Incredibile in Serie B: la SPAL perde ma è promossa in Serie A al 93′

0

Epilogo memorabile per la SPAL nella penultima giornata di Serie B: la capolista del campionato perde 2-1 a Terni ma il gol del Benevento sul Frosinone al 93′ vale comunque il ritorno in Serie A.

Una festa attesa quarantanove anni e arrivata nella maniera più insperata. La SPAL è di nuovo in Serie A, dove mancava dalla stagione 1967-1968, ma per festeggiare ha dovuto attendere una notizia dagli altri campi e quando ormai sembrava tutto rimandato ancora una volta. In vantaggio al 12′ con Mirko Antenucci la squadra di Ferrara si è fatta ribaltare fra il 18′ e il 33′ da una doppietta di Stefano Pettinari, che ha portato la Ternana sul 2-1 dando tre punti pesantissimi nella corsa salvezza. Il finale ha visto la SPAL in avanti alla ricerca disperata del pareggio, finché a circa un minuto dalla fine del recupero si è sparsa la voce del gol del Benevento al 93′ contro il Frosinone, il 2-1 di testa a porta vuota di Fabio Ceravolo che mantiene i ciociari terzi a -4 dal primo posto, rendendo così aritmetica la promozione della formazione allenata da Leonardo Semplici.

È un risultato storico per la SPAL, non solo per la lunghissima assenza dal massimo campionato ma perché soltanto un anno fa festeggiava il ritorno in Serie B dopo ventitré anni e due fallimenti, al termine di un campionato gestito alla grande per una buona parte di stagione. A novanta minuti dalla fine il resto dei verdetti è ancora tutto da scrivere: il Verona è vicinissimo alla risalita immediata nonostante l’1-1 contro il Carpi, mentre la sconfitta del Frosinone ridà speranza alle inseguitrici per la disputa dei play-off, che con la classifica della scorsa giornata non si sarebbero disputati ma con quella attuale sì perché non c’è lo scarto di dieci punti fra terza e quarta (otto fra Frosinone e Cittadella).

[Immagine presa da twitter.com]