Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus

Ultimi verdetti della Serie A chiusa pochi minuti fa: Napoli direttamente ai gironi di Champions League, Roma ai play-off, Palermo salvo e Carpi retrocesso, mentre il Sassuolo dovrà aspettare la finale di Coppa Italia per sapere se andrà in Europa League al posto del Milan. Di Natale e Klose salutano Udinese e Lazio segnando su rigore, ma Gonzalo Higuaín supera tutti e con trentasei gol stabilisce il record assoluto superando Nordahl.

 

JUVENTUS – SAMPDORIA 5-0 6' Evra, 15' rig., 37' Dybala, 77' Chiellini, 85' Bonucci: nessuna pietà da parte dei campioni d'Italia sulla Sampdoria. Partita già abbondantemente chiusa nel primo tempo, su punizione di Dybala Evra devia per il gol del vantaggio, poi Mandžukic viene atterrato da Škriniar che lascia i blucerchiati in dieci e determina il rigore del raddoppio di Dybala. Lo stesso argentino di pallonetto serve un assist a Lichtsteiner che prende la traversa, poi fa tutto da solo e con un sinistro da fuori fissa il 3-0 e la doppietta. Nel quarto d'ora finale c'è gloria anche per i difensori, su corner smanacciato da Brignoli gran sinistro al volo sotto l'incrocio di Chiellini e su altro calcio d'angolo doppio tocco in area, l'ultimo vincente da parte di Bonucci.

MILAN – ROMA 1-3 19' Salah, 59' El Shaarawy, 82' Emerson Palmieri, 86' Bacca (M): trionfo della Roma al Meazza ma non basta per il secondo posto perché il Napoli regge. Imbarazzante la difesa milanista, Alex sbaglia qualsiasi cosa e su verticalizzazione di Strootman tiene in gioco Salah che davanti a Donnarumma apre il conto. Un magnifico pallonetto di Pjanic (ultima in giallorosso?) libera davanti alla porta El Shaarawy che firma il classico gol dell'ex, poi entra Totti che sfiora il tris su punizione a due in area respinta alla grande da Donnarumma e avvia lo 0-3 con un tacco per Salah, il cui tiro parato dal portiere finisce sui piedi di Emerson Palmieri, al suo primo centro in A. Segna nel finale anche Bacca, ma per il Milan sono solo fischi.

NAPOLI – FROSINONE 4-0 44' Hamšík, 52', 62', 71' Higuaín: leggi l'articolo sulla partita

SASSUOLO – INTER 3-1 6', 39' Politano, 26' Pellegrini, 31' Palacio (I): leggi l'articolo sulla partita

CHIEVO – BOLOGNA 0-0: partita inguardabile al Bentegodi dove Chievo e Bologna non fanno nulla per vincere o anche solo per avvicinarsi alla porta. L'unica cosa da segnalare è un violento acquazzone sul Bentegodi nella ripresa.

EMPOLI – TORINO 2-1 12' Maccarone, 54' Zielinski, 56' Obi (T): l'Empoli saluta Giampaolo e molti giocatori con una vittoria che vale il decino posto in classifica. Massimo Maccarone segna con un destro dal limite su assist di Saponara il suo tredicesimo gol in campionato, poi il Torino è molto sfortunato perché colpisce la traversa con Zappacosta su punizione e Martínez, mentre il debuttante Pugliesi (trentanove anni e cinque mesi, record) salva due volte su Bruno Peres. Una triangolazione fra Zielinski e Maccarone manda alla conclusione il primo che raddoppia, poi accorcia Obi di testa.

GENOA – ATALANTA 1-2 52' D'Alessandro, 58' Pavoletti (G), 82' Kurtic: prima vittoria esterna per l'Atalanta nel 2016, i nerazzurri non trovavano i tre punti da uno 0-2 sulla Roma del 29 novembre. Dopo due gol annullati a Pavoletti (uno era regolare) segna D'Alessandro su contropiede del Papu Gómez, poi finalmente Pavoletti riesce a pareggiare in mischia su corner di Suso. L'ex Borriello colpisce la traversa su punizione e Lamanna è fortunato perché il pallone gli rimbalza sul corpo ed esce, nel finale traversone di Gómez e impercettibile deviazione di Kurtic per l'1-2.

LAZIO – FIORENTINA 2-4 2' Lulic (L), 31', 70' Vecino, 40' Bernardeschi, 45' Tello, 74' rig. Klose (L): la Fiorentina vince ma la notizia è il saluto di Miroslav Klose al pubblico dell'Olimpico con il gol del definitivo 2-4. La partita sembra mettersi bene per i biancocelesti perché al primo assalto un gran tiro di Lulic dal limite vale il vantaggio, ma nell'ultimo quarto d'ora del primo tempo si scatenano i viola che segnano tre volte, la prima con un destro piazzato di Vecino, la seconda con un mancino di Bernardeschi su cross da sinistra e la terza in contropiede con Tello che ha tutta la metà campo avversaria per involarsi e battere Marchetti. Ancora Vecino, che fino a oggi non aveva mai segnato in questo campionato, fa poker chiudendo una grande azione corale dei gigliati, poi Lulic subisce fallo appena dentro l'area e dà la chance a Klose di mettere dentro dal dischetto il suo ultimo gol biancoceleste.

PALERMO – VERONA 3-2 28' Vázquez, 49' Viviani (V), 51' Maresca, 64' Gilardino, 85' Pisano (V): con una sofferenza clamorosa il Palermo riesce a salvarsi con le unghie e con i denti, ma fino all'ultimo secondo la partita è rimasta in bilico. Alla mezz'ora Franco Vázquez dal limite trova il varco per il sinistro e Gollini non è perfetto, ma il Verona non è certo arrendevole e pareggia a inizio ripresa col secondo gol consecutivo di Federico Viviani, un destro in diagonale che zittisce il Barbera per un paio di minuti, finché su rimessa laterale Helander, Bianchetti e Gollini dormono permettendo a Maresca di colpire di testa e fare 2-1. Gilardino di testa su cross di Rispoli firma il suo decimo centro in campionato e dà relativa tranquillità ai rosanero, forse anche troppa perché a cinque minuti dalla fine su punizione di Viviani l'ex Pisano accorcia le distanze rendendo il finale infuocato. Da segnalare sull'1-0 la doppia espulsione di Morganella e Wszolek, anche se dalle immagini le scorrettezze appaiono soltanto del laterale svizzero.

UDINESE – CARPI 1-2 36' rig., 38' Verdi (C), 79' rig. Di Natale: vittoria amarissima per il Carpi, che pur ottenendo un successo retrocede dopo soltanto un anno di Serie A. Simone Verdi dà speranze agli emiliani con una doppietta in due minuti, il primo gol su rigore e il secondo con un grandissimo slalom in mezzo alla difesa friulana, mentre in mezzo Théréau si fa cacciare per proteste appena prima della ripresa del gioco dopo lo 0-1. A un quarto d'ora dalla fine entra Totò Di Natale che ha subito un rigore (più che dubbio) per chiudere con una rete davanti ai suoi sostenitori, Colombi resta fermo e l'eterno bomber napoletano può festeggiare.

CLASSIFICA

Juventus 91
Napoli 82
Roma 80
Inter 67
Fiorentina 64
Sassuolo 61
Milan 57
Lazio 54
Chievo 50
Empoli 46
Genoa 46
Torino 45
Atalanta 45
Bologna 42
Sampdoria 40
Palermo 39
Udinese 39
Carpi 38
Frosinone 31
Verona 28

Juventus campione d'Italia
Juventus e Napoli qualificate alla fase a gironi di UEFA Champions League 2016-2017
Roma qualificata ai play-off di UEFA Champions League 2016-2017
Inter qualificata alla fase a gironi di UEFA Europa League 2016-2017
Fiorentina qualificata alla fase a gironi di UEFA Europa League 2016-2017, Sassuolo qualificato al terzo turno preliminare di UEFA Europa League 2016-2017 *
Carpi, Frosinone e Verona retrocesse in Serie B

* in caso di vittoria del Milan nella finale di Coppa Italia Milan qualificato alla fase a gironi di UEFA Europa League 2016-2017 e Fiorentina qualificata al terzo turno preliminare di UEFA Europa League 2016-2017

[Immagine presa da facebook.com]