanciarsi e ad aprire spazi per i contropiedi, come al 68′, quando Deulofeu arriva al tiro, ma Donnarumma stavolta riesce ad opporsi. Quattro minuti più tardi occasione per Asensio con un mancino dal limite dell’area che si perde ad un soffio dal palo. Al 74′ grande azione dell’esterno del Real Madrid che arriva a fondo campo ed appoggia per l’arrivo di Saúl Ñíguez che fulmina di nuovo Donnarumma per il 3-1 e la tripletta personale. Poco prima del 90′ Pellegrini prova un’azione personale, ma il suo destro viene controllato in due tempi da Arrizabalga. L’Italia viene così eliminata in semifinale da una Spagna che si è dimostrata superiore sia a livello di singoli che a livello di organizzazione di gioco. La finale sarà, quindi, tra Germania e Spagna e si disputerà venerdì alle ore 20.45.

IL TABELLINO

Spagna (4-3-3): Arrizabalga; Bellerín, Meré, Vallejo, Jonny; Ceballos (88′ Oyarzabal), Llorente, Saúl; Deulofeu (82′ D. Suárez), Ramírez (78′ I. Williams), Asensio.
Italia (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Caldara, Rugani, Barreca; Pellegrini, Gagliardini, Benassi (87′ Garritano); Bernardeschi, Petagna (72′ Cerri), Chiesa (61′ Locatelli).
Arbitro: Slavko Vinčić (SVN)
Ammoniti: Benassi, Cerri, Calabria (I)
Espulsi: 58′ Gagliardini (I)
Reti: 53′, 65′, 74′ Saúl (S); 62′ Bernardeschi (I)

[Immagine presa da uefa.com]