L’Atalanta sbatte su uno strepitoso Drągowski, pari 0-0 con l’Empoli

0

Posticipo di Serie A che ha sicuramente regalato emozioni all’Atleti Azzurri d’Italia, con l’Atalanta che ha spinto fin dall’inizio per cercare una vittoria che sarebbe valsa l’aggancio al quarto posto del Milan. Nerazzurri che hanno, però, dovuto scontrarsi contro la strenua difesa dell’Empoli ed in particolare alla serata di grazia di Drągowski che è stato più volte decisivo durante i novanta minuti e nello 0-0 finale.

Gasperini torna quasi alla formazione-tipo con Zapata di nuovo in attacco supportato da Iličić e Gómez, in mediana ci sono i soliti de Roon e Freuler con Hateboer e Gosens larghi, il centrale sinistro è Masiello. Andreazzoli sorprende con Nikolau perno della linea a tre difensiva, a centrocampo ci sono Di Lorenzo ed Antonelli larghi con Bennacer in cabina di regia, mentre in avanti Farias è con Caputo.

PRIMO TEMPO

L’Atalanta prova ad approcciare con la solita ferocia la partita, ma al 3′ subisce immediatamente un contropiede sanguinoso con Farias che arriva fino all’interno dell’area di rigore, ma sul suo diagonale è bravissimo Gollini a distendersi. I padroni di casa comunque non si scompongono e ricominciano a macinare gioco, tanto che al 9′ Gómez trova uno splendido filtrante per Iličić, lo sloveno crossa nell’area piccola per Hateboer tutto solo, ma l’esterno colpisce incredibilmente a lato di testa da due passi. I minuti successivi sono i più equilibrati e meno spettacolari della prima frazione, con l’Empoli che perde anche Antonelli per infortunio. Dopo la metà della prima frazione tornano a spingere con veemenza i nerazzurri: si inizia al 23′ con de Roon che calcia dai venti metri, Drągowski è attento ed in tuffo devia. Tre minuti dopo arriva la situazione più clamorosa: Iličić è sensazionale nell’inventarsi un tacco di prima per smarcare Freuler in area, destro che Drągowski respinge; sul pallone torna ancora lo svizzero che calcia con il portiere a terra, ma Veseli si immola; non è però finita qui, perché la respinta è raccolta da Iličić che tira a botta sicura, ma stavolta è Di Lorenzo sulla linea a salvare in modo incredibile. I toscani vanno in grande difficoltà e subiscono il pressing bergamasco, come al 28′ con de Roon che recupera un pallone sulla trequarti ed imbuca subito per Iličić che controlla e calcia in porta, ma Drągowski è di nuovo bravo a respingere con i pugni. L’ultima grande occasione del primo tempo è un colpo di testa di Mancini su cross di Gómez, ma l’incornata del numero 23 si perde fuori.

SECONDO TEMPO

Anche la ripresa è praticamente un monologo atalantino e lo si capisce già dopo cinque minuti, quando Drągowski deve sfoderare l’ennesimo ottimo intervento su Zapata per mantenere lo 0-0. Il portiere ex Fiorentina è poi semplicemente sublime per due volte su Hateboer: prima su un diagonale che salva con il piede, poi con una reattività clamorosa sul colpo di testa ravvicinato dell’olandese. L’Empoli non è praticamente in campo, tanto che non riesce mai a fare circolazione palla, ma non riesce neanche a difendersi con ordine. Gli uomini di Andreazzoli riescono a salvarsi soltanto per la scarsa vena realizzativa dei nerazzurri, con Zapata che spreca tre buone opportunità dentro l’area di rigore non centrando mai la porta avversaria. Nel dominio dei padroni di casa si manifesta sempre di più il rischio della beffa, soprattutto all’83’ quando i toscani si affacciano per la prima volta nell’area avversaria nella ripresa, con Di Lorenzo che calcia fuori dal limite dell’area piccola dopo un grandissimo ripiegamento difensivo di Gómez per impedire il tiro a botta sicura di Traoré. Gasperini ci prova allora con i giovani, inserendo Barrow e Piccoli per i disperati assalti finali, che iniziano all’89’ quando Iličić salta per l’ennesima volta il diretto avversario e spara con il mancino, ma Drągowski si conferma ancora un muro e respinge in corner. Drągowski che poi riesce a salvarsi, grazie al senso della posizione, anche sul tentativo di tacco di Mancini in mischia un minuto dopo. Nel recupero non ci sono altri sussulti e così l’Atalanta vede allontanarsi il quarto posto occupato dal Milan a due punti di distanza, venendo scavalcata anche dalla Roma. Punto d’oro per l’Empoli che ha disputato veramente una brutta prestazione, restando a galla soltanto grazie all’eccezionale prestazione del proprio portiere.

ATALANTA-EMPOLI 0-0 – IL TABELLINO

Atalanta (3-4-2-1): Gollini; Mancini, Palomino, Masiello; Hateboer, de Roon, Freuler, Gosens (60′ Castagne); Iličić, Gómez (88′ Piccoli); D. Zapata (81′ Barrow).
Empoli (3-5-2): Drągowski; Veseli, Nikolaou (79′ Rasmussen), Dell’Orco; Di Lorenzo, Traoré, Bennacer, Krunić, Antonelli (14′ Pasqual); Farias (41′ Oberlin), Caputo.
Arbitro: Gianluca Manganiello
Ammoniti: Palomino (A); Bennacer, Dell’Orco, Veseli (E)
Reti:

[Immagine presa da twitter.com]