Subito un brutto Milan, l’Udinese lo batte 1-0 all’esordio

0

Non è stato proprio l’esordio che ci si attendeva dal nuovo Milan guidato da Giampaolo, con i rossoneri che sono usciti sconfitti per 1-0 dall’Udinese nell’ultimo anticipo di questa prima giornata di Serie A. Partita senza grossi sussulti, con gli ospiti mai in grado di impensierire Musso per tutti i novanta minuti; mentre ai bianconeri è bastata una grande incornata del nuovo acquisto Becão, certificando poi la meritata vittoria con il miracolo di Donnarumma su Lasagna.

Tudor esclude a sorpresa de Paul dalla formazione titolare e punta sulla solidità con Jajalo in cabina di regia affiancato da Fofana e Mandragora, mentre in avanti Pussetto e Lasagna compongono la coppia offensiva. Nessuna sorpresa, invece, per Giampaolo che sceglie il 4-3-1-2 con Suso alle spalle di Castillejo e Piątek, in cabina di regia c’è Çalhanoğlu con Borini e Paquetá mezzali.

PRIMO TEMPO

La prima frazione viene giocata a ritmi bassi da entrambe le squadre, con il Milan che tiene di più il pallone, ma che non riuscirà mai a concludere neanche una singola volta in porta; mentre l’Udinese attende nella propria metà campo e ci prova in contropiede senza mai pungere. Due brividi arrivano così da palla inattiva: al 15′ Pussetto spizza e Borini va vicino all’autogol di ginocchio, invece sull’altro lato è Romagnoli a cercare la deviazione di tacco senza fortuna. Al 44′ arriva l’occasione più netta con Donnarumma che esce sui trenta metri ma respinge corto, Lasagna controlla e tenta la conclusione da oltre trentacinque metri senza precisione.

SECONDO TEMPO

Anche la ripresa continua sul canovaccio della prima frazione, con l’unica differenza che con il passare dei minuti si allargano gli spazi perché la stanchezza si fa sentire su entrambi i lati del campo. Il Milan continua a faticare terribilmente ad azionare le due punte, tanto che l’unico sussulto è un mancino da trenta metri di Paquetá che Musso guarda uscire a lato senza troppe preoccupazioni. I padroni di casa, invece, aumentano a sorpresa il ritmo dalla metà del secondo tempo e creano la prima vera occasione su azione manovrata del match al 68′, quando Larsen lancia Pussetto in fascia, cross di prima per Lasagna che di testa non colpisce benissimo e manda a lato. L’equilibrio si spezza al minuto 72 quando de Paul, appena entrato, batte un corner da destra e Rodrigo Becão svetta sopra la testa di tutti e inchioda alle spalle di Donnarumma il vantaggio. Gli uomini di Giampaolo accusano il colpo e rischiano di crolla tre minuti dopo, quando soltanto uno strepitoso intervento di Donnarumma nega il raddoppio alla grande girata di Lasagna da centro area. Nel finale il Milan produce soltanto proteste per un tocco di mano di Samir in area di rigore con Pasqua che va all’on field review, ma alla fine decide di non decretare il penalty. I rossoneri escono così sconfitti all’esordio dopo una bruttissima prestazione, certificata benissimo da un dato: zero conclusioni in porta in novanta minuti e un gioco lentissimo e orizzontale che imporrà al nuovo tecnico di lavorare ancora di più. Ottimo inizio, invece, per l’Udinese, che ottiene immediatamente tre punti utilissimi per la corsa salvezza.

UDINESE-MILAN 1-0 – IL TABELLINO

Udinese (3-5-2): Musso; Becão, Troost-Ekong, Samir; Larsen, Fofana (71′ Nestorovski), Jajalo, Mandragora, Gi. Pezzella (81′ Sema); Pussetto (71′ de Paul), Lasagna.
Milan (4-3-1-2): G. Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Rodríguez; Borini (60′ Kessié), Çalhanoğlu,Paquetá (76′ Bennacer); Suso; Castillejo (75′ Leão), Piątek.
Arbitro: Fabrizio Pasqua
Ammoniti: Jajalo (U); Borini, Paquetá, Çalhanoğlu (M)
Reti: 72′ Becão (U)

[Immagine presa da twitter.com]