Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus

Brutta sconfitta della squadra di Mancini che non si guadagna due giornate senza obiettivi ma deve ancora fare tre punti per essere certa del quarto posto. Di Klose e Candreva le reti del successo biancoceleste.

 

L’Inter fallisce il primo match point per il quarto posto. Aveva una grande possibilità la squadra nerazzurra: battere la Lazio e rendere le sue ultime due giornate perfettamente inutili, perché con la Champions League andata prendersi aritmeticamente il piazzamento appena sotto renderebbe sicura la qualificazione ai gironi di Europa League senza dover dipendere dalla finale di Coppa Italia e dalla Fiorentina. Invece gli uomini di Mancini di fatto in campo non sono scesi, regalando alla Lazio tre punti che consentono ai capitolini di mantenere, a loro volta, una minima speranza di prendere il sesto posto da oggi di proprietà del Sassuolo. A dir poco inspiegabile l’atteggiamento ospite, una squadra mai in partita e senza nemmeno troppa voglia di reagire all’immediato svantaggio subito da Miroslav Klose (potrebbe essere stato il suo ultimo gol all’Olimpico), Marchetti non ha dovuto fare parate importanti e nel finale la situazione è pure peggiorata, con due ammonizioni in pochi minuti beccate da Murillo, espulso con conseguente calcio di rigore realizzato da Antonio Candreva, obiettivo di mercato non troppo nascosto dell’Inter che in questa stagione su nove gol ne ha fatti tre alla squadra che lo desidera. Simone Inzaghi può essere contento: dopo due sconfitte consecutive era utile dare un minimo di segnale in un Olimpico quasi vuoto (non c’era nemmeno la tifoseria organizzata ospite, per solidarietà con quella biancoceleste), i risultati sono dalla sua parte e questa vittoria di prestigio, magari unita ad altri successi nel finale di stagione, potrebbe garantirgli la riconferma per l’anno prossimo.

PRIMO TEMPO

La Lazio ha troppo spesso subito gol in stagione nel primo quarto d’ora ma stasera invece lo trova all’8′, bella combinazione fra Lulic e Miroslav Klose che manda in porta il tedesco, la cui combinazione di finte mette a sedere Handanovic superato da un pallonetto. È il terzo gol all’Inter in Serie A del tedesco, gli altri due sono valsi degli 1-0 sempre all’Olimpico, e a confermare l’ottimo inizio biancoceleste da registrare una girata di Candreva a lato su cross di Basta dalla destra poco prima del 15′. Inter piatta e non troppo interessata ad accelerare il ritmo, l’unico nerazzurro che ha voglia di giocare è Kondogbia, bello lo scavetto del francese al 27′ per Jovetic bloccato da Marchetti coi piedi, un minuto dopo Candreva calcia da fuori e Handanovic mette in calcio d’angolo con un intervento non semplice, la prima di due parate importanti perché poco dopo si deve opporre a Keita, andato bene via sull’out di sinistra. Ultima occasione prima del riposo per una brutta Inter, Kondogbia va via a due uomini, chiede e ottiene l’uno-due con Perišic per presentarsi in area ma il suo mancino è respinto da Gentiletti.

SECONDO TEMPO

Inter che non cambia passo e non dà mai l’impressione di volerla recuperare, in attacco Icardi non la prende mai e Jovetic cerca inutili giocate di fino come un pallonetto al 50′ che Marchetti blocca senza alcuna difficoltà. Al 67′ è Perišic a cercare di dare una scossa a un secondo tempo piuttosto brutto con un mancino in diagonale che passa vicino ai pali di Marchetti, graziato poi al 71′ quando su corner Icardi spizza di testa e sul secondo palo Jovetic non ci arriva per pochissimo. La Lazio si fa vedere all’80’ con un assist arretrato di Lulic per il subentrato Stefano Mauri che calcia al volo sul fondo, in generale i biancocelesti gestiscono il vantaggio in totale tranquillità e all’83’ trovano l’episodio che chiude i conti, Murillo entra con eccessiva foga su Keita in area e per Banti (che a inizio tempo aveva mostrato il giallo al senegalese per simulazione in area facendo andare su tutte le furie Simone Inzaghi, allontanato) è calcio di rigore e seconda ammonizione per il colombiano. Dal dischetto la battuta di Antonio Candreva è perfetta all’incrocio: tiro imparabile, Handanovic non può farci nulla e la partita si chiude qui.

L’Inter può ancora pensare a se stessa senza dipendere da risultati altrui: sabato alle 18 aprirà la penultima giornata di campionato contro l’Empoli e una sua vittoria renderebbe inutile qualsiasi risultato della Fiorentina contro il Palermo, in caso contrario invece i viola rientreranno in corsa per il quarto posto. Lazio che per una settimana ancora mantiene speranze di Europa League col Sassuolo a +4: nel prossimo weekend saranno loro a decidere la corsa salvezza, affrontando rispettivamente Carpi e Frosinone.

IL TABELLINO

Lazio (4-3-3): Marchetti; Basta, Biševac, Gentiletti, Konko; Onazi, Biglia (93′ Cataldi), Lulic; Candreva (89′ Milinkovic-Savic), Klose (73′ S. Mauri), Keita. Allenatore: S. Inzaghi
Inter (4-4-2): Handanovic; D’Ambrosio, Miranda, Murillo, Nagatomo (79′ Palacio); Brozovic, Medel (56′ Biabiany), Kondogbia, Perišic; Icardi, Jovetic (72′ Éder). Allenatore: Mancini
Arbitro: Luca Banti della sezione di Livorno (Barbirati – Meli; Vuoto; Orsato – Cervellera)
Reti: 8′ Klose, 84′ rig. Candreva
Espulso: Murillo (I) all’83’ per doppia ammonizione
Ammoniti: Gentiletti, B. Keita, Klose, Lulic, Candreva (L)

[Immagine presa da corrieredellosport.it]