Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus

Due goal di Immobile stendono il Bologna al Dall’Ara e la Lazio controsorpassa Milan, Inter e Atalanta tornando solitaria al quarto posto in classifica.

Donadoni adatta il suo Bologna con una difesa a tre e un attacco senza Destro, lasciato in panchina per Petković, mentre Inzaghi parte inizialmente con un 4-3-3 ma che, in corso d’opera, si trasforma anche grazie alla duttilità dei suoi uomini.

Da un errore di Biglia la prima chance per il Bologna all’ottavo minuto, ma la palla di Petković per Džemaili è un filo troppo lunga; passa un minuto e la Lazio affonda il colpo: palla tesa di Basta per Lulić, cross del Bosniaco e, in mezzo al presepe rossoblù, Immobile di testa rompe il match. Un altro minuto e lo stesso Immobile va a un centimetro dal raddoppio con una fuga di quaranta metri su una palla cantante di Biglia, ma a un passo da Mirante calcia sopra la traversa; dieci minuti dopo azione speculare con lancio di Milinković Savić per Anderson ma il Brasiliano all’ultimo se l’allunga troppo e spreca un’altra chance per il raddoppio. Una sola squadra in campo, che però non riesce a straripare: al venticinquesimo triangolo degli stessi attori di cui sopra, ma Mirante ipnotizza il Serbo che non riesce a mettere il sigillo al match; il Bologna bussa di nuovo poco prima della mezz’ora con una punizione di Viviani, bravo a far passare il pallone sotto la barriera, ma non così tanto da sorprendere Strakosha. Ma la grande occasione il Bologna ce l’ha a tre minuti dalla fine del tempo, quando Biglia perde un’altra palla sanguinosa e Petković, a due passi da Strakosha, spara a lato; la prima parte di gara si chiude sul destro di Basta parato a terra da Mirante, una prima parte a lunghi tratti dominata dalla Lazio che però dimostra ancora una volta di non saper sfruttare tutte le occasioni che crea.

La ripresa comincia con una Lazio più cauta e il Bologna prova a spingere un po’ di più, esponendosi però al contropiede bianco-celeste come accade al quarto d’ora, quando Anderson serve Immobile ma Mirante ancora una volta si fa trovare pronto; il primo tiro di questa ripresa per il Bologna arriva oltre il giro di boa ed è del solito Džemaili, conclusione centrale bloccata a terra da Strakosha. Al minuto settantatré arriva la pietra tombale sul match: contropiede micidiale della Lazio, Milinković Savić dà una palla dolcissima sulla corsa di Immobile, controllo e tocco vincente per il goal numero sedici in campionato del centravanti bianco-celeste. Si chiude sul due a zero, con il tris sfiorato da Parolo sul finale con un diagonale fuori di un soffio, per una Lazio che vola al quarto posto solitario e a quattro punti dalla zona Champions; per il Bologna invece non si chiude il periodo negativo, il successo manca da gennaio e la squadra sembra ormai aver tirato i remi in barca.

TABELLINO

BOLOGNA (3-5-2): Mirante – Oikonomou, Helander, Maietta – Krafth, Džemaili, Viviani (74′ Pulgar), Nagy, Masina (76′ Krejcí) – Petković, Verdi (61′ Destro). Allenatore: Donadoni.

LAZIO (4-3-3): Strakosha – Basta, Hoedt, De Vrij, Radu – Parolo, Biglia (53′ Murgia), Milinković Savić (80′ Wallace) – Anderson (67′ Keita), Immobile, Lulić. Allenatore: Inzaghi.

ARBITRO: Russo.

GOAL: 8′ Immobile (L), 73′ Immobile (L).

AMMONITI: 63′ Maietta (B), 71′ Džemaili (B), 71′ Keita (L).

 

[Foto da www.ansa.it]