Serie A 2019-2020, 21ª giornata: risultati e classifica

0

La Serie A sembrava già nelle mani della Juventus, invece i bianconeri perdono a Napoli e riaprono il campionato. Inter e Lazio fermate sul pari ma accorciano, l’Atalanta va a -1 dalla Roma quarta dopo l’incredibile 0-7 al Torino.

BRESCIA-MILAN 0-1 71′ Rebić: leggi l’articolo sulla partita.

SPAL-BOLOGNA 1-3 23′ rig. Petagna (S), 24′ aut. Vicari, 59′ Barrow, 63′ Poli: leggi l’articolo sulla partita.

FIORENTINA-GENOA 0-0: leggi l’articolo sulla partita.

TORINO-ATALANTA 0-7 17′, 53′, 54′ Iličić, 29′ Gosens, 45′ +1 rig. D. Zapata, 86′ rig., 88′ Muriel: leggi l’articolo sulla partita.

INTER-CAGLIARI 1-1 29′ Martínez, 78′ Nainggolan (C): leggi l’articolo sulla partita.

PARMA-UDINESE 2-0 19′ Gagliolo, 34′ Kuluševski: il Parma torna a vincere e tiene il passo del Milan, agganciando il Cagliari al sesto posto. Gagliolo, già a segno all’andata, sblocca la situazione al 19′ con un gran tiro al volo di sinistro, dopo una botta di Kuluševski deviata. È proprio il classe 2000, dopo un mese di appannamento, a raddoppiare un quarto d’ora dopo, con un destro rasoterra mal calcolato da Musso. L’Udinese si scuote soltanto dopo il 2-0, Lasagna prima dell’intervallo colpisce la traversa con un sinistro potentissimo. Ripresa più tranquilla, anche se Sepe deve fare un miracolo su punizione di De Paul deviata da Kuluševski. Un erroraccio di Iacoponi manda in porta Mandragora, ma il centrocampista nell’uno contro uno col portiere angola troppo e spedisce fuori.

SAMPDORIA-SASSUOLO 0-0: nemmeno il ritorno di Quagliarella da titolare dà alla Sampdoria i gol e i tre punti. Il Sassuolo regge con la porta inviolata, nonostante resti in dieci oltre un’ora. Al 25′ Peluso ferma Gabbiadini pronto a raccogliere il pallone ed entrare in area da solo, per l’arbitro è chiara occasione da gol e quindi rosso diretto. Nonostante l’inferiorità numerica la più grande chance del match è ospite, al 53′ contropiede di Berardi e assist sulla sinistra per Boga, che va via in dribbling e colpisce il palo risultando sfortunato nel rimpallo. Quagliarella prova un numero dei suoi, ma la girata non gli riesce. Punto che serve per allontanare la zona retrocessione, ma nessuna delle due squadre fa lo scatto decisivo.

VERONA-LECCE 3-0 19′ Dawidowicz, 34′ Pessina, 87′ rig. Pazzini: il Verona si porta a due punti dal sesto posto, peraltro con una partita in meno, e può definirsi in piena corsa per l’Europa. Schiantato il Lecce in un match quasi senza storia, con i gialloblù che hanno dominato. Il vantaggio arriva al 19′, corner da sinistra di Miguel Veloso e Dawidowicz salta di testa e infila la porta ospite. Splendida l’azione del raddoppio al 34′, con cross di Lazović da sinistra e perfetto inserimento di Pessina che incorna solissimo e bissa il gol dell’andata. Prima dell’intervallo prova la reazione il Lecce, ma si ferma a una traversa di Majer. Per i salentini però le cose precipitano nella ripresa, quando Dell’Orco già ammonito entra malissimo su Pessina: secondo giallo inevitabile. Allo scadere il rigore del tris, per un fallo del subentrato portiere ospite Vigorito su Amrabat. Dal dischetto va Pazzini che lo spiazza.

ROMA-LAZIO 1-1 26′ Džeko, 34′ Acerbi (L): leggi l’articolo sulla partita.

NAPOLI-JUVENTUS 2-1 63′ Zieliński, 86′ Insigne, 90′ Cristiano Ronaldo (J): leggi l’articolo sulla partita.

CLASSIFICA SERIE A

Juventus 51
Inter 48
Lazio 46 *
Roma 39
Atalanta 38
Cagliari 31
Parma 31
Milan 31
Verona 29 *
Napoli 27
Bologna 27
Torino 27
Fiorentina 25
Udinese 24
Sassuolo 23
Sampdoria 20
Lecce 16
SPAL 15
Genoa 15
Brescia 15

* una partita in meno

PROSSIMO TURNO

Bologna-Brescia sabato 1 febbraio ore 15
Cagliari-Parma sabato 1 febbraio ore 18
Sassuolo-Roma sabato 1 febbraio ore 20.45
Juventus-Fiorentina domenica 2 febbraio ore 12.30
Atalanta-Genoa domenica 2 febbraio ore 15
Lazio-SPAL domenica 2 febbraio ore 15
Milan-Verona domenica 2 febbraio ore 15
Lecce-Torino domenica 2 febbraio ore 18
Udinese-Inter domenica 2 febbraio ore 20.45
Sampdoria-Napoli lunedì 3 febbraio ore 20.45