Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus
Serie A risultati giornata 18

Senza Juventus e Milan, che domani saranno impegnate nella Supercoppa Italiana (ore 17.30), l’ultimo turno di Serie A è incompleto ma non per questo ricco di spunti. Il Napoli evita all’ultimo secondo con un rigore del redivivo Gabbiadini la sconfitta contro la Fiorentina lanciata da Bernardeschi, 3-0 di Pioli con l’Inter alla sua ex squadra, la Lazio. Incredibile 4-3 in Cagliari-Sassuolo, Roma in fuga seconda.

ATALANTA – EMPOLI 2-1 51′ Mchedlidze (E), 74′ Kessié, 94′ D’Alessandro: leggi l’articolo sulla partita.

INTER – LAZIO 3-0 54′ Banega, 56′, 65′ Icardi: leggi l’articolo sulla partita.

CAGLIARI – SASSUOLO 4-3 14′ Sau, 30′ Adjapong (S), 33′ Pellegrini (S), 58′ rig. Acerbi (S), 62′ Borriello, 73′, 76′ Farias: una delle partite più folli dell’anno va in scena al Sant’Elia e ancora una volta il Sassuolo dilapida un doppio vantaggio, riuscendo a perdere come contro la Sampdoria. Su corner sponda di testa e Sau, al secondo tentativo, batte Consigli e fa 1-0 ma la difesa del Cagliari è terribile e concede due gol in tre minuti, prima Sensi serve Adjapong che da posizione impossibile batte Rafael (sostituto dell’escluso Storari) posizionato malissimo e poi Pellegrini si infila centralmente e fa partire un gran destro nell’angolino basso. Il centrocampista ex Roma subito dopo però si fa espellere per un intervento pericoloso su Di Gennaro e i neroverdi devono giocare quasi un’ora in dieci, nonostante ciò hanno diverse opportunità in contropiede e su una di queste Ragusa subisce fallo da Pisacane, calcio di rigore e Acerbi trasforma. Farias guida la riscossa rossoblù, l’attaccante serve Borriello che col destro in caduta incrocia e riapre subito il discorso, poi il brasiliano si mette in proprio e la ribalta in tre minuti, il 3-3 su tiro deviato da Terranova e il clamoroso 4-3 con uno splendido destro da fuori imprendibile per Consigli. Panchina di Rastelli probabilmente salva.

FIORENTINA – NAPOLI 3-3 25′ L. Insigne, 51′, 69′ Bernardeschi (F), 68′ Mertens, 82′ Zárate (F), 94′ rig. Gabbiadini: leggi l’articolo sulla partita.

PALERMO – PESCARA 1-1 33′ Quaison, 93′ rig. Biraghi (PE): pareggio che serve poco a due pericolanti, il Palermo manca all’ultimo la prima vittoria in casa (ma quantomeno fa il primo punto) e il Pescara non riesce a ottenere la prima affermazione sul campo. Quaison, come domenica col Genoa, segna un gol splendido partendo in mezzo a tanti avversari e calciando forte sul palo lontano, gli abruzzesi però si salvano nel recupero quando González entra in scivolata e prende Caprari, dal dischetto Biraghi trasforma e successivamente ci sarebbe anche un’ulteriore occasione per fare 1-2, sventata con un miracolo da Posavec.

ROMA – CHIEVO 3-1 37′ de Guzmán (C), 45′ +1′ El Shaarawy, 52′ Džeko, 93′ rig. Perotti: la Roma sfrutta i passi falsi di Lazio e Napoli e scappa via al secondo posto, in attesa del recupero della Juventus fissato però a febbraio. Il Chievo passa alla mezz’ora, Jonathan de Guzmán diventa il primo giocatore di movimento con la maglia numero 1 a fare gol con un colpo di testa su cross di Izco (malissimo Bruno Peres in marcatura), il vantaggio dura fino al recupero del primo tempo quando una punizione di El Shaarawy scavalca barriera e Sorrentino per il pari con cui si va al riposo. A inizio ripresa la Roma trova subito il 2-1, mischia in area e serie di carambole che fanno finire il pallone proprio sui piedi di Džeko, impossibile per lui sbagliare da pochi passi. Diventa una partita in discesa, Sorrentino sventa due volte sul bosniaco, nel recupero fallo di Filippo Costa su Perotti e rigore trasformato come al solito in maniera glaciale dall’argentino.

SAMPDORIA – UDINESE 0-0: doveva essere una partita dalle tante emozioni e invece si è trasformata in uno 0-0 senza molto da segnalare. Sono della Sampdoria, e nella ripresa, le occasioni migliori per vincere, prima Quagliarella in diagonale manda sul fondo di poco e poi Schick, come al solito subentrato, sfrutta un retropassaggio errato di Théréau ma col sinistro sfiora soltanto il palo.

TORINO – GENOA 1-0 49′ Belotti: il Torino torna alla vittoria dopo un periodo difficile e lo fa grazie al suo giocatore più importante, Andrea Belotti. Nel primo tempo è il Genoa a sfiorare un paio di volte il vantaggio con Simeone, maè a inizio ripresa che i granata concretizzano, punizione di Ljajić battuta a centro area e Belotti devia in rete per il suo tredicesimo gol in campionato, uno meno del capocannoniere Icardi. Non serve ai rossoblù l’ingresso all’88’ di Pietro Pellegri, attaccante classe 2001 diventato il debuttante più giovane di sempre in Serie A assieme ad Amedeo Amadei.

CROTONE – JUVENTUS rinviata a mercoledì 8 febbraio 2017 ore 18.

BOLOGNA – MILAN rinviata a mercoledì 8 febbraio 2017 ore 20.45.

CLASSIFICA

Juventus 42 *
Roma 38
Napoli 35
Lazio 34
Milan 33 *
Atalanta 32
Inter 30
Torino 28
Fiorentina 27
Udinese 25
Chievo 25
Genoa 23
Sampdoria 23
Cagliari 23
Bologna 20 *
Sassuolo 17
Empoli 14
Palermo 10
Crotone 9 *
Pescara 9

* una partita in meno

PROSSIMO TURNO

Empoli – Palermo sabato 7 gennaio 2017 ore 18
Napoli – Sampdoria sabato 7 gennaio 2017 ore 20.45
Udinese – Inter domenica 8 gennaio 2017 ore 12.30
Chievo – Atalanta domenica 8 gennaio 2017 ore 15
Genoa – Roma domenica 8 gennaio 2017 ore 15
Lazio – Crotone domenica 8 gennaio 2017 ore 15
Pescara – Fiorentina domenica 8 gennaio 2017 ore 15
Sassuolo – Torino domenica 8 gennaio 2017 ore 15
Milan – Cagliari domenica 8 gennaio 2017 ore 18
Juventus – Bologna domenica 8 gennaio 2017 ore 20.45

[Immagine presa da facebook.com]