Spettacolo all’Olimpico! La Lazio riprende l’Atalanta, 3-3 al 92’

0

Da 0-3 a metà ripresa a 3-3 al 92’: la Lazio riprende l’Atalanta in pieno recupero in una partita meravigliosa.

La Lazio compie la rimonta memorabile. Contro un’Atalanta che sembrava aver già i tre punti in cassaforte, e con essi la vetta della classifica assieme alla Juventus, i biancocelesti ottengono un miracoloso pareggio allo scadere. Al 23’ un gol meraviglioso: colpo di tacco a smarcare Gosens sulla sinistra, discesa fino al limite e tocco per Luis Fernando Muriel, smarcato alla perfezione per sbloccare il risultato. Il colombiano, schierato titolare per l’infortunio del connazionale Zapata, è scatenato e cinque minuti dopo batte una punizione tagliata da sinistra, non tocca nessuno e Strakosha è ingannato. I gol ospiti diventano tre al 37’, stavolta è Tolói a servire Alejandro Gómez con la Lazio completamente in tilt, l’argentino si trova solo davanti a Strakosha e il Papu va a segno per la terza partita di fila. Simone Inzaghi fa un doppio cambio a inizio ripresa, la Lazio si risistema meglio in campo anche se sbaglia malamente due occasioni per riaprirla. Al 68’ fallo di Palomino su Ciro Immobile e calcio di rigore che lo stesso capocannoniere del campionato trasforma, passano due minuti e Joaquín Correa riapre clamorosamente la partita vincendo il duello con Freuler e battendo Gollini. Il portiere dell’Atalanta si supera due volte su Correa, evitando il pari, e all’89’ più volte incredibilmente viene mancato il 2-4 nella stessa azione. Così, come spesso accade, i gol sbagliati vengono pagati a carissimo prezzo: de Roon commette un fallo molto ingenuo e concede il secondo rigore in poco più di venti minuti, che Ciro Immobile trasforma al 92’ nonostante Gollini tocchi.

[Immagine presa da twitter.com]