Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus

La Roma si inceppa e il Bologna strappa un ottimo punto all'Olimpico: a Rossettini risponde Salah ma la corsa al secondo posto diventa sempre più tortuosa.

 

Spalletti rilancia De Rossi a centrocampo dopo due mesi, con la novità Iago Falqué mezz'ala e la meno novità del tridente small ball con Perotti centravanti e Džeko spettatore provvisorio in panchina; Donadoni deve ancora fare a meno di Destro e prova a fermare l'emorragia offensiva, nelle ultime sei partite un solo goal per di più inutile nella sconfitta contro l'Inter, con un 4-5-1 che prevede Zúñiga e Izzo larghi a centrocampo a supporto di Floccari unica punta.

Due minuti e la Roma spaventa il Bologna con un sinistro al volo di Falqué deviato in corner da Mirante; il portiere rossoblù al quarto d'ora salva ancora la sua porta deviando sul palo il colpo di testa di Salah, poi El Shaarawy insacca ma in evidente fuorigioco. Ma il vero miracolo di Mirante arriva a metà tempo, quando Perotti lancia Salah e l'Egiziano si vede ancora deviare sul palo il suo piatto sinistro a botta sicura, poi Pjanic sulla ribattuta si divora il goal del vantaggio. La partita è vibrante, la Roma attacca e lo fa con velocità, ma il Bologna non si chiude, cerca di sfruttare i calci piazzati e al minuto venticinque colpisce: punizione tesa di Zúñiga, Szcesny non esce, Rüdiger perde Rossettini e il centrale del Bologna insacca il goal del vantaggio rossoblù. La Roma accusa il colpo in maniera evidente e, a parte un fortunoso colpo di testa alto di Salah, non riesce mai a rendersi davvero pericoloso fino al duplice fischio di Massa.

Spalletti pesca la carta Totti dalla panchina al posto di Falqué e neanche il tempo di tornare in campo che Salah centra il suo terzo legno della serata con un sinistro a giro splendido ma poco fortunato; la Roma parte subito a mille all'ora e schiaccia il Bologna nella sua tre-quarti già dai primi minuti. Come nel primo tempo, il Bologna fa male quando riesce a uscire e Szczesny si supera sul sinistro di Floccari ma, sulla ripartenza della Roma, Totti trova Salah che, al quarto tentativo, batte Mirante e impatta il match. Totti dà una nuova marcia all'attacco giallorosso e si rende pericoloso prima con un cross basso sul quale El Shaarawy non arriva per un soffio, poi con un tiro da fuori che Mirante mette in corner. Spalletti prova anche con Džeko al posto di El Shaarawy ma la mossa sembra intasare l'attacco giallorosso, le ripartenze del Bologna si fanno sentire e Pulgar sfiora l'incrocio su una conclusione da fuori area. Ci prova da fuori anche Salah ma il suo sinistro si perde sul fondo, poi Perotti prova la girata al volo ma la palla si perde alta sulla traversa; nulla più fino al fischio finale di Massa.

La Roma si ferma dopo tre vittorie consecutive e perde una grossa occasione in chiave secondo posto, che ora dista sei punti a sei giornate dalla fine; il Bologna invece si toglie l'ennesima soddisfazione del suo campionato, dopo una salvezza conquistata già da qualche giornata, e dopo la cura Donadoni si candida seriamente alla palma di squadra rivelazione della stagione.

 

TABELLINO

ROMA (4-3-3): Szczesny – Florenzi, Manolas, Rüdiger, Digne – Pjanic, De Rossi (89' Keita), Falqué (46' Totti) – Salah, Perotti, El Shaarawy (70' Džeko). Allenatore: Spalletti.
BOLOGNA (4-5-1): Mirante – Mbaye, Rossettini, Maietta (80' Krafth), Masina (58' Oikonomou) – Rizzo, Donsah (42' Pulgar), Diawara, Brighi, Zúñiga – Floccari. Allenatore: Donadoni.

ARBITRO: Massa.

AMMONITI: 34' Mbaye (B), 77' Oikonomou (B), 92' Totti (R).

GOAL: 25' Rossettini (B), 49' Salah (R).

[Foto da www.sportmediaset.it]