Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus

Secondo esonero stagionale al Palermo, o per meglio dire terzo visto che Maurizio Zamparini aveva già esonerato Davide Ballardini lo scorso 6 gennaio, salvo poi tornare sui suoi passi. Adesso la separazione dal tecnico è ufficiale, saranno in due a guidare i rosanero: l’argentino Guillermo Barros Schelotto e l’ex centrocampista Fabio Viviano.

 

Continua il caos totale a Palermo. Dopo la vittoria di ieri per 0-1 contro il Verona il capitano dei siciliani, Stefano Sorrentino, aveva duramente attaccato l’allenatore Davide Ballardini, a seguito di un’accesa discussione avvenuta nella giornata di sabato, accusandolo di aver mancato di rispetto alla squadra e alla professionalità dei giocatori e ufficializzando di fatto l’addio dell’ex tecnico di Cagliari e Lazio. Oggi è arrivata anche la decisione del presidente Maurizio Zamparini, che già voleva cambiare da mercoledì scorso: Ballardini è stato esonerato, la sua seconda avventura in Sicilia non è durata nemmeno due mesi e da quando è subentrato a Beppe Iachini ha ottenuto sette punti, frutto di due vittorie, un pareggio e quattro sconfitte. A sedersi in panchina adesso sarà una coppia: uno è Fabio Viviani, ex tattico di Iachini e quindi già a libro paga della società palermitana, che diventa così l’allenatore numero quarantacinque della carriera di Zamparini, l’altro è un nome illustre soprattutto per gli esperti di calcio sudamericano, si chiama Guillermo Barros Schelotto, ha vinto la Copa Sudamericana nel 2013 con il Lanús ed è stato un grande giocatore del Boca Juniors negli anni Novanta. Ballardini era stato esonerato mercoledì dopo la sconfitta contro la Fiorentina, ma a seguito di un ulteriore conflitto con Iachini il presidente rosanero aveva cambiato idea poche ore dopo scegliendo di confermare la guida tecnica, salvo poi pentirsene pochi giorni dopo ed effettuare il cinquantaquattresimo esonero da presidente, il secondo consecutivo dopo una vittoria.

[Immagine presa da ilnapolionline.it]