Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus
Esultanza italiana

Le reti nel primo tempo di Éder e Bonucci, in risposta al vantaggio dell’Olanda con l’autogol di Romagnoli, siglano il risultato dell’amichevole dell’Amsterdam ArenA sul 2-1. Apprensione per un infortunio accorso a De Rossi.

L’avversario non era il più difficile al momento, però una vittoria in amichevole deve far sempre sorridere l’Italia. Ventura può stare sereno, stasera, nonostante un modulo sperimentale, molti giovani e qualche debuttante in campo, la sua squadra ha controllato sempre la gara e ha rischiato il giusto, contro un’Olanda alle prese con un momento calcistico veramente preoccupante. Gli Oranje hanno giocato un calcio noioso e inconcludente, affidandosi offensivamente alle iniziative degli attaccanti, oggi tutti e tre veloci e dribblomani. Qualche rara azione corale si è vista, ma il canovaccio della partita è stato soprattutto possesso palla orizzontale e fine a se stesso. Per non parlare della disastrosa fase difensiva, non risolta di certo dall’esclusione di de Ligt. I gol dell’Italia sono arrivati su calcio piazzato, ma in entrambi i casi ci sono stati errori evidenti: sul primo gol Hoedt consegna la palla sui piedi di Éder, sul secondo Bonucci è stato colpevolmente lasciato liberissimo nell’area piccola. Sfortunato invece il gol preso da Donnarumma, causato da una doppia deviazione che ha spiazzato il portiere rossonero. Si è vista una buona Italia, anche se non sempre ha avuto il comando delle operazioni e forse è rimasta troppo schiacciata nella sua metàcampo (ne sarà felice Sacchi). Ancora una volta a risaltare è stato il gruppo, la capacità di adattarsi e di inserirsi di tutti i giocatori impiegati da Ventura. Hanno figurato molto bene Gagliardini, Zappacosta, Spinazzola e Belotti, tutti giovani e pieni di energia. Gagliardini è entrato al 37′ del primo tempo per rilevare De Rossi, che festeggia in malo modo, uscendo per infortunio, la 112esima presenza in maglia azzurra.

PRIMO TEMPO

Si parte con un’atmosfera poco elettrizzante all’Amsterdam ArenA, e in più in campo non si vede molto spettacolo, ma tanti errori e poca lucidità. Però le occasioni e i gol non mancano: succede tutto fra il 10’ e l’11’, quando c’è un botta e risposta fra Olanda e Italia. Gli Oranje passano in vantaggio grazie a un clamoroso autogol di Alessio Romagnoli, che devia nella sua porta una conclusione di Promes a sua volta sporcata da Zappacosta, l’Italia reagisce e a pochi secondi dall’azione di ripresa del gioco pareggia con il gol di Éder, che con un destro da fuori fulmina Zoet. Buon primo tempo per l’attaccante dell’Inter che già al settimo minuto aveva impensierito il portiere del PSV con un mancino a fil di palo. La partita vive una fase di stanca fino al 26’ quando Martins Indi colpisce la traversa con un colpo di testa deviato ancora una volta da Romagnoli, stavolta del tutto involontariamente. Passato lo spavento, è l’Italia a portarsi in vantaggio sfruttando un calcio piazzato, con Leonardo Bonucci che ribadisce in rete una paratona di Zoet su colpo di testa di Parolo. Reagisce bene l’Olanda, Promes sfiora la porta di Donnarumma con un bel tiro dopo l’assist di tacco di Depay.

SECONDO TEMPO

Comincia la girandola dei cambi e l’amichevole assume toni sempre meno accattivanti, anche se i nuovi entrati la animano. Il Gallo Belotti, entrato per Immobile, si costruisce un paio di occasioni centrando però il muro difensivo olandese, Spinazzola in progressione all’81’ chiama Zoet ad un intervento non scontato. L’Olanda si vede solo dopo l’ingresso in campo di Wesley Sneijder, unico giocatore acclamato dal pubblico di Amsterdam. L’ex Inter impegna Donnarumma in due occasioni, trovando due ottime risposte del portiere rossonero. Nel finale Vilhena sfiora il pareggio con un tiro da distanza proibitiva deviato e finito di poco fuori.

Altra sconfitta casalinga per l’Olanda, che cade per la settima volta nelle ultime nove partite giocate all’Amsterdam ArenA, è inoltre la seconda sconfitta in pochi giorni dopo quella in Bulgaria. Ora sarà scelto il nuovo ct (magari di nuovo Van Gaal o Clarence Seedorf, entrambi presenti oggi), che avrà il compito di ricostruire un’identità e di formare una squadra in grado di tornare a lottare per la qualificazione al Mondiale russo, anche se la sensazione è che gli olandesi stiano attraversando un ricambio generazionale non all’altezza. Per Gian Piero Ventura invece si tratta del settimo risultato utile consecutivo, a dimostrazione di un percorso finora proficuo per il ct genovese. Prossimo appuntamento il 7 giugno, amichevole contro l’Uruguay.

TABELLINO

Olanda (4-3-3): Zoet; Tete, Martins Indi, Hoedt, Blind (83′ Viergever); Strootman (46′ Vilhena), Wijnaldum (77′ Toornstra), Klaassen (83′ Sneijder); Lens, Promes (89′ Berghuis), Depay. Commissario tecnico: Grim
Italia (3-4-1-2): Donnarumma; Rugani, Bonucci, Romagnoli; Zappacosta (62′ Spinazzola), Parolo, De Rossi (37′ Gagliardini), Darmian (89′ D’Ambrosio); Verratti (90′ Verdi); Immobile (53′ Belotti), Éder (69′ Petagna). Commissario tecnico: Ventura
Arbitro: Jonas Eriksson della federazione svedese
Ammoniti: Rugani (I)
Reti: 10′ aut. Romagnoli, 11′ Éder (I), 32′ Bonucci (I).

[Immagine presa da lastampa.it]