Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus

Due gol di centrocampisti in inserimento decidono la sfida fra Napoli e Juventus, Khedira e Hamšík. Ai punti avrebbe meritato la squadra di Sarri, ma la difesa juventina ha retto molto bene. Palo clamoroso di Mertens sull’1-1.

Alla fine può essere felice la Juventus. I bianconeri soffrono, difendono in 10, producono pochissimo ma riescono a portare a casa un punto preziosissimo per la corsa Scudetto. È un punto che dà morale, quello del San Paolo. Il Napoli di contro avrà sentimenti contrastanti: ha giocato bene, alla sua maniera, ha schiacciato i campioni d’Italia, li ha superati dal punto di vista del gioco davanti al suo pubblico. Eppure ne viene fuori solo un pareggio, anche sfortunato, vedi il palo di Mertens da zero metri. I partenopei scivolano così a 4 punti di distanza dal secondo posto occupato dalla Roma, e alle spalle c’è la Lazio in agguato, sempre a -4, con lo scontro diretto all’Olimpico domenica prossima. Capitolo Higuaín: il Pipita è stato il peggiore in campo, non ha mai tirato in porta, ha tenuto pochissimi palloni, non si è mai trovato con Pjanić e Mandžukić, in più è stato surclassato di fischi. Un ritorno negativo in tutti i sensi a Napoli, dove sono diventate cinque le gare a secco di gol in maglia bianconera.

PRIMO TEMPO

La Juventus fa calare il silenzio per un attimo al San Paolo portandosi subito in vantaggio, uno-due al limite dell’area fra Sami Khedira e Pjanić, il tedesco raccoglie l’assist del bosniaco e supera un non irresistibile Rafael con un diagonale potente che vale lo 0-1. Higuaín si vede al 13′ con una giocata da funambolo sulla linea di fondo che lascia di stucco Hysaj, ma Koulibaly salva sul tiro-cross insidioso. Il Napoli comincia a pressare alto e costringe la Juve nella sua metacampo, ma la prima occasione arriva al 20′ solo per un infortunio di Chiellini, che regala palla ad Allan, la stessa finisce dalle parti di Hamšík che tira malamente. Il Napoli prova anche a sfruttare i tagli velenosi di Callejón ma la difesa bianconera è sempre pronta ad anticiparne i movimenti e a neutralizzarlo. Per il resto, al dominio dal punto di vista del possesso non corrispondono vere e proprie occasioni, se non un altro tiro di Hamšík svirgolato e un destro debole e centrale di Mertens da ottima posizione. Al 39′ si vede anche Lorenzo Insigne, lo scugnizzo fa ammattire quattro giocatori della Juventus con le sue finte finché in piena area apre il piatto destro, troppo, dato che il tiro finisce fuori largo.

SECONDO TEMPO

Il Napoli vuole rimontare e aumenta la sua gittata offensiva. Insigne sfiora il pareggio con un tiro “alla Del Piero” che esce di poco, al 55′ viene annullato un gol a Callejón per effettiva posizione di fuorigioco. È solo il preludio al gol napoletano, è il capitano Marek Hamšík a superare Buffon con un destro di prima su imbucata geniale in verticale di Mertens: lo slovacco si inserisce in un buco lasciato da Bonucci e insacca. La Juve subisce il colpo e rischia grosso. Buffon ringrazia il palo, che impedisce a Mertens di raddoppiare dopo un rimpallo fra lo stesso belga e Gigi, colpa di un retropassaggio troppo corto di Asamoah che stava per combinarla grossa. Dopo questa occasionissima la partita scema di intensità e le squadre diventano stanche, il Napoli non riesce più a pressare come nei primi 60′ ma confeziona comunque una mezza occasione con un altro taglio di Callejón perso da Asamoah, ma la sponda dello spagnolo non trova un rimorchio in area piccola. La Juve si limita a difendere nonostante gli ingressi in campo di Cuadrado e Dybala, e lo fa bene, grazie soprattutto alla interdizione di Marchisio e agli anticipi e contrasti perfetti di Bonucci e Chiellini.

IL TABELLINO

Napoli (4-3-3): Rafael Cabral; Hysaj, Albiol, Koulibaly, (79′ Ghoulam); Allan (68′ Zieliński), Jorginho, Hamšík (76′ Rog); Callejón, Mertens, L. Insigne. Allenatore: Sarri
Juventus (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Asamoah; Khedira, Marchisio (80′ Dybala); Lemina (61′ Cuadrado), Pjanić (87′ Rincón), Mandžukić; Higuaín. Allenatore: Allegri
Arbitro: Daniele Orsato
Reti: 6′ Khedira (J), 60′ Hamšík
Ammonito: Insigne (N)

[immagine presa da Twitter]