Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus
Damiano Tommasi

A due giorni dalla vergognosa mancata qualificazione ai Mondiali l’Italia decide di non ripartire. È tuttora in corso la riunione in FIGC per definire come si dovrà affrontare il prossimo biennio, ma si sa già che il presidente federale Carlo Tavecchio non si dimetterà.

Nessuno fa un passo indietro, nessuno ammette le proprie responsabilità, nessuno fa qualcosa per cambiare realmente il calcio italiano arrivato al punto più basso della sua storia. Dopo che Gian Piero Ventura ha escluso la possibilità di dare le dimissioni da CT dell’Italia, aspettando di essere esonerato per ricevere i circa ottocentomila euro previsti dal suo contratto in vigore fino al 30 giugno 2018, anche il presidente federale Carlo Tavecchio sceglie di restare al suo posto. L’ha fatto sapere Damiano Tommasi, presidente dell’AIC, che ha lasciato la riunione in corso nella sede della FIGC a Roma dichiarando ai cronisti presenti di aver chiesto a Tavecchio se avesse intenzione di dimettersi e di essersene andato in segno di protesta dopo aver ricevuto una risposta negativa, ritenendo che non ci sia una reale volontà di cambiare la situazione attuale. A questo punto, con il cambio di commissario tecnico inevitabile, è presumibile che questo sarà l’unico ribaltone: come purtroppo spesso accade andrà persa l’ennesima occasione per rifondare il calcio italiano, chi pensava che il fallimento di lunedì con la Svezia potesse servire a qualcosa rimarrà deluso un’altra volta.