Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus
Under-21 piegata 2-1 dalla Spagna

Sconfitta in amichevole per l’Italia under-21 di Di Biagio, che è stata battuta all’Olimpico dai pari età della Spagna. Inutile la rete di Pellegrini dopo il doppio vantaggio spagnolo firmato da Saúl e Borja Mayoral.

Di Biagio ne cambia tre rispetto alla partita contro la Polonia e conferma il 4-3-3 con Berardi e Chiesa ai lati di Cerri, le differenze sono nel reparto arretrato con Mandragora al fianco di Biraschi e Masina a sinistra, tra i pali spazio per Scuffet. Anche Celades punta sul 4-3-3 con Asensio ed Iñaki Williams ai lati di Borja Mayoral, a centrocampo Llorente è affiancato da Saúl e Denis Suárez, dietro Bellerín è il terzino destro con Yeray e Meré centrali.

PRIMO TEMPO

L’Italia prova a pressare molto alta la Spagna, ma gli spazi larghi lasciati alle spalle dei difensori azzurri sono un invito a nozze per gli avanti avversari. Al 4′ Bellerín ed Asensio combinano benissimo a destra ed arrivano sul fondo, il cross rasoterra viene salvato prima da Ferrari e poi da Biraschi. Un minuto più tardi I. Williams rientra sul destro e tocca dentro per B. Mayoral, ma Scuffet salva in uscita. L’inizio partita è negativo per gli uomini di Di Biagio che rischiano di finire di nuovo in svantaggio all’8′, quando Llorente manda nell’uno contro uno B. Mayoral con un lancio, ma Scuffet è di nuovo bravissimo a deviare. Gli azzurrini reagiscono sessanta secondi dopo, quando Cataldi inventa per Berardi che calcia con il sinistro appena dentro l’area, ma Pau López è strepitoso a salvare. All’11’ nuova occasione per i padroni di casa, Cerri approfitta di un errore in impostazione e va in campo aperto solo contro Meré, arrivato al limite dell’area prova il destro che, però, termina sul fondo. Dopo gli spaventi iniziali gli azzurri prendono campo e si rendono nuovamente pericolosi al minuto 17, quando Berardi crossa in mezzo per il taglio di Chiesa che manda fuori di testa. Al 34′ arriva il vantaggio della Roja: I. Williams allarga il gioco per l’inserimento di Bellerín che crossa indietro, dove sopraggiunge D. Suárez che spara in porta, Scuffet salva; sulla ribattuta il più lesto è Saúl Ñíguez che di prima fulmina il portiere dell’Udinese. Neanche il tempo per riassestarsi che le Furie Rosse trovano anche il raddoppio: corner da destra, Chiesa colpisce male il pallone di testa e serve Borja Mayoral che da due passi appoggia in rete. Al 45′ gli azzurrini rischiano di subire anche il tris, ancora con Saúl che cerca il tiro a giro sul palo lungo, ma Scuffet è bravo a deviare in tuffo.

SECONDO TEMPO

L’Italia prova a partire forte per riaprire il match e sfiora la rete al 47′: Pellegrini pesca tutto solo sul secondo palo Benassi che schiaccia di testa, Pau López respinge e sul pallone vagante arriva ancora il centrocampista del Torino che, da dentro l’area piccola, colpisce la traversa. La Spagna resta però pericolosissima appena spinge, soprattutto a destra con Bellerín che arriva per l’ennesima volta a fondo campo ed appoggia indietro per I. Williams che controlla male, ma il pallone arriva lo stesso ad Asensio che gira in porta e solo il palo gli dice di no. Gli azzurrini tornano in avanti al 66′ con Benassi che crossa al centro, clamoroso buco della difesa spagnola, riceve Chiesa che rientra sul destro e cerca il secondo palo, ma Pau López è attento e blocca in tuffo. Due minuti più tardi il solito Bellerín sfonda a destra e serve I. Williams, che mette clamorosamente a lato tutto solo a due passi da Scuffet. L’Italia riesce, tuttavia, a riaprire la partita al minuto 72, quando Berardi sfonda di forza a destra e crossa per l’arrivo di Lorenzo Pellegrini che di testa fulmina Pau López. All’80’ Di Francesco si accentra da sinistra, uno-due con Pellegrini e destro del giocatore del Bologna che viene bloccato da Pau López. La Spagna prova allora ad abbassare i ritmi con il possesso palla, ma la fatica inizia a farsi sentire e le imprecisioni tecniche aumentano. Gli uomini di Di Biagio non riescono comunque a rendersi di nuovo pericolosi e vengono così sconfitti dai pari età spagnoli.

IL TABELLINO

Italia (4-3-3): Scuffet; Ferrari, Biraschi, Mandragora (57′ Calabria), Masina (85′ Barreca); Benassi (73′ Grassi), Cataldi (57′ Locatelli), Pellegrini (85′ Verre); Berardi (93′ Ricci), Cerri (57′ Favilli), Chiesa (73′ Di Francesco).
Spagna (4-3-3): Pau López; Bellerín, Yeray (54′ González), Meré, Jonny; Saúl, Llorente, D. Suárez; Asensio (86′ Odriozola), B. Mayoral (73′ Ceballos), I. Williams (86′ Oyarzabal).
Arbitro: Gianluca Rocchi (ITA)
Ammoniti: Ferrari, Berardi (I); Jonny (S)
It 72′ Pellegrini (I); 34′ Saúl, 37′ B. Mayoral (S)

[Immagine presa da corrieredellosport.it]