Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus sulle Multiple del 300% Info Bonus
Betway 20€ Bonus Benvenuto Scommesse su 2 depositi + 5€ Ogni Settimana Info Bonus
Casinomania Fino a 75€ Bonus Scommesse Rilasciati a Scaglioni di 5€ Info Bonus
888sport Bonus Benvenuto Scommesse fino a 100€ – Codice: ITALIA Info Bonus
SNAI 5 euro gratis + fino a 300€ sul primo deposito Info Bonus
William Hill 35€ Subito + 200€ Sul Primo Deposito – Codice: ITA235 Info Bonus

La giornata di oggi, martedì 15 ottobre 2013, rimarrà impressa in maniera indelebile nella storia dell'Inter: per la prima volta in centocinque anni e mezzo la società nerazzurra finisce nelle mani di un proprietario estero, l'indonesiano Erick Thohir, che rileva il 70% del club da Massimo Moratti, il quale resterà con una quota di minoranza.

 

In mattinata è arrivato l'annuncio da parte di Massimo Moratti, dato in via ufficiosa ai giornalisti fuori dagli uffici della Saras a Milano, nel pomeriggio, alle ore 15.20, è apparso il comunicato sul sito ufficiale dell'Inter che ha reso nota l'intera operazione. Questo il testo integrale:

F.C. Internazionale Milano S.p.A. ('Inter') e il suo azionista di maggioranza Internazionale Holding S.r.l., interamente controllato da Massimo Moratti, hanno firmato oggi un accordo vincolante in base al quale International Sports Capital ('ISC'), società indirettamente posseduta da Erick Thohir, Rosan Roeslani e Handy Soetedjo, tre importanti uomini d'affari indonesiani, diventerà l'azionista di controllo dell'Inter con una partecipazione del 70% attraverso un aumento di capitale riservato.

Fondata nel 1908, l'Inter è riconosciuta a livello internazionale come uno dei club più vincenti al mondo, con decine di trofei conquistati, inclusi 18 Campionati Italiani, 2 Coppe dei Campioni, 1 UEFA Champions League, 2 Coppe Intercontinentali e 1 Mondiale per Club. Con sede a Milano, l'Inter è l'unica squadra a non essere mai retrocessa nei suoi 105 anni di storia. L'Inter vanta un brand globale che può contare su 20 milioni di tifosi in Europa e circa 160 milioni in tutto il mondo.

Dopo aver guidato il Club in una storia di successo, la Famiglia Moratti ha ora avviato un nuovo corso per assicurare all'Inter il futuro più brillante: dalla Grande Inter di Angelo (che vinse 3 Campionati italiani, 2 Coppe dei Campioni e 2 Coppe Intercontinentali tra il 1963 e il 1966) al Triplete di Massimo nel 2010 (avendo vinto nello stesso anno il Campionato Italiano, la UEFA Champions League e la Coppa Italia, oltre al Mondiale per Club) e altri 4 Campionati Italiani di seguito. La Famiglia Moratti ha dapprima creato le condizioni e ora ha preso la decisione di dare all'Inter una presenza globale.

Erick Thohir, Rosan Roeslani, Handy Soetedjo e la Famiglia Moratti lavoreranno insieme per assicurare un futuro vincente e rendere il Club ancora più competitivo in Italia, in Europa e nel resto del mondo, in linea con la filosofia del Club sin da quando è stato creato nel 1908, quando i suoi fondatori decisero di chiamarsi 'fratelli del mondo'.

'Penso che la storia dell'Inter si arricchisca di una nuova stagione, grazie ai nostri partner internazionali che, sono certo, contribuiranno alla continuità di successi. L'entusiasmo e il pragmatismo dei nuovi soci sono certamente una garanzia per il futuro' ha dichiarato Massimo Moratti. 'Auguro a Erick, Rosan e Handy di aggiungere altre vittorie ai nostri amati colori, con la fiducia e l'amicizia dei nostri fantastici tifosi. La mia famiglia ed io continueremo a vivere questa straordinaria avventura insieme a Erick, Rosan e Handy, con la stessa dedizione e l'affetto che ci legano all'Inter e agli Interisti'.

'Oggi è davvero un giorno speciale. Sono onorato che Massimo Moratti mi abbia affidato la responsabilità di guidare l'Inter in un nuovo capitolo della sua storia, e sono molto felice per il fatto che continuerà ad essere presente come mio partner. Il lavoro fatto dalla Famiglia Moratti, dalla Grande Inter di Angelo al Triplete di Massimo, ha reso l'Inter uno dei club più rispettati al mondo, per il suo valore in campo, e per il suo impegno sociale' ha dichiarato Erick Thohir. 'Sono un imprenditore, ma prima ancora un tifoso e un amante dello sport. Non vedo l'ora di mettere la nostra passione e la nostra esperienza internazionale al servizio di questo fantastico Club e dei suoi tifosi'.

Erick Thohir, leader del gruppo di investitori, è un imprenditore con base a Jakarta, Indonesia, ed è fondatore e presidente di Mahaka Group. Le sue principali aree di business sono media and entertainment, incluse televisioni, radio, media digitali e stampa. Erick è co-proprietario del D.C. United, la squadra di calcio della Major League Soccer statunitense ed è stato Vice Presidente del Comitato Olimpico Indonesiano, oltre che Capo Missione per i Giochi Olimpici del 2012.

Rosan Roeslani è un importante uomo d'affari indonesiano, e un investitore con focus su settori strategici inclusi quello bancario e finanziario, delle infrastrutture, immobiliare e turistico. È Vice Presidente del settore bancario e assicurativo della Camera di Commercio Indonesiana. Rosan Roeslani possiede una partecipazione nel club D.C. United insieme a Thohir.

Handy Soetedjo è un imprenditore indonesiano che lavora nel settore dell'energia e media. Handy è partner di Erick Thohir nel Gruppo Mahaka e ha partecipato all'acquisizione della squadra di basket NBA Philadelphia 76ers nel 2011.

L'avvento di Thohir è importante sia per la continuità della presenza ad alti livelli del club (soprattutto nel senso di stabilità finanziaria, più che di interventi sul mercato) sia per la promozione del brand Inter nel mondo e del miglioramento dell'immagine a livello internazionale, visto che il magnate indonesiano è, come si legge nel comunicato, un grande esperto di comunicazione e che proprio in Indonesia sono presenti tantissimi sostenitori nerazzurri, a conferma di un trend che vede il mercato asiatico come una delle aree chiave a livello mondiale per l'aumento della visibilità delle società calcistiche. Nei prossimi giorni è attesa la convocazione dell'Assemblea ordinaria dei soci ed è probabile che vengano divulgati ulteriori dettagli su questa svolta storica non solo per l'Inter ma anche per il calcio italiano, il primo passo in questo senso sarà capire se Massimo Moratti manterrà la carica di presidente della società («dipende da me», ha dichiarato in mattinata) o se tale ruolo passerà a uno dei tre soci della cordata indonesiana. In quest'ultimo caso si tratterebbe del ventesimo presidente dell'Inter, il primo non italiano, e l'era Moratti, iniziata il 18 febbraio 1995 (con due interruzioni, la prima nel 1999 e l'altra dal 2004 al 2006, quando fu nominato Giacinto Facchetti presidente con Moratti che rimase comunque proprietario) succedendo a Ernesto Pellegrini, terminerebbe dopo diciotto anni e mezzo (il periodo in assoluto più lungo, superiore di cinque anni rispetto al padre Angelo, a capo del club dal 1955 al 1968) e sedici trofei vinti, su tutti il Triplete del 2010 con José Mourinho allenatore. L'avventura di Erick Thohir e della società ISC inizierà in via ufficiale, per quanto riguarda le attività della squadra, domenica sera alle ore 20.45 sul campo del Torino, nel posticipo dell'ottava giornata di Serie A: nel 1995, un giorno dopo l'insediamento di Massimo Moratti (il 19 febbraio), l'Inter superò per 1-0 il Brescia al Meazza con un gol di Nicola Berti, fra cinque giorni si saprà se anche questo nuovo corso avrà un debutto vincente.

[Immagine presa da tgcom24.mediaset.it]