Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus
Roma-Crotone

Settima vittoria in nove partite per la Roma, ma i giallorossi per piegare il Crotone devono usufruire di un rigore molto più che generoso, mentre i calabresi protestano a loro volta per una simulazione dubbia di Ante Budimir.

Tre punti come da pronostico, ma lo svolgimento è stato ben diverso. La Roma batte 1-0 il Crotone e rimane attaccata al gruppo di testa, con l’ormai celebre partita da recuperare alla Sampdoria, ma il successo arriva grazie a un pesante errore arbitrale di Gianluca Manganiello, che al 9′ ha assegnato un rigore ai giallorossi per un contatto cercato da Aleksandar Kolarov e non è stato né aiutato dal VAR né è andato lui a verificare un episodio che sarebbe dovuto essere valutato diversamente. Il Crotone può recriminare: oltre a questo c’è anche una situazione nella ripresa, con contatto fra Federico Fazio (comunque uno dei migliori in quella che ora è la difesa meno battuta del campionato) e Ante Budimir punito in maniera molto discutibile con la simulazione. Eusebio Di Francesco ha fatto un po’ di turnover, riproponendo Gerson, Maxime Gonalons e Cengiz Ünder (bene i primi due, molto meno il terzo ma Grégoire Defrel che l’ha sostituito ha fatto pure peggio) più un nuovo titolare come Rick Karsdorp, il cui debutto dal 1′ si può dire positivo. Ne avrebbe potuti segnare altri la Roma, perché ancora una volta è stata fermata dai legni (un palo e un incrocio, quota undici in campionato), ma pur gestendo agevolmente la partita non l’ha mai chiusa e questo contro una formazione più propositiva sarebbe potuto costare caro.

PRIMO TEMPO

Il più in forma di questo inizio di stagione della Roma è Kolarov e il serbo non si smentisce, all’8’ azione in velocità e tocco di prima di Perotti a liberarlo per un gran sinistro dal limite vicinissimo all’incrocio dei pali. L’ex Manchester City sull’azione dopo si procura il calcio di rigore che sblocca il risultato, ma è palese come sia lui a cercare la gamba di Mandragora entrato in scivolata e non il contrario, così come è molto strano che l’arbitro Manganiello non sia stato aiutato dal VAR. Dal dischetto Diego Perotti riscatta l’errore con l’Udinese e con la solita battuta angolata fa 1-0. Al 17’ ancora Kolarov protagonista, su punizione dalla fascia traiettoria che sembra un cross ma diventa un tiro e prende il palo, il decimo legno in nove partite per i giallorossi. Dopo venti minuti di nulla si presenta anche il Crotone alla partita, cross di Sampirisi sul secondo palo e colpo di testa di Nalini alto, resta comunque un unico su una partita gestita al ritmo dei padroni di casa, che al 36’ vanno vicini al raddoppio con un colpo di testa corto di Sampirisi sul quale Džeko prende il tempo a Cordaz e Simić ma manda sul fondo. Una parata la fa pure Alisson subito dopo, bella azione di Rohdén che dalla destra rientra verso il centro ma il suo sinistro rasoterra è debole, prima del riposo cross di Perotti e colpo di testa di Džeko a lato non di molto.

SECONDO TEMPO

Ritmo che crolla nella ripresa, parte ovviamente ancora meglio la Roma con un tentativo di sfondamento di Perotti bloccato, ma subentra Džeko che con un gran sinistro colpisce l’incrocio dei pali, poi palla a Karsdorp che vede il suo tiro fermato da Cordaz. Il bosniaco poco dopo si fa stoppare un tiro a terra dal portiere su cross del solito Kolarov, ma la Roma non è più incisiva come nel primo tempo e questo permette al Crotone di tenere l’1-0 e poter protestare con l’arbitro, perché dà simulazione su un contatto fra Fazio e Budimir che c’è: forse dare rigore sarebbe stato eccessivo, ma di certo ammonire il croato è stato un errore. Si arriva alla fine con una bella palla di Gonalons (ancora positivo) per Defrel che controlla e di sinistro manda a lato, nel recupero occasione per gli ospiti da corner con Simić che stoppa e tira ma Alisson blocca sicuro, dall’altra parte sinistro di uno sfortunato Džeko e Cordaz la para.

Vincono le prime quattro ma la Roma fa lo stesso e resta così a quattro punti di distanza dalla zona Champions League, ma con una partita in meno e la possibilità di mettere pressione vincendo nell’anticipo di sabato sera col Bologna. Per il Crotone seconda sconfitta in trasferta in quattro giorni, forse sarà un bene tornare allo Scida domenica dove arriva la Fiorentina: da lì passa la salvezza dei calabresi, che se non altro vedono le dirette concorrenti quasi tutte sconfitte.

IL TABELLINO

Roma (4-3-3): Alisson; Karsdorp (82’ Florenzi), Fazio, Moreno, Kolarov; Gerson (75’ Lo. Pellegrini), Gonalons, Nainggolan; Ünder (64’ Defrel), Džeko, Perotti. Allenatore: Di Francesco
Crotone: Cordaz, Ajeti, Ceccherini, Simić, Pavlović; Rohdén (60’ Faraoni), Barberis (84’ Romero), Mandragora, Crociata (80’ Stoian); Budimir, Nalini. Allenatore: Nicola
Arbitro: Gianluca Manganiello della sezione di Pinerolo (Vuoto – Gori; Saia; VAR Abisso; A. VAR Longo)
Rete: 10’ rig. Perotti
Ammonito: Budimir (C)

[Immagine presa da corrieredellosport.it]