Dilaga nel finale l’Italia Under-21: Irlanda del Nord battuta tre a zero

0

Terzo successo consecutivo per gli azzurrini di Gigi Di Biagio, il fanalino di coda del gruppo Irlanda del Nord è stato superato senza troppi problemi nella sfida giocata questa sera a Reggio Emilia.

 

Alla fine anche il punteggio ha sorriso alla formazione italiana, dopo che invece in campo non si è visto granché: è vero che l’Italia ha sostanzialmente tenuto il pallino del gioco dall’inizio alla fine, ma il match non è stato per nulla entusiasmante e fino a cinque minuti dalla fine i nordirlandesi erano ancora virtualmente in partita, prima dell’uno-due conclusivo che ha arrotondato il risultato. Se non altro con questo successo l’Under-21 italiana continua a rimanere in scia del Belgio e per Di Biagio le buone notizie arrivano dal fatto di non aver subito gol per la terza volta di fila, una buona iniezione di fiducia anche per il portiere Francesco Bardi dopo l’erroraccio di sabato scorso al Meazza in Inter-Livorno, mentre per la quarta gara su quattro è arrivata almeno una rete a favore, a dimostrazione della facilità con cui questa squadra riesce a trovare la porta anche con interpreti diversi (i tre marcatori di stasera non avevano ancora segnato nel girone). Di Biagio ha confermato dieci undicesimi della squadra vittoriosa in Belgio, con l’unica modifica rappresentata dalla presenza di Politano al posto di Rozzi, per il commissario tecnico dell’Irlanda del Nord Jim Magilton (ex centrocampista con all’attivo anche diverse partite nella Premier League inglese) invece schieramento estremamente difensivo con ben cinque difensori a protezione della porta di Brennan.

PRIMO TEMPO
Nei venti minuti iniziali non succede praticamente niente, è necessario aspettare il 23′ per la prima azione quando Millar effettua una discesa centrale che si chiude con una conclusione a giro, tuttavia debole tanto da favorire la parata in due tempi da parte di Bardi. L’Italia risponde un minuto più tardi con Battocchio che mette dentro da sinistra, Belotti si gira bene ma non riesce a trovare la coordinazione per il tiro, va molto meglio invece a Federico Viviani al 26′ perché il giocatore cresciuto nel vivaio della Roma si procura una punizione dal limite e la trasforma con un sublime destro sotto la traversa per l’1-0. Gli azzurrini potrebbero anche raddoppiare al 32′, un grave errore di McCullough regala palla a Belotti il cui diagonale di sinistro (non il suo piede) termina però sul fondo, al 41′ altra girata della punta del Palermo con Sendles-White costretto alla deviazione in corner. Nel finale grosso rischio per la porta di Bardi, un cross da sinistra di McKeown pesca sul secondo palo Gray, solissimo dal limite dell’area piccola, ma il suo colpo di testa finisce incredibilmente alto sopra la traversa.

SECONDO TEMPO
Stessi ventidue in campo dopo l’intervallo, come nel primo tempo l’avvio è piuttosto noioso e non si registrano particolari emozioni. Al 63′ il nuovo entrato Francesco Fedato, già a segno nella trasferta di Cipro, si invola e salta un avversario ma di fatto passa il pallone al portiere Brennan calciando malissimo, successivamente l’estremo difensore nordirlandese sbaglia la presa su un tiro da fuori di Viviani ma è fortunato perché il pallone finisce fuori e non in rete, dall’angolo rovesciata spettacolare di Antei e Brennan si riscatta evitando il raddoppio. L’Irlanda del Nord non si fa mai vedere in attacco e perciò è facile per l’Italia gestire il possesso ma il risultato rimane in bilico sino alla fine nonostante diverse opportunità non sfruttate al meglio, all’86’ però arriva il raddoppio che chiude i giochi, lo firma in contropiede Antonio Rozzi, entrato pochi istanti prima, sfruttando un assist smarcante di Belotti. Non ha problemi a piazzare in porta il pallone il giocatore passato in estate dalla Lazio alla squadra B del Real Madrid, con il match ormai chiuso c’è spazio anche per il tris e per la firma personale di Andrea Belotti, ancora in contropiede nonostante inizialmente la difesa avversaria fosse riuscita a recuperare, un tiro di Zappacosta deviato diventa un assist per il numero nove che controlla e fa 3-0 riuscendo finalmente a sbloccarsi.

Con questo successo l’Italia si porta a nove punti nel Gruppo I, ancora tre lunghezze dietro al Belgio che però ha una partita in più e nella giornata di venerdì sfiderà la Serbia, altra squadra di valore con cui gli azzurrini si giocheranno il passaggio ai play-off. Proprio contro i pari età serbi la formazione italiana giocherà la prossima partita, nella giornata di martedì, mentre l’Irlanda del Nord rimane ancorata a zero punti in classifica e ottiene la quattordicesima sconfitta consecutiva.

IL TABELLINO
Italia (4-2-3-1):
Bardi; Zappacosta, Bianchetti, Antei, Biraghi; Baselli, Viviani; Politano (54′ Fedato), Battocchio (85′ Rozzi), Fossati (64′ Molina); Belotti. Commissario tecnico: Di Biagio
Irlanda del Nord (5-3-2): Brennan; Donnelly, Thompson, McCullough, Sendles-White, McKeown; Winchester, Morgan (67′ Tempest, 72′ Brobbell), Carson; Gray (80′ Lavery), Millar. Commissario tecnico: Magilton
Arbitro: Mitja Žganec della federazione slovena (Vukan – Praprotnik; Ceferin)
Reti: 26′ Viviani, 86′ Rozzi, 89′ Belotti
Ammoniti: Donnelly, Gray (IR), Belotti, Biraghi (IT)

[Immagine presa da vivoazzurro.it]