FIGC, approfondimento sui play-out di Serie B. Ora ricorso Palermo

0

Ancora nulla di fatto per il ricorso d’urgenza del Palermo sulla sentenza riguardante la Serie B, con la retrocessione dei rosanero all’ultimo posto e l’annullamento dei play-out. La FIGC ha chiesto un approfondimento, ma nel pomeriggio è attesa la sentenza della Corte d’Appello Federale.

SuperChampions, play-off e play-out, regolamento del Club Italia e procedure di riammissione in Serie A, B e C: sono questi i principali argomenti affrontati nel corso della riunione odierna del Consiglio Federale.

In relazione all’avvio dei play-off dopo il giudizio sportivo di primo grado, Gabriele Gravina ha ribadito la legittimità della scelta della Lega B, pur avanzando le proprie perplessità sull’opportunità della stessa rispetto all’attesa della conclusione del procedimento giudiziario a livello endofederale; al tempo stesso, il Presidente ha ricordato che nel pomeriggio è in programma la discussione dinanzi alla Corte Federale d’Appello del provvedimento cautelare avanzato dal club siciliano in vista dell’udienza di merito già fissata il 23 maggio.

In relazione all’annullamento dei play-out successivamente al posizionamento del Palermo all’ultimo posto, dopo aver verificato che esistono due interpretazioni circa le conseguenze dell’applicazione della sanzione adottata, il Presidente ha ritenuto di aspettare l’esito sul ricorso cautelare di oggi e la decisione di merito di 2° grado; nell’attesa ha ritenuto di rivolgere nell’immediato un quesito al Collegio di Garanzia dello Sport, ai sensi dell’art. 12 bis comma 5 dello Statuto del CONI, relativamente alla individuazione della quarta società retrocessa dalla Serie B alla Serie C e dunque alla necessità o meno che si debba procedere alla disputa del play-out. Di tale parere sarà data comunicazione tempestiva alla Lega B per gli eventuali adempimenti di competenza”.

[Fonte: figc.it]