Samp-Genoa, derby tra spie e silenzi stampa

0

Vigilia dell'88esimo derby ufficiale tra Sampdoria e Genoa valido per la terza giornata di Serie A. Clima strano per gli allenamenti a porte chiuse, le storie di spie e le conferenze stampa che non ci sono state.

 

Stasera si affrontano per il derby della lanterna Sampdoria e Genoa, in una partita che promette spettacolo per le motivazioni che, nonostante siamo solo alla terza giornata, saranno già molte. Soprattutto in casa rossoblù, dove Liverani si gioca una buona fetta di panchina in quella che potrebbe essere la sua ultima serata al timone della squadra. Già, perchè le due compagini arrivano in maniera diversa al derby: la Samp ha un punto che però è maturato dopo prestazioni più che dignitose contro Juventus e Bologna, mentre il Genoa ha subito due cocenti sconfitte a Milano contro l'Inter e in casa con la Fiorentina, risultando la peggior difesa del campionato fino a oggi (7 reti). 
Il clima pre partita non è teso come altre volte ma sicuramente strano e un po' polemico, dato che non solo entrambe le squadre hanno effettuato gli allenamenti degli ultimi giorni a porte chiuse, ma i loro allenatori e giocatori hanno pure disertato conferenze stampa e interviste varie. Anche questo ha contribuito alla genesi di alcuni episodi che hanno avuto luogo proprio a ridosso delle sessioni di allenamento, come la scoperta di un "intruso" a Bogliasco, quartier generale della Samp, tale Luca De Prà, preparatore dei portieri rossoblù della Primavera, beccato a spiare gli schemi tattici di Delio Rossi nascosto tra gli alberi del bosco che sovrasta il campo. Prontamente la foto del collaboratore genoano, con tanto di tuta mimetica, è stata caricata su internet e resa pubblica, scatenando l'ironia dei tifosi doriani, nonchè l'ira del Genoa, che ha subito sospeso De Prà chiarendo l'estraneità del club al suo gesto, come dichiarato sul sito ufficiale:  "Il Genoa Cfc, con riferimento a quanto avvenuto questa mattina (giovedì, ndr) precisa che nessun dirigente o componente dello staff tecnico ha dato mandato al signor Luca De Prà, preparatore portieri della Primavera, di seguire l’allenamento in programma a Bogliasco. Si è trattata di una iniziativa di carattere personale. Tale procedura non è mai stata utilizzata in passato e non fa parte del modus operandi ascrivibile al nostro club. La Società rende noto che il sig. De Prà è stato sospeso con effetto immediato dall’incarico in attesa che vengano fornite eventuali spiegazioni".
Una storia che si è ripetuta il giorno dopo, venerdì, quando lo stesso sito genoano ha pubblicato le foto di altre "spie", stavolta dei giornalisti, appostate all'interno di uno degli edifici adiacenti al campo di allenamento rossoblù. La cosa si è scoperta recidiva da parte di alcuni addetti, per cui il Genoa ha contribuito con dell'ironia a sdrammatizzare un po' la tensione creatasi con l'episodio di De Prà.
Ma quello che si aspettano i tifosi è ben altro, uno spettacolo che dimostra di essere interessante anche per il fatto che a seguirla non ci sarà solo il ct della Nazionale Cesare Prandelli, ma anche osservatori di squadre importanti come Manchester City, United, Marsiglia e Villarreal.
Per quanto riguarda le formazioni, dubbi a centrocampo per Delio Rossi, che potrebbe affidarsi sin dal primo minuto al nuovo acquisto Bjarnason, in alternativa a uno fra Soriano e Renan, con il giovane Regini sempre titolare sulla fascia sinistra. Liverani invece potrebbe cambiare fin dal portiere, con Bizzarri che sembra però destinato ancora alla panchina; la novità sarà il modulo, infatti si va verso il 3-5-2 a specchio, con Vrsaljko e Antonini sulle fasce e un bel ballottaggio per il ruolo della seconda punta fra Centurion, Bertolacci e Santana.

PROBABILI FORMAZIONI

SAMPDORIA (3-5-2): Da Costa; Gastadello, Palombo, Costa; De Silvestri, Obiang, Krsticic, Bjarnason, Regini; Eder, Gabbiadini.
A disposizione: Fiorillo, Castellini, Mustafi, Barillà, Wszolek, Berardi, Salamon, Eramo, Soriano, Renan, Sansone, Pozzi, Petagna.
Allenatore: Rossi.

GENOA (3-5-2): Perin; Gamberini, Portanova, Manfredini; Vrsaljko, Kucka, Lodi, Matuzalem, Antonini; Centurion, Gilardino.
A disposizione: Donnarumma, Bizzarri, Blaze, Biondini, De Maio, Cofie, Fetfatzidis, Bertolacci, Stoian, Santana, Konate, Calaiò.
Allenatore: Liverani.

(fonte immagine: repubblica.it)