L’Italia gioca a tennis con il Liechtenstein, è 6-0 con doppio Quagliarella

0

È arrivata la prestazione attesa dall’Italia, che ha annichilito il Liechtenstein nella seconda giornata del Gruppo J per 6-0. Azzurri che hanno approcciato bene la partita e che hanno trovato il vantaggio con Sensi appena dopo il quarto d’ora ed il raddoppio dopo la mezz’ora con Verratti. Nel finale della prima frazione è poi arrivata la doppietta su rigore di Quagliarella (il secondo con espulsione di Kaufmann), mentre nella ripresa sono andati a segno Kean e Pavoletti.

Mancini ne cambia sette rispetto a sabato, ad iniziare da Sirigu che rileva Donnarumma tra i pali, in difesa esordio di Mancini come terzino destro con Spinazzola a sinistra, in mediana c’è Sensi, mentre in avanti Politano è con Quagliarella e Kean. Kolvidsson punta su Hasler al fianco di Salanović nel reparto avanzato, i due esterni di centrocampo sono Sele e Kühne con Polverino e Wieser centrali.

PRIMO TEMPO

L’Italia approccia bene la partita e con un buon ritmo, tanto che arriva vicino alla rete già due volte nei primi dieci minuti: inizia Quagliarella con un destro velenoso dopo una punizione respinta, ma Büchel è attento e devia; poi Politano allarga per Sensi che cerca di prima il destro a giro sul palo lungo, ma la sua conclusione si perde a lato di poco. Gli Azzurri stazionano nella metà campo avversaria ed il vantaggio arriva al 17′, quando Spinazzola si prende il fondo a sinistra con un doppio dribbling e poi si inventa un cross morbido perfetto a centro area per l’arrivo di Stefano Sensi che, di testa, non lascia scampo a Büchel. Nonostante il vantaggio gli uomini di Mancini continuano a macinare gioco ed occasioni, con Quagliarella tra i più motivati a cercare la rete, anche se Büchel gliela nega con una grande uscita. Al minuto 32 c’è il raddoppio con uno strepitoso Marco Verratti che riconquista un pallone nell’area avversaria in pressing, dribbling secco sull’avversario e destro a giro nell’angolino basso che vale il primo gol stagionale per il centrocampista del PSG. Il Liechtenstein molla quasi totalmente e già due minuti dopo l’Italia si guadagna un calcio di rigore, dopo un salvataggio miracoloso di Büchel sulla linea con un compagno, con Hasler che mura di braccio un tiro. Dagli undici metri si presenta Fabio Quagliarella che non sbaglia e diventa così il marcatore più anziano nella storia della Nazionale. Gli spazi si allargano sempre di più e Kean sfiora la rete dopo una splendida combinazione, ma la traversa gli nega la gioia del gol. Nel recupero della prima frazione le cose si mettono ancora più in discesa per gli Azzurri, dopo che Kaufmann respinge di braccio sulla linea un tiro a porta vuota di Verratti, Levnikov non ha dubbi: rosso e rigore. Sul dischetto va di nuovo Fabio Quagliarella che è perfetto anche in questa occasione e sigla la doppietta personale.

SECONDO TEMPO

La ripresa si gioca ovviamente su ritmi più bassi, con gli Azzurri che affondano di meno e che provano a mandare in rete chi non ha ancora segnato, come Kean e, dalla sua entrata, Zaniolo. La grande occasione capita, però, a Romagnoli in proiezione offensiva: gran cross di Kean con il capitano milanista che dovrebbe solo spingere il pallone in rete dall’interno dell’area piccola, ma manda clamorosamente a lato. Il quinto gol è soltanto rinviato al 69′ e lo firma proprio Moise Kean, prontissimo ad infilare di rete di testa da due passi una splendida torre di Quagliarella sul secondo palo. Al posto del centravanti della Sampdoria subentra Pavoletti che impiega poco a trovare la prima rete con la maglia azzurra. Al 76′ Mancini crossa in mezzo per Leonardo Pavoletti che incorna di testa, Büchel respinge in qualche modo e l’attaccante del Cagliari si precipita sul tap-in per siglare la sua prima rete con la nazionale italiana che vale il 6-0 definitivo. L’Italia vince così la seconda partita su due nel Gruppo J delle Qualificazioni agli Europei 2020, rimanendo sola in vetta a punteggio pieno.

ITALIA-LIECHTENSTEIN 6-0 – IL TABELLINO

Italia (4-3-3): Sirigu; Mancini, Bonucci (79′ Izzo), Romagnoli, Spinazzola; Sensi, Jorginho (57′ Zaniolo), Verratti; Politano, Quagliarella (72′ Pavoletti), Kean.
Liechtenstein (4-4-2): B. Büchel; S. Wolfinger, Kaufmann, Hofel, Göppel; Sele (46′ Malin), Polverino, Wieser, Kühne (68′ Meier); Hasler, Salanović (82′ M. Büchel).
Arbitro: Kirill Levnikov (RUS)
Ammoniti: Izzo (I); Hasler (L)
Espulsi: 45’+2′ Kaufmann (L)
Reti: 17′ Sensi, 32′ Verratti, 35′, 45’+3′ Quagliarella, 69′ Kean, 76′ Pavoletti (I)

[Immagine presa da twitter.com]