Italia fuori dal podio ai Mondiali Under-20, l’Ecuador vince 1-0 al 104′

0

Non riesce all’Italia la conferma del terzo posto ai Mondiali Under-20, dopo quello di due anni fa in Corea del Sud. L’Ecuador vendica la sconfitta del 26 maggio ai gironi e si impone per 1-0 dopo i tempi supplementari.

Stavolta succede il contrario di tre settimane fa: l’Italia si fa parare un rigore, l’Ecuador vince 0-1. È una sconfitta che fa male, non come quella di martedì con l’Ucraina (stesso risultato) ma che impedisce agli Azzurrini di pareggiare il suo miglior risultato ai Mondiali Under-20, quello del 2017 in Corea del Sud. Lì era arrivato un successo ai rigori, stavolta è un errore dal dischetto a pesare tanto, con il tiro di Marco Olivieri parato da Wellington Ramírez che ha anticipato la rete di Richard Mina. Paolo Nicolato ha fatto inevitabilmente tanto turnover, più per necessità che per scelta visti i tanti infortuni (in primis capitan Andrea Pinamonti), anche perché c’era l’obbligo di mettere dentro giocatori che non avevano subito lo shock della sconfitta di tre giorni fa: alla fine, in questo, ha avuto la meglio l’intraprendenza dell’Ecuador, campione del Sudamericano Sub-20 a febbraio non per caso, che ha avuto le occasioni più importanti (un palo dello sfortunatissimo Leonardo Campana, che già in semifinale si era visto negare l’1-1 da una parata miracolosa del portiere coreano) e si è preso il podio su una giocata discussa ma considerata regolare dal VAR.

PRIMO TEMPO

Inevitabile come la partita sia di livello basso, e non è certo un qualcosa di inatteso. Dopo un quarto d’ora Palacios va bene via sul centro-sinistra, solo non si intende con Campana e quando crossa basso non trova il centravanti. Un’azione manovrata porta al tiro Alberico da fuori, palla sul fondo non di molto.

SECONDO TEMPO

Soffre l’Italia in avvio di ripresa, Campana col sinistro colpisce il palo complice la deviazione decisiva di Carnesecchi, bravo anche al 59’ su gran tiro da fuori di Palacios. Dall’angolo seguente si coordina Cifuentes al volo e la sua battuta va alta di poco sopra la traversa, dopo questa occasione la furia ecuadoriana si attenua un po’, restando però sempre maggiore: al 70’ Campana si alza il pallone e col sinistro calcia alto, al 77’ bel dribbling di Rezabala e mancino a lato di poco alla destra di Carnesecchi. Si rivedono gli Azzurrini al 79’ con un sinistro di Colpani fuori di poco, poi non succede altro.

TEMPI SUPPLEMENTARI

Si riparte con un rigore, perché Olivieri punta il disastroso Quintero (subentrato, si era fatto notare in chiusura di tempi regolamentari per una testata – punita solo col giallo – seguita da una becera simulazione) e cade, per l’arbitro Gil Manzano è rigore ma lo stesso attaccante della Juventus U23 calcia male alla sua destra e Ramírez respinge. Errore pesante, perché al 104’ l’Ecuador passa con una punizione battuta al limite per la sponda di Campana e la battuta a rete di Richard Mina, in posizione molto dubbia ma ritenuta regolare dal VAR. Tentativo al 117’ di Ranieri pericoloso ma sul fondo, è l’ultima occasione.

Domani alle ore 18 la finalissima, Ucraina-Corea del Sud, per l’Ecuador è il miglior piazzamento nella sua storia ai Mondiali Under-20 alla quarta partecipazione.

ITALIA-ECUADOR UNDER-20 0-1 DOPO I TEMPI SUPPLEMENTARI (0-0) – IL TABELLINO

Italia (3-5-2): Carnesecchi; Gabbia, Bettella, Ranieri; Candela, Alberico, Delprato, Esposito (62’ Colpani), Tripaldelli (82’ Pellegrini); Gori (62’ Olivieri), Capone. Commissario tecnico: Nicolato
Ecuador (4-2-3-1): Ramírez; Espinoza (60’ Mina), Porozo, Vallecilla, Palacios; Cifuentes, Alcívar (112’ Loor); Plata, Rezabala (83’ Quintero), Alvarado (119’ Castillo); Campana. Commissario tecnico: Célico
Arbitro: Jesús Gil Manzano della federazione spagnola (Nevado Rodríguez – Barbero Sevilla; Ghorbal; VAR Hernández Hernández; A. VAR Al Marri)
Rete: 104’ Mina
Ammoniti: Candela, Capone, Olivieri, Gabbia (I), Vallecilla, Quintero, Plata (E)
Note: al 95’ Ramírez (E) ha parato un rigore a Olivieri (I)

[Immagine presa da fifa.com]