Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus
L'Italia batte 1-0 la Germania e si qualifica alle semifinali

Grandissima prova dell’Italia di Luigi Di Biagio, che supera meritatamente per 1-0 la Germania e si qualifica così alle semifinali. Decisiva la rete alla mezz’ora di Bernardeschi, ma tutti gli azzurrini hanno disputato un ottimo match. L’appuntamento adesso è per martedì per la partita contro la Spagna.

Di Biagio sorprende ed esclude dalla formazione titolare Petagna a favore del tridente leggero composto da Berardi, Bernardeschi e Chiesa, a centrocampo ritornano titolari Gagliardini e Benassi insieme a Pellegrini, mentre dietro Caldara affianca di nuovo Rugani. Kuntz non cambia nulla e conferma in blocco il 4-2-3-1 che gli ha permesso di vincere le prime due partite con Weiser, Meyer e Gnabry alle spalle di Selke, in mediana diga formata da Arnold e Dahoud, in difesa Toljan e Gerhardt sono i terzini.

PRIMO TEMPO

L’inizio di partita è con il brivido per gli azzurrini, al 6′ Kempf svetta tutto solo in mezzo all’area e buca Donnarumma, ma l’arbitro annulla per un fuorigioco attivo di Arnold. L’Italia con il passare dei minuti prende maggiore consapevolezza: prima Conti arriva sul fondo e crossa sul primo palo per l’inserimento di Benassi, ma il colpo di testa del centrocampista del Torino viene bloccato da Pollersbeck; poi Pellegrini ci prova con un destro secco dai venticinque metri che Pollersbeck respinge a fatica. Al 26′ nuova occasione con una punizione dal limite, gran mancino di Bernardeschi sul primo palo che esce di un soffio. Poco dopo la mezz’ora arriva un tutto sommato meritato vantaggio: pressione alta degli uomini di Di Biagio che costringono all’errore in impostazione i tedeschi al limite dell’area, il pallone arriva sui piedi di Federico Bernardeschi che, tutto solo di fronte a Pollersbeck, lo fulmina con un tocco di punta sotto le gambe che vale la prima rete nella competizione per il fantasista della Fiorentina. Nel finale di tempo inizia ad aumentare in modo consistente l’agonismo della partita, ma la Germania non riesce ad impensierire Donnarumma.

SECONDO TEMPO

La Germania prova a partire forte nella ripresa, ma riesce a produrre solo un cross dal fondo di Gnabry che Donnarumma controlla in due tempi. Gli azzurrini controllano bene il gioco sia in fase di possesso che in fase di non possesso ed ogni tanto tornano a pungere in avanti, come al 61′, quando Pellegrini calcia di nuovo molto bene dai venti metri, ma Pollersbeck è bravissimo a distendersi e deviare in calcio d’angolo. I tedeschi provano di nuovo a rendersi pericolosi su palla inattiva, ma il colpo di testa di Kempf ad un quarto d’ora dalla fine si spegne ben sopra la traversa della porta italiana. Gli ultimi dieci minuti sono di sofferenza e di attesa, ma le notizie da Tychy sono positive, la Danimarca supera la Repubblica Ceca per 4-2 e permette così sia all’Italia sia agli uomini di Kuntz di qualificarsi alle semifinali. Gli azzurrini passano il turno come primi in classifica e sfideranno martedì alle ore 21 la favorita Spagna, mentre i tedeschi se la vedranno sempre martedì alle ore 18 contro l’Inghilterra.

IL TABELLINO

Italia (4-3-3): Donnarumma; Conti, Caldara, Rugani, Barreca; Pellegrini, Gagliardini, Benassi; Berardi (86′ Locatelli), Bernardeschi, Chiesa (78′ Petagna).
Germania (4-2-3-1): Pollersbeck; Toljan, Stark, Kempf, Gerhardt; Dahoud (72′ Jung), Arnold; Weiser (76′ Amiri), Meyer (67′ Philipp), Gnabry; Selke.
Arbitro: Slavko Vinčić (SVN)
Ammoniti: Berardi, Bernardeschi, Chiesa, Conti (I); Kempf, Arnold, Gerhardt (G)
Reti: 31′ Bernardeschi (I)

[Immagine presa da uefa.com]