Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus
Sergej Milinković-Savić

Fondamentale ancora una volta Milinković-Savić nella vittoria della Lazio sul Torino. Ci è voluta un’incornata del centrocampista all’inizio della ripresa per abbattere la resistenza dei granata dopo il rigore sbagliato da Luis Alberto nel primo tempo e l’infortunio di Immobile. Si tratta di un successo importantissimo che permette agli uomini di Inzaghi di involarsi verso la prossima Champions League.

Mazzarri non rischia Iago Falque e conferma Edera insieme a Ljajić a supporto di Belotti, in mediana c’è Rincón con Baselli, mentre sulle fasce spazio per De Silvestri e Molinaro. Inzaghi punta su Murgia per sostituire Parolo a centrocampo insieme a Lucas Leiva e Milinković-Savić, a supporto di Immobile c’è Luis Alberto, invece in difesa titolare Luiz Felipe.

PRIMO TEMPO

L’inizio della Lazio è furioso ed i biancocelesti non impiegano neanche sessanta secondi per creare la prima occasione, quando Luis Alberto smarca Murgia di fronte a Sirigu, ma il portiere è bravissimo a chiudere in uscita. Il Torino dopo lo spavento ha il momento migliore della sua prima frazione tra il 7′ e l’8′, prima con Ljajić che spara alto da ottima posizione e poi con De Silvestri che calcia in diagonale, ma Strakosha risponde presente e respinge in tuffo. La partita potrebbe spaccarsi al 21′ con N’Koulou che interviene in maniera sconsiderata su Milinković-Savić, Irrati non ha dubbi ed assegna il rigore. Dagli undici metri si presenta Luis Alberto (Immobile è uscito al quarto d’ora per un problema muscolare), lo spagnolo calcia debolmente e Sirigu è di nuovo strepitoso a scegliere l’angolo giusto e bloccare. Gli uomini di Inzaghi continuano ad essere pericolosissimi per tutta la prima frazione e solo qualche salvataggio all’ultimo dei difensori granata evita il gol. Al 44′ ultimo squillo con Milinković-Savić che cerca l’angolino lontano con l’interno, ma Sirigu è attento ed allunga in calcio d’angolo.

SECONDO TEMPO

La ripresa inizia di nuovo con la Lazio che spinge ed al 55′ Milinković-Savić spinge in modo sospetto un avversario, Lucas Leiva si libera e chiama Sirigu al miracolo. Sul corner seguente è lo stesso Sergej Milinković-Savić ad incornare in rete sul primo palo, firmando così il vantaggio e scatenando le proteste dei granata per il precedente fallo. Il Torino non riesce a scuotersi e rischia di soccombere al 63′, quando Caicedo vince tre duelli di forza e poi scavalca Sirigu con un pallonetto che termina alto di un soffio. Mazzarri si gioca le armi Iago Falque e Niang che, però, non riescono mai a sfondare. Al 71′ grande contropiede dei biancocelesti con Milinković-Savić che lancia di nuovo Caicedo di fronte a Sirigu, stavolta l’attaccante calcia rasoterra ed il portiere si oppone con il piede. Dodici minuti più tardi splendida combinazione tra Milinković-Savić e Lucas Leiva, con il numero 21 che calcia di prima, ma il suo destro esce di un soffio. Anche gli assalti finali del Torino sono inutili e così la partita termina 1-0. La Lazio ottiene una vittoria fondamentale che le permette di riagganciare la Roma ed allungare a +4 sull’Inter in classifica. Poco da dire per i granata che restano bloccati a quota 47 punti.

IL TABELLINO

Torino (3-4-2-1): Sirigu; N’Koulou, Burdisso, Moretti; De Silvestri, Rincón (76′ Niang), Baselli, Molinaro; Ljajić, Edera (62′ Iago Falque); Belotti.
Lazio (3-5-1-1): Strakosha; Luiz Felipe, de Vrij, Radu (46′ Cáceres); Marušić, Murgia, Lucas Leiva, S. Milinković-Savić, Lulić; Luis Alberto (78′ Lukaku); Immobile (15′ Caicedo).
Arbitro: Massimiliano Irrati
Ammoniti: Moretti, Baselli (T); Milinković-Savić, Strakosha, Marušić (L)
Reti: 56′ Milinković-Savić (L)

[Immagine presa da twitter.com]