Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus
Ansaldi Iago Falqué Torino-Cagliari

Il Torino batte 2-1 il Cagliari in rimonta e torna al successo dopo oltre un mese. Decide Joel Obi che di fatto salva la panchina di Siniša Mihajlović.

Rientra Andrea Belotti, ma è di Joel Obi il ritorno che tira su il Torino. Il nigeriano firma il sorpasso sul Cagliari e con questi tre punti i granata si risollevano dopo un mese disastroso, nel quale l’assenza del Gallo si è fatta sentire eccome. Siniša Mihajlović era a serissimo rischio esonero dopo il 3-0 di mercoledì e l’allenatore serbo ha stravolto il Torino per la partita decisiva per il suo futuro: silurati M’Baye Niang e Sadiq Umar, dentro Belotti a quattro settimane dall’infortunio col Verona (per tutti i novanta minuti), l’altra sorpresa nell’undici titolare Cristian Ansaldi (fra i migliori) e un centrocampista in più per tornare al 4-3-3. La mossa ha dato i suoi frutti, perché nonostante il vantaggio del Cagliari il Toro non si è disunito e ha subito reagito, dimostrando di non voler sfiduciare il proprio tecnico e dando un segnale alla dirigenza. Ai rossoblù resta poco: la discreta prestazione generale non è servita per tornare in Sardegna con almeno un punto che sarebbe stato utile per allontanarsi ulteriormente dalla zona salvezza, Diego López però non può recriminare tanto dai suoi e la sensazione è che abbia qualcosa in più rispetto alle altre contendenti per non retrocedere (anche se è mancato terribilmente João Pedro, il peggiore e a rischio espulsione).

PRIMO TEMPO

È di Ljajić la prima occasione del posticipo, una punizione a lato dopo dieci minuti. Belotti testa il ginocchio destro al 19’ con una conclusione da fuori bloccata da Rafael, il Cagliari però tiene bene il campo e alla prima vera sortita offensiva fa centro: cambio gioco e grande stop di Farias, lancio sulla destra verso Nicolò Barella che controlla altrettanto bene e col destro incrocia sul palo lontano dove Sirigu non può arrivare. Secondo gol in Serie A per l’interessantissimo classe ‘97, l’altro era arrivato nella trasferta di Ferrara con la SPAL. La reazione del Torino è tutta targata Ljajić, il serbo al 33’ salta un uomo e di destro manda sul fondo, al 38’ su punizione trova la porta e la risposta con la mano di richiamo di Rafael, al 40’ invece attende l’inserimento a sinistra di Ansaldi e lo serve alla perfezione, cross sul secondo palo e Iago Falqué dimenticato da Capuano pareggia il conto. Lo spagnolo celebra al meglio la centesima presenza in Serie A, 1-1 e così si va al riposo.

SECONDO TEMPO

Al 52’ corner e colpo di testa a lato di Capuano, poco dopo palla persa da Cigarini e ripartenza del Torino con Belotti che serve Iago Falqué, Ljajić controlla sul centro-sinistra e col destro non trova la porta. Continua a essere molto attivo Ansaldi, al 65’ sembra fatta per il 2-1 quando l’ex Inter crossa sul secondo palo per Belotti ma incredibilmente di testa spedisce sull’esterno della rete, è comunque il miglior momento del Torino che un minuto dopo trova ancora Belotti (in fuorigioco sulla destra), cross basso per Obi che prende Iago Falqué e il successivo rimpallo su Rafael produce un corner, dalla cui battuta respinta Ansaldi trova un rimpallo a favorire Baselli che mette in mezzo, Rafael col piede maldestramente devia sulla traversa e Joel Obi a porta vuota di testa firma il 2-1. È il secondo gol in questo campionato per il nigeriano, l’altro l’aveva fatto nel 3-0 al Sassuolo ossia l’unica precedente vittoria all’Olimpico. Si gioca molto poco e cominciano ad arrivare cartellini, il Torino all’86’ va a un passo dal 3-1 con cross del solito Ljajić respinto male da Andreolli proprio sui piedi di Baselli, ma il suo rigore in movimento va a un soffio dal palo. Sei minuti di recupero non cambiano il risultato.

Era dal 20 settembre, 2-3 in casa dell’Udinese, che il Torino non vinceva, poi due punti nelle successive cinque giornate. I granata prima della sosta giocheranno alle 12.30 di domenica con l’Inter, successivamente Cagliari-Verona che per i sardi è una partita decisiva per la salvezza.

IL TABELLINO

Torino (4-3-3): Sirigu; De Silvestri, N’Koulou, Moretti, Ansaldi; Acquah (56’ Obi), Valdifiori, Baselli; Iago Falqué (87’ Berenguer), Belotti, Ljajić. Allenatore: Mihajlović
Cagliari (3-5-2): Rafael; Romagna (87’ Giannetti), Andreolli, Capuano; Faragò, Barella (69’ Sau), Cigarini, João Pedro, Padoin (77’ Miangue); Farias, Pavoletti. Allenatore: López
Arbitro: Gianpaolo Calvarese della sezione di Teramo (Vivenzi – Zappatore; Sacchi; Mazzoleni – Rapuano)
Reti: 30’ Barella (C), 40’ Iago Falqué, 66’ Obi
Ammoniti: Acquah, Ansaldi, Iago Falqué, Sirigu (T), João Pedro, Capuano, Miangue (C)

[Immagine presa da corrieredellosport.it]