Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus
Lazović Genoa-Fiorentina

Nella partita interrotta lo scorso 11 settembre e terminata stasera il Genoa si impone per 1-0 sulla Fiorentina e scala tre posizioni di classifica. Decide un gol di Darko Lazović al 37′, ossia al nono minuto di gioco dopo l’interruzione.

Ci sono voluti oltre tre mesi, ma alla fine il Genoa ha potuto festeggiare i tre punti. Partita infinita al Ferraris, iniziata nel pomeriggio di domenica 11 settembre, quando era ancora estate, e finita alle soglie dell’inverno, a causa del nubifragio che quel giorno ha colpito Genova e reso il campo impraticabile dopo pochi minuti di gioco, costringendo l’arbitro a interrompere definitivamente il match al 28′. I rossoblù hanno vinto perché, rispetto a domenica scorsa contro l’Inter, sono stati più decisi e concreti in attacco, partendo a mille e mettendo in crisi la Fiorentina (pesano nell’inizio anche le discutibili scelte di Paulo Sousa, che ha risparmiato tanti titolari) con un quarto d’ora di altissima intensità nel quale il Grifone ha trovato il gol partita con Darko Lazović. Nella ripresa la squadra di Jurić ha pensato soprattutto a contenere, ma i gigliati si sono avvicinati alla porta di Perin solo con una botta da fuori di Mauro Zárate finita sulla traversa: troppo poco per uscire con un punto da Marassi, dove il Genoa è imbattuto e ha vinto tre delle ultime quattro partite.

PRIMO TEMPO

Il Genoa rientra in campo, la Fiorentina no. Al 34′ lancio in avanti e gran controllo di Simeone, Tătărușanu va a spasso e lo salva Gonzalo Rodríguez, che a porta vuota in scivolata impatta l’esterno destro di Rigoni. Passa un minuto, Astori va troppo morbido sulla linea di fondo e Rigoni gli ruba palla, assist al centro e Simeone non ci arriva di un soffio da dentro l’area piccola, ma al 37′ il gol arriva ed è il primo in Serie A per Darko Lazović, che si inserisce bene sul secondo palo e raccoglie un cross da sinistra di Ninković.

SECONDO TEMPO

Paulo Sousa, con colpevole ritardo, capisce che lo schieramento con cui si è ripresentato al Ferraris non porta da nessuna parte e dopo otto minuti toglie Milić per Kalinić, con l’ex Dnipro nel ruolo di centravanti vero Zárate può spostarsi sulla fascia ed è da lì che produce le cose migliori, non è un caso che poco dopo essersi allargato si accentra saltandone due e fa partire un gran tiro che si stampa sulla traversa a Perin battuto. La Fiorentina accelera e all’ora di gioco va un’altra volta a un passo dal pari, su corner prolungato Vecino entra in scivolata sul secondo palo ma non riesce a inquadrare la porta. Il Genoa pensa più che altro a proteggere il vantaggio e non attacca tantissimo, si rivede nell’area avversaria al 70′ con cross di Ocampos arretrato per la battuta a rete di Rigoni, destro strozzato da centro area e fuori di poco. Jurić si copre con Orbán per Laxalt, Sousa inserisce Iličić e Tello ma i due perdono quasi tutti i palloni toccati e il solo Bernardeschi non può fare tutto da solo, nel recupero ultima chance ancora di marca rossoblù, Ntcham appena entrato si invola sulla destra e conclude verso la porta con Tătărușanu che respinge.

Almeno per una settimana non ci saranno più squadre con partite da recuperare, fino a quando Juventus e Milan non rinvieranno le proprie gare della diciottesima giornata a causa della contemporaneità con la Supercoppa Italiana. Il Genoa sale a ventitré punti e lascia dietro di sé Udinese, Chievo e soprattutto Sampdoria, la Fiorentina rimane a ventisei e fallisce l’avvicinamento alla Lazio, avversario nel posticipo di domenica sera all’Olimpico (assieme a Genoa-Palermo).

IL TABELLINO

Genoa (3-4-3): Perin; Izzo, Burdisso, Muñoz; Lazović, Cofie, Miguel Veloso, Laxalt (83′ Orbán); L. Rigoni (92′ Ntcham), Simeone, Ninković (62′ Ocampos). Allenatore: Jurić
Fiorentina (4-2-3-1): Tătărușanu; Salcedo, Rodríguez, Astori, Maxi Olivera (83′ Iličić); Badelj (88′ C. Tello), Sánchez; Bernardeschi, Vecino, Milić (53′ Kalinić); Zárate. Allenatore: Paulo Sousa
Arbitro: Marco Guida della sezione di Torre Annunziata (Costanzo – Carbone; Tegoni; Mazzoleni – Sacchi)
Rete: 37′ Lazović (G)
Ammoniti: Miguel Veloso, Ninković, Lazović (G), Badelj (F)

[Immagine presa da corrieredellosport.it]