Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus
Mohamed Salah Chievo-Roma

Per due volte la Roma va sotto in casa del Chievo, ma le doppiette di Stephan El Shaarawy e Mohamed Salah valgono la vittoria. Finisce 3-5, la squadra di Luciano Spalletti conferma il secondo posto e chissà che non possa ancora mantenere aperta una minima speranza tricolore, visto che ora la Juventus è a -1.

Doppia doppietta per spingere la Roma verso la fase a gironi della prossima Champions League. Stephan El Shaarawy e Mohamed Salah prendono per mano una squadra terrorizzata e la portano a ottenere il pesantissimo obiettivo tre punti, al termine di novanta minuti in cui gli scenari si sono ribaltati molteplici volte. Per un tempo la Roma ha fatto di tutto per volersi far male da sola, riportando alla mente i fantasmi di tanti finali di stagione del passato, ma poi ci hanno pensato i due esterni del tridente a risolverla a proprio favore, confermando così il secondo posto. L’assenza di Radja Nainggolan, entrato solo al 71′ per un problema fisico, ha tolto dalla contesa l’uomo in più della Roma di quest’anno e senza il belga la zona fra difesa e centrocampo ha spesso fatto acqua (male l’ex Leandro Paredes, malissimo i due centrali Federico Fazio e Kostas Manolas, pesantemente responsabili sul 2-1), quando è entrato le cose si sono tranquillizzate e proprio lui ha servito a Edin Džeko l’assist per la cinquina. Non inganni il risultato: il Chievo finché è rimasto in panchina ha fatto la sua onestissima figura ed è andato due volte sopra nel risultato, ha mollato solamente dopo il 2-4 quando inevitabilmente le motivazioni hanno avuto la meglio. Per Luciano Spalletti, apparso molto teso durante la partita, è una liberazione: forse contro il Genoa sarà la sua ultima gara della sua seconda esperienza in giallorosso, ma farlo chiudendo al secondo posto avrebbe tutto un altro sapore.

PRIMO TEMPO

Un tiro per parte nei primi cinque minuti, una punizione di Paredes bloccata da Sorrentino e un destro di Radovanović fuori di poco, ma è la Roma a sfiorare il gol all’8′ con Salah che duetta con Strootman e chiama al grande intervento Sorrentino sul suo sinistro. La rete la trova invece il Chievo al 15′, traversone dalla destra di Depaoli sul quale Inglese prova ad andare di testa in contrasto con Manolas, la palla si alza a campanile e Lucas Castro di controbalzo col destro batte Szczęsny per l’1-0. Un doppio brivido scende sulla schiena della Roma, prima per lo svantaggio e poi per il rischio tracollo, perché al 19′ Inglese dà all’indietro per Birsa che calcia dal limite di sinistro e il suo tiro non si trasforma nel 2-0 solo per aver preso un effetto a uscire. Partita divertente che la Roma riesce a riprendere al 28′ in maniera anche in po’ casuale: su colpo di testa di Fazio in anticipo Džeko è in fuorigioco e si disinteressa del pallone, Gamberini lascia sfilare senza accorgersi dell’inserimento da dietro di Stephan El Shaarawy che arriva primo sul pallone, salta Sorrentino e dal limite dell’area pareggia a porta vuota, bissando la rete segnata all’andata. Tutto più facile? Manco per sogno, perché al 37′ il Chievo ripassa in vantaggio con un cross bellissimo da sinistra di Birsa che pesca in area Roberto Inglese, colpo di testa e 2-1 ma incredibile il piazzamento difensivo della Roma che lascia due uomini liberissimi al limite dell’area piccola (Manolas scala male e Fazio perde la marcatura, dietro Inglese c’era Castro). Salah potrebbe pareggiare al 41′ ma sulla sponda di Džeko deviata l’egiziano colpisce di testa prendendo in pieno Sorrentino, all’azione successiva proprio Mohamed Salah però fa centro con un sinistro dal limite deviato da Gobbi che diventa imprendibile per Sorrentino e si spegne nel palo lontano.

SECONDO TEMPO

Gioco molto spezzettato, soprattutto quando Sorrentino si scontra in uscita con Gamberini costringendolo a uscire dal campo in ambulanza per una probabile frattura alle costole. Quando si riprende a giocare la Roma trova il suo primo vantaggio: gran lancio di Strootman, ottimo controllo di Stephan El Shaarawy partito al limite e destro che mette fuori causa Sorrentino, quarto gol nelle ultime tre partite per l’ex Monaco decisivo in questo ultimo mese. Il Chievo non ci sta e comincia a bersagliare l’area romanista con una serie di cross spesso gestiti male dalla difesa, ma non arriva la giocata per fare 3-3, a un quarto d’ora dalla fine invece Džeko salta due difensori con una finta e di sinistro trova la smanacciata di Sorrentino in corner, dal quale tocca Manolas e ancora il portiere si supera. Un minuto dopo il quarto gol, grande azione in verticale con De Rossi che serve Džeko il quale prolunga verso Mohamed Salah, sinistro piazzato dal limite ed è doppietta pure per lui che stavolta chiude definitivamente i giochi. I gol non sono finiti, ce ne sono due negli ultimi dieci minuti: all’83’ Nainggolan serve Edin Džeko che con un destro fortissimo entra pure lui a referto (trentottesimo stagionale), poi entra Totti che appena fatto il suo ingresso in campo vede il Chievo fissare il punteggio sul 3-5, corner prolungato da Pellissier e Roberto Inglese in fuorigioco fa doppietta, la terza del pomeriggio, correggendo in rete da due passi.

Roma a -1 dalla Juventus almeno fino a domani pomeriggio, prima però di tifare Crotone e sperare in un clamoroso scudetto deciso all’ultima giornata i giallorossi devono mettersi davanti alla TV a sostenere la Fiorentina: se i viola alle 20.45 non dovessero perdere a Napoli il secondo posto sarebbe già deciso stasera, prima ancora di Roma-Genoa. Chievo ormai tranquillamente salvo da tempo, finirà il suo campionato in casa dell’Atalanta.

IL TABELLINO

Chievo (4-3-2-1): Sorrentino; Cacciatore, Cesar, Gamberini (57′ Frey), Gobbi; Depaoli, Radovanović, Bastien; Castro (46′ Pellissier), Birsa; Inglese (87′ Vignato). Allenatore: Maran
Roma (4-3-3): Szczęsny; Rüdiger, Manolas, Fazio, Emerson Palmieri; De Rossi, Paredes, Strootman; Salah (82′ Perotti), Džeko (86′ Totti), El Shaarawy (71′ Nainggolan). Allenatore: Spalletti
Arbitro: Antonio Damato della sezione di Barletta (Di Fiore – Posado; De Pinto; Massa – Celi)
Reti: 15′ Castro (C), 28′, 58′ El Shaarawy, 37′, 86′ Inglese (C), 42′ Salah, 83′ Džeko
Ammoniti: Castro, Radovanović (C)

[Immagine presa da twitter.com]