La Juventus rischia ma poi dilaga sul Sassuolo per 3-0, +11 sul Napoli

0

Riprende immediatamente la marcia della Juventus in Serie A dopo il pareggio contro il Parma della scorsa giornata. Bianconeri che hanno sofferto all’inizio contro il Sassuolo, poi hanno colpito alla prima occasione con Khedira. Nella ripresa è dominio degli uomini di Allegri che rischiano su un tiro a porta a vuota di Berardi a lato, ma poi trovano raddoppio e tris con Ronaldo ed Emre Can.

De Zerbi conferma Babacar al centro dell’attacco con Berardi e Djuričić ai lati, in difesa tocca di nuovo Magnani a Peluso comporre la coppia centrale, mentre in mediana è Sensi a dettare i ritmi. Allegri esclude di nuovo Dybala per puntare su Bernardeschi nel tridente con Mandžukić e Ronaldo, a centrocampo Khedira e Matuidi sono le mezzali, invece dietro Cáceres è con Rugani.

PRIMO TEMPO

L’inizio di partita è totalmente marca del Sassuolo con la Juventus che ci capisce molto poco. Al minuto due clamoroso contropiede dei padroni di casa guidato da Berardi, passaggio per Sensi che controlla e calcia fuori di un soffio con il mancino dal limite dell’area. Un minuto più tardi errore in costruzione bassa dei bianconeri, Djuričić anticipa Rugani e si invola verso Szczęsny, prova a superarlo ed il portiere polacco lo travolge e poi tocca palla. Mazzoleni lascia proseguire poi, richiamato dal VAR, visiona le immagini a bordocampo e conferma la propria decisione iniziale. La spinta del Sassuolo nel primo quarto d’ora è veramente notevole, anche con un gran destro di Locatelli dai venti metri che chiama di nuovo Szczęsny ad un ottimo intervento per deviare in corner. Come al solito, però, gli uomini di Allegri colpiscono alla prima occasione utile. Al 23′ Consigli controlla inspiegabilmente il pallone orientandolo verso la propria porta, il rinvio successivo è pessimo e conquistato dai bianconeri, Ronaldo dai venti metri spara di potenza e l’estremo difensore neroverde respinge, ma sul tap-in è prontissimo Sami Khedira a siglare il vantaggio. La seconda parte del primo tempo è decisamente meno emozionante e più tattica, tanto che i padroni di casa si vedono soltanto con un mancino al volo di Berardi da venticinque metri che si perde alto. Nel secondo minuto di recupero la Juventus ha l’occasione per il raddoppio con un cross delizioso di Ronaldo per Khedira nell’area di piccola, ma il tedesco mette fuori di testa.

SECONDO TEMPO

La seconda frazione è ben diversa rispetto la prima, con la Juventus che impone i ritmi del match e sembra sul punto di colpire in ogni momento. Al 48′ è subito Rugani ad avere sulla testa l’opportunità di chiudere la partita, ma il suo colpo di testa si perde di un soffio a lato rispetto alla porta di Consigli. Il Sassuolo fatica di più in costruzione, ma al minuto 55 ha l’occasione per il pareggio: spazzata di Locatelli, Szczęsny esce a quaranta metri dalla porta ma buca l’intervento, sul pallone arriva Berardi che calcia di prima con il mancino a porta vuota, ma la sua conclusione esce di un pochissimo. Rimane l’unico sussulto realmente pericoloso dei neroverdi che al 66′ rischiano su una sponda di Mandžukić per De Sciglio che calcia di potenza a lato di poco. Il gol è soltanto rinviato a quattro minuti più tardi, quando Cristiano Ronaldo anticipa tutti su corner, soprattutto un Consigli in uscita inguardabile, e di testa insacca il raddoppio. Gli uomini di De Zerbi si spengono del tutto e subiscono il terzo gol all’86’ con Ronaldo al limite dell’area che gode di ampio spazio per allargare per l’arrivo di Emre Can che, con un diagonale chirurgico, non lascia scampo a Consigli. La Juventus si riporta così a +11 sul Napoli secondo in campionato e potrà preparare al meglio il match con il Frosinone di venerdì prima della Champions League. Il Sassuolo, invece, perde probabilmente definitivamente il treno per l’Europa e dovrà trovare nuove motivazioni per le partite rimanenti da qua alla fine.

SASSUOLO-JUVENTUS 0-3 – IL TABELLINO

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Lirola, Magnani, Peluso, Rogério; Bourabia (79′ Magnanelli), Sensi, Locatelli; Berardi, Babacar (59′ Boga), Djuričić (56′ Matri).
Juventus (4-3-3): Szczęsny; De Sciglio, Cáceres, Rugani, Alex Sandro; Khedira (66′ Bentancur), Pjanić, Matuidi (85′ Emre Can); Bernardeschi (83′ Dybala), Mandžukić, Cristiano Ronaldo.
Arbitro: Paolo Silvio Mazzoleni
Ammoniti: Bourabia, Magnani, Lirola (S); Pjanić, Alex Sandro (J)
Reti: 23′ Khedira, 70′ Cristiano Ronaldo, 86′ Emre Can (J)

[Immagine presa da twitter.com]