Spezia, il focolaio di COVID-19 nato da un calciatore no-vax

0

La questione relativa allo Spezia, con un focolaio di COVID-19, ha un altro capitolo. Il medico sociale del club ligure annuncia che ora i positivi sono undici e che tutto è nato da un calciatore no-vax.

Vincenzo Salini, medico sociale dello Spezia, aggiorna sulla situazione del club (vedi articolo). Lo ha fatto intervenendo a “Punto Nuovo Sport Show”, su “Radio Punto Nuovo”: «Abbiamo provveduto ad effettuare la prima dose di vaccino. Due calciatori non hanno voluto effettuare il vaccino e si ritengono no vax e si è creato un piccolo cluster dal punto di vista clinico. Per fortuna, tutti i ragazzi stanno bene. Tutti i club stanno procedendo alle vaccinazioni. Non convocare i no-vax? Questo spetta ai club, comunque è una percentuale bassa. Penso che questo aspetto spinga ancora di più i calciatori a vaccinarsi. Calciatori vaccinati sono risultati positivi perché non abbiamo una copertura completa tra prima e seconda dose. Un calciatore dei due no-vax è risultato positivi e gli altri vaccinati avevo avuto da troppo poco la prima dose per la copertura».

[Fonte: radiopuntonuovo.it]