Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus

Delle prime otto vince soltanto la Juventus e grazie a questa combinazione di risultati i bianconeri superano la Roma e diventano i nuovi leader della classifica di Serie A. Sconfitte pesanti per Fiorentina, Napoli e Verona nel derby, prosegue la crisi del Milan che non vince da oltre un mese.

 

VERONA – CHIEVO 0-1 92′ Lazarevic: il ritorno del derby di Verona in Serie A a undici anni dagli unici due precedenti sorride nel finale al Chievo, già in gol a inizio partita con Cesar ma annullato per un fuorigioco inesistente. Rispetto alle altre partite casalinghe, fino a sabato tutte vinte, l’Hellas non ripete le prestazioni positive e quando ormai lo zero a zero sembrava scritto il subentrato Lazarevic, al secondo minuto di recupero, trova la conclusione vincente per superare Rafael e regalare ai clivensi la seconda vittoria in campionato.

MILAN – GENOA 1-1 4′ Kaká, 8′ rig. Gilardino (G): fischi e contestazione per il Milan, ancora a secco di vittorie nel mese di novembre e fermato in casa dal Genoa di Gasperini. Un gran lancio di de Jong in avvio di gara manda in porta Kaká che realizza il suo secondo gol stagionale dopo quello alla Lazio ma poco dopo Emanuelson rovina tutto commettendo fallo in area su Fetfatzidis e dal dischetto Gilardino batte Abbiati con un tiro potente e centrale. Anche il Milan avrebbe la chance dal dischetto per segnare (fallo di Manfredini, espulso per chiara occasione da gol, su Balotelli) ma il numero quarantacinque rossonero si fa parare il secondo rigore di fila in Serie A da Perin calciandolo malissimo centralmente, nella ripresa la formazione di casa ci prova ma senza troppa lucidità e il Genoa riesce a difendersi bene in dieci fino all’ultima azione. Al termine della partita contestazione fuori dallo stadio da parte degli ultrà milanisti, tanto che Abbiati e Kaká si sono intrattenuti a parlare con i tifosi.

NAPOLI – PARMA 0-1 81′ Cassano: leggi l’articolo sulla partita

LIVORNO – JUVENTUS 0-2 63′ Llorente, 75′ Tévez: leggi l’articolo sulla partita

SAMPDORIA – LAZIO 1-1 67′ Soriano, 94′ Cana (L): sfuma a dieci secondi dalla fine la vittoria per Siniša Mihajlovic al debutto sulla panchina della Sampdoria, mentre Petkovic riesce a evitare l’esonero. Dopo un primo tempo sostanzialmente nullo la ripresa si apre con l’espulsione di Krsticic, già ammonito ma espulso con il rosso diretto per un duro intervento a centrocampo, la Lazio cerca di approfittare della superiorità numerica ma colpisce il palo da pochi passi con Brayan Perea e allora a segnare è la Sampdoria con un’azione rocambolesca terminata da un colpo di testa di Soriano che finisce dentro. Nell’ultimo minuto di recupero slalom speciale di Cana che al limite dell’area supera Mustafi e con un destro sul primo palo firma l’uno a uno.

SASSUOLO – ATALANTA 2-0 63′ Zaza, 67′ D. Berardi: il Sassuolo è sempre più Berardi-dipendente. Le speranze di salvezza per i debuttanti neroverdi passano quasi tutte dalle giocate del talento classe 1994 di proprietà della Juventus, a segno per la terza partita di fila. Neanche il ritorno di Denis serve all’Atalanta per uscire con qualche punto da Reggio Emilia, sullo 0-0 la grande occasione ce l’ha Maxi Morález ma Pegolo è prodigioso, in quattro minuti si decide la partita con il vantaggio di Zaza, che ribadisce in rete una punizione respinta da Consigli, e ancora con Berardi, al settimo gol in campionato. Con questo successo il Sassuolo si porta a più tre sulla zona retrocessione.

TORINO – CATANIA 4-1 10′ Immobile, 34′, 61′ El Kaddouri, 50′ Leto (C), 59′ E. Moretti: grande pomeriggio per il Torino che demolisce il Catania allo stadio Olimpico. I rossoazzurri passano invece una domenica da incubo e praticamente regalano i primi due gol ai granata, prima sbaglia Legrottaglie che scivola e lascia campo a Immobile per l’uno a zero, poi Guarente entra maldestramente in scivolata servendo di fatto un assist a El Kaddouri per il suo primo gol in Serie A. De Canio effettua due cambi prima dell’intervallo e uno dei nuovi ingressi, l’argentino Sebastián Leto, trova con un po’ di fortuna (tiro dal limite deviato) la rete che accorcia le distanze (grandi proteste da parte granata per un fallo non fischiato in precedenza, Ventura viene allontanato) ma è solo un’illusione perché poco dopo la partita la chiudono Moretti di testa e ancora El Kaddouri con la doppietta personale. Non segna per una volta Cerci, vicinissimo al pokerissimo nel finale.

UDINESE – FIORENTINA 1-0 34′ Heurtaux: leggi l’articolo sulla partita

BOLOGNA – INTER 1-1 12′ Kone, 51′ Jonathan (I): leggi l’articolo sulla partita

ROMA – CAGLIARI 0-0: leggi l’articolo sulla partita

CLASSIFICA
Juventus 34
Roma 33
Napoli 28
Inter 26
Fiorentina 24
Verona 22
Genoa 18
Lazio 17
Parma 16
Atalanta 16
Udinese 16
Torino 15
Milan 14
Cagliari 14
Sassuolo 13
Livorno 12
Bologna 11
Sampdoria 10
Chievo 9
Catania 9

SQUALIFICHE
Una giornata: Mauricio Pinilla (Cagliari), Alberto Aquilani (Fiorentina), Thomas Manfredini (Genoa), Kwadwo Asamoah (Juventus), Andrea Luci (Livorno), Cristián Zapata (Milan), Walter Alejandro Gargano (Parma), Nenad Krsticic (Sampdoria), Luca Antei, Antonio Floro Flores (Sassuolo), Danilo D’Ambrosio (Torino)

PROSSIMO TURNO
Parma – Bologna sabato 30 novembre ore 18
Genoa – Torino sabato 30 novembre ore 20.45
Catania – Milan domenica 1 dicembre ore 12.30
Atalanta – Roma domenica 1 dicembre ore 15
Cagliari – Sassuolo domenica 1 dicembre ore 15
Chievo – Livorno domenica 1 dicembre ore 15
Inter – Sampdoria domenica 1 dicembre ore 15
Juventus – Udinese domenica 1 dicembre ore 18.30
Fiorentina – Verona lunedì 2 dicembre ore 19
Lazio – Napoli lunedì 2 dicembre ore 21

[Immagine presa da legaseriea.it]