Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus
Immobile Empoli-Lazio

Il senegalese entra e trova il gol decisivo a dieci minuti dalla fine, la Lazio torna a vincere a Empoli dopo più di undici anni e sale almeno momentaneamente al quinto posto in classifica, dietro all’Atalanta vittoriosa nel pomeriggio.

L’Atalanta chiama, la Lazio risponde. Non mollano un colpo le due squadre in lotta per l’Europa impegnate quest’oggi, e sarà pertanto l’Inter ad avere la pressione di dover conquistare un risultato positivo domani mattina a Bologna. I biancocelesti hanno trovato i tre punti a Empoli ma l’hanno fatto solo nel finale, a dieci minuti dal novantesimo, quando un tiro di Baldé Diao Keita è carambolato sul braccio di Andrea Costa ed è finito in rete, evitando agli uomini di Simone Inzaghi altri rimpianti per i punti persi. La Lazio infatti, come lunedì contro il Milan, ha sprecato tanto, finendo per tirare tantissimo (ventuno le conclusioni totali, solo sei per l’Empoli) soprattutto nel primo tempo ma senza la giusta precisione, almeno fino al gol di Rade Krunić che ha sbloccato la partita. È curioso segnalare come il vantaggio toscano abbia di fatto svegliato la Lazio, capace di replicare appena rimessa la palla al centro con Ciro Immobile, quasi come se l’episodio negativo del gol subito fosse stato un momento di svolta. Keita, entrato dalla panchina dopo non aver fatto bene col Milan, trova il suo secondo gol consecutivo in trasferta, una rete che vale tantissimo per l’Europa e che tiene l’Empoli in basso in classifica, perché la squadra di Giovanni Martusciello aveva l’occasione di chiudere forse definitivamente la lotta salvezza, viste le sconfitte negli altri anticipi di Palermo e Crotone, ma invece tiene ancora accesa la speranza delle ultime tre.

PRIMO TEMPO

Il primo squillo lo porta l’Empoli, dopo sei minuti e mezzo cross di Pasqual deviato da Basta e bella sforbiciata di Pucciarelli alta di poco sopra la traversa della porta di Strakosha. Questa dell’attaccante classe 1991 resta un unico nel primo tempo azzurro, perché per il resto c’è solo Lazio con ben ventiquattro azioni d’attacco senza però segnare. Al 9′ Felipe Anderson tocca centralmente, Dioussé buca e Immobile, forse sorpreso, calcia debolmente, meglio il tiro al 17′ del centravanti che impegna Skorupski alla prima di tante parate importanti. Al 29′ Lulić libera Milinković-Savić sulla sinistra, tocco dietro per la girata di Parolo col sinistro ed è provvidenziale il leggero tocco di Costa a mandare la palla a un passo dal palo, poco dopo ci prova Biglia da fuori con mira imprecisa. Solo Lazio in campo, un destro di Immobile destinato all’angolino trova la mano di Skorupski che mette in corner, poi la punta ex Torino sfrutta un rimpallo e va di nuovo al tiro col sinistro senza beccare la porta, di azioni ce ne sono più o meno ogni minuto e al 39′ Lulić recupera palla e smarca in area Felipe Anderson, il cui tiro è debolissimo fra le braccia di Skorupski, bravo a ripetersi al 43′ su botta da venticinque metri di Parolo. Prima dell’intervallo cross di Immobile dal fondo, il portiere smanaccia e la difesa toscana rinvia a fatica.

SECONDO TEMPO

Anche nella ripresa l’Empoli ha la prima chance, bella palla alzata da Krunić per El Kaddouri che come spesso gli accade pecca nel momento decisivo e cicca il tiro favorendo la parata di Strakosha. La Lazio sfiora il vantaggio al 56′, cross di Biglia per la testa di Milinković-Savić, Skorupski respinge corto e Bellusci salva rinviando prima che possa tirare a botta sicura Lulić. Dentro Keita per il serbo, non al meglio, ma l’ingresso del senegalese non porta benefici immediati e anzi la partita inizia una fase poco entusiasmante. A rompere l’equilibrio ci pensa Rade Krunić al 67′, il bosniaco riceve palla ai trenta metri centralmente, controlla e si inventa un destro spettacolare a fil di palo, imprendibile per Strakosha, che vale il suo primo gol in campionato e il secondo in Serie A (l’altro al Genoa il 24 ottobre 2015). Neanche il tempo di esultare che Krunić entra in negativo sull’azione dell’1-1, un tocco d’esterno di Felipe Anderson gli sbatte addosso e si impenna, Bellusci non è reattivo e Ciro Immobile col destro lo anticipa, pareggiando il match appena sessantasei secondi dopo l’1-0. Reazione immediata della Lazio che torna a gestire e all’80’ fa suoi i tre punti, cross di Felipe Anderson deviato da Costa sui piedi di Baldé Diao Keita, coordinazione e conclusione che impatta di nuovo addosso al difensore ex Sampdoria e finisce in porta. Sorpasso biancoceleste e dieci minuti finali nei quali gli ospiti imparano la lezione e non concedono occasioni agli avversari.

La Lazio torna a vincere a Empoli, dove non vinceva dal 27 novembre 2005 (2-3), e risupera l’Atalanta vittoriosa 1-0 nell’altro anticipo di oggi contro il Crotone rilanciandosi nella corsa per il quarto e quinto posto, prima di dover sfidare l’Udinese. Empoli invece alla seconda sconfitta consecutiva, e non sarà facile alla prossima giornata perché dovrà far visita alla Juventus.

IL TABELLINO

Empoli (4-3-1-2): Skorupski; Laurini (78′ Veseli), Bellusci, A. Costa, Pasqual; Krunić, Dioussé, Croce (74′ Mauri); El Kaddouri; Maccarone (72′ Thiam), Pucciarelli. Allenatore: Martusciello
Lazio (4-3-3): Strakosha; Basta (86′ Bastos), Wallace, Hoedt, S. Radu (78′ Djordjević); Parolo, Biglia, Milinković-Savić (57′ Keita); Felipe Anderson, Immobile, Lulić. Allenatore: Inzaghi
Arbitro: Nicola Rizzoli della sezione di Bologna (Di Liberatore – Di Iorio; Longo; Russo – Ros)
Reti: 67′ Krunić (E), 68′ Immobile, 80′ Keita
Ammoniti: A. Costa, Dioussé, Veseli (E), Biglia (L)

[Immagine presa da corrieredellosport.it]