Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus
Orsolini Favilli Sudafrica-Italia

Nella seconda giornata del Gruppo D l’Italia batte 0-2 il Sudafrica con un rigore di Riccardo Orsolini e un colpo di testa di Andrea Favilli. Azzurrini che definiranno il girone sabato alle ore 13 col Giappone, ma i tre punti di oggi li rimettono in corsa per il passaggio del turno.

L’Italia cancella le perplessità dell’esordio. Vittoria per 0-2 sul Sudafrica, in una partita largamente controllata e quasi mai in discussione. Azzurrini molto più tonici e propositivi rispetto al debutto nei Mondiali Under-20 di domenica contro l’Uruguay, forse anche per il cambio di modulo di Alberico Evani, passato dal 4-3-3 al 4-4-2 con una migliore copertura da centrocampo in avanti, questo ha reso possibile gestire meglio le azioni offensive portando spesso tanti uomini dentro l’area al momento della conclusione. Si è anche sbloccato Riccardo Orsolini, non certo positivo tre giorni fa, il talento di proprietà della Juventus ha conquistato e trasformato il rigore del vantaggio, mentre il raddoppio l’ha messo a segno il centravanti, Andrea Favilli; l’unica nota negativa è l’infortunio al polso di Nicolò Barella, uscito molto dolorante al 32′. Pochissima roba il Sudafrica, mai realmente pericoloso e con evidenti lacune tecniche, il fatto che i Bafana Bafana non siano stati un avversario all’altezza dovrà comunque far tenere alta la concentrazione per il prosieguo del torneo, perché difficilmente (soprattutto in caso di passaggio del turno) si potranno trovare avversari così rinunciatari.

PRIMO TEMPO

Solo Italia nel corso del primo tempo, col Sudafrica che fa fatica anche solo a tenere il possesso. Al 6′ cross da destra di Orsolini toccato da un difensore favorisce il destro di Ghiglione respinto da Mpoto, che si ripete al 17′ su un sinistro di Favilli sul primo palo. Al 21′ un cross di Pezzella trova una deviazione e sorprende il portiere colpendo la traversa, dal corner uscita a vuoto di Mpoto e colpo di testa di Romagna salvato sulla linea da Margeman, l’azione continua e appena dentro l’area Meyiwa stende Orsolini: calcio di rigore per gli Azzurrini. Dagli undici metri va Riccardo Orsolini, sinistro alla destra di Mpoto che azzecca l’angolo ma non può arrivarci, 0-1. Un contrasto di gioco toglie dalla partita Barella, che alla mezz’ora è costretto a uscire dolorante per una probabile frattura al polso destro, entra Pessina e negli ultimi dieci minuti l’Italia confeziona ancora due occasioni, al 35′ una girata di Favilli alta e soprattutto al 40′ un contropiede con grande apertura del centravanti per Orsolini, rientro sul sinistro e conclusione deviata da Meyiwa che quasi si trasforma nel raddoppio.

SECONDO TEMPO

Secondo tempo dai ritmi abbastanza bassi, ma nel quale alla prima occasione l’Italia fa centro: al 57′ rimessa laterale dalla destra di Scalera che pesca Andrea Favilli a centro area, gran torsione per colpire di testa e palla che sbatte sul palo ed entra dalla parte opposta. Tutto in discesa per gli Azzurrini che possono così gestire la mezz’ora finale, il Sudafrica tenta senza troppa convinzione di accorciare le distanze e Zaccagno compie la prima vera parata del suo match al 65′, con una punizione di Modise che gli rimbalza davanti e lo costringe a deviare in corner. All’83’ cross di Singh respinto male, Frosler controlla e calcia col destro ma Malepa non riesce nella deviazione sul secondo palo. Tre minuti di recupero con preoccupazioni minime, solo un tiro-cross da sinistra di Singh messo in corner da Zaccagno al 92′.

Primi punti per l’Italia che lascia così il Sudafrica a quota zero e aggancia Giappone e Uruguay, impegnate sempre a Suwon alle ore 13. Sabato si chiude il Gruppo D con la sfida ai nipponici, anche un pareggio potrebbe bastare per il discorso delle migliori terze (ora la differenza reti è positiva) ma a questo punto accontentarsi sarebbe un errore.

IL TABELLINO

Sudafrica (4-2-3-1): Mpoto; Frosler, Mthethwa, Malepe, Modise; Margeman, Meyiwa (60′ Mokoena); Mbatha, Cele (46′ Makgalwa), Singh; Jordan (73′ Kodisang). Commissario tecnico: Senong
Italia (4-4-2): Zaccagno; Scalera, Coppolaro, Romagna, Pezzella; Orsolini, Barella (32′ Pessina), Mandragora, Ghiglione (85′ Vitale); Panico (69′ Cassata), Favilli. Commissario tecnico: Evani
Arbitro: Roddy Zambrano della federazione ecuadoriana (Lescano – Romero; Bascuñán)
Reti: 23′ rig. Orsolini, 57′ Favilli
Ammonito: Malepe (S)

[Immagine presa da fifa.com]