Messi, guerra con Barcellona e Liga: parti divise sulla clausola rescissoria

0

Lionel Messi resta al Barcellona? Probabilmente fino al 30 giugno 2021, quando il suo contratto scadrà. Questo perché, nel frattempo, è partita una battaglia legale che include non solo il club catalano ma anche la Liga. Ecco gli ultimi sviluppi.

Doppio comunicato nel giro di pochi minuti. Il primo è dell’entourage del giocatore: “Jorge Horacio Messi, rappresentante del calciatore professionista Lionel Andrés Messi, in risposta alla nota pubblicata il 30 agosto 2020 dalla Liga, in relazione alla situazione contrattuale del giocatore, a margine della sua ovvia parzialità per il ruolo che tale istituzione rappresenta, in difesa degli interessi dei suoi associati (i club di calcio), manifesta che:

– disconosciamo il contratto che hanno analizzato, e quali siano le basi con cui si conclude che lo stesso conterrebbe una clausola rescissoria applicabile nel caso in cui il giocatore decida di proseguire con la rescissione unilaterale, con effetto a partire dal termine della stagione sportiva 2019-2020;

– questa interpretazione si deve a un errore evidente da parte della Liga. Come segnalato letteralmente nella clausola 8.2.3.6 del contratto firmato fra il club e il giocatore, questo indennizzo (la clausola rescissoria, ndr) non si applicherà quando la risoluzione del contratto per decisione unilaterale del giocatore abbia effetto a partire dal termine della stagione sportiva 2019-2020.

Tralasciando gli altri diritti previsti nel contratto, omessi dal comunicato, è ovvio che l’indennizzo di settecento milioni di euro, previsto nella clausola 8.2.3.5, non si applica in assoluto”.

Non si è fatta attendere la risposta della Liga. Questo l’immediato comunicato: “LaLiga ha prodotto una risposta al messaggio inviato dall’entourage del giocatore Lionel Messi.

La risposta in questione ribadisce l’interpretazione fuori dal contesto e lontana dalla letteralità del contratto in vigore (da parte dell’entourage del giocatore, ndr). Per questo motivo, LaLiga si rifà al comunicato pubblicato lo scorso 30 agosto (vedi articolo), con la clausola rescissoria sempre valida”.