Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus sulle Multiple del 300% Info Bonus
Betway 20€ Bonus Benvenuto Scommesse su 2 depositi + 5€ Ogni Settimana Info Bonus
Casinomania Fino a 75€ Bonus Scommesse Rilasciati a Scaglioni di 5€ Info Bonus
888sport Bonus Benvenuto Scommesse fino a 100€ – Codice: ITALIA Info Bonus
SNAI 5 euro gratis + fino a 300€ sul primo deposito Info Bonus
William Hill 35€ Subito + 200€ Sul Primo Deposito – Codice: ITA235 Info Bonus

Le schermaglie dialettiche tra i due tecnici scaldano l’atmosfera in vista dell’atteso big-match di questa sera.

 

In molti l’aspettavano e finalmente il momento di Juventus-Napoli è arrivato. La supersfida tra le inseguitrici della Roma di Garcia non è decisiva per le sorti del campionato (alla cui fine mancano ancora ben 26 partite), tuttavia entrambe le squadre sanno che non possono permettersi di perdere ulteriore terreno dalla capolista, la quale ha l’indubbio vantaggio di non giocare le coppe europee e quindi può concentrare tutte le proprie energie sul tricolore. Uno Stadium da tutto esaurito accoglierà quindi due squadre che scenderanno in campo con un solo obiettivo: la vittoria. Solo i 3 punti garantiranno infatti ad una delle due compagini di rimanere nella scia della Roma, visto anche il concomitante e certamente non proibitivo impegno dei giallorossi con il Sassuolo (partita insidiosa, questa, ma ampiamente alla portata dei valori tecnici espressi finora dai capitolini). Del resto, la vittoria dell’una sull’altra sarebbe importante non solo dal punto di vista della classifica, ma anche sotto il profilo psicologico, perché rafforzerebbe sicuramente la convinzione dei vincitori nei propri mezzi. Un’eventuale pareggio, dunque, sarebbe utile soltanto per la Roma del sornione Garcia, che ha pubblicamente dichiarato di sperare nella “X” come risultato finale di questo atteso incontro.
Intanto, in attesa che Juventus e Napoli scendano in campo, Benitez prima e Conte poi hanno cominciato a far salire la temperatura ricorrendo alla nota strategia della tensione. Nel corso della tradizionale conferenza stampa, infatti, il tecnico dei partenopei ha cercato di spostare l’attenzione e la pressione sui bianconeri, dichiarando che «La Juve ha l'organico più forte del campionato, lo sa anche Conte. Per me resta la favorita per lo scudetto. La cosa importante sarà il nostro atteggiamento: se giochiamo con testa e cuore possiamo battere tutti». Benitez ha poi sottolineato l’importanza di vincere una partita come questa, anche se non decisiva: «Dopo questa gara, ne mancheranno altre 26 alla fine. Certo, se dovessimo vincere sarebbe un segnale forte che ci darebbe ancor più fiducia». Alla luce di queste dichiarazioni, Conte non si è fatto scappare l’occasione di rispondere per le rime e anzi ha rincarato la dose: «Benitez dice che il Napoli è ancora al 75%: loro hanno i nostri stessi punti, vuol dire che quando saranno al 100% non ci sarà più partita in campionato…Il Napoli l'anno scorso è arrivato secondo, ha venduto Cavani per 60 milioni e ha fatto una campagna acquisti per 90 milioni: quindi se non vince lo scudetto quest'anno, Benitez non ha fatto niente». Il tecnico bianconero, poi, ribadisce che il pareggio non servirebbe a niente e che le due contendenti puntano solo alla vittoria: «Spero vinca chi ha espresso il miglior calcio. Noi e il Napoli vogliamo fare la partita, giocarcela, dovremo essere bravi a superarci: nessuna delle due squadre parte con l'intenzione di pareggiare».
Per quanto riguarda le formazioni, i padroni di casa dovranno rinunciare a Chiellini (noie muscolari) e a Caceres, impegnato con la sua nazionale nello spareggio contro la Giordania, valido per la qualificazione al Mondiale 2014. Conte dovrà quindi ricorrere al 3-5-2, con il reparto difensivo composto dal trio Barzagli, Bonucci e Ogbonna, mentre a centrocampo ci sarà un leggero turnover per dare un po’ di riposo a chi, ultimamente, ha giocato di più, come Marchisio. Confermato comunque il terzetto Vidal, Pirlo, Pogba, mentre sulla fasce toccherà a Isla e Asamoah. In attacco, invece, confermata la coppia Tevez-Llorente, con lo spagnolo in netta crescita.
Sul fronte Napoli, invece, Benitez può contare sul pieno recupero di Higuain che sarà supportato dal trio Callejon-Hamsik-Insigne (quest’ultimo favorito su Mertens). In difesa, invece, confermata la coppia Fernandez-Albiol, mentre sugli esterni, vista l’indisponibilità di Zuniga e Mesto, al tecnico spagnolo non resta che puntare su Armero e Maggio.
Per concludere, ecco quindi le probabili formazioni che questa sera scenderanno in campo a Torino:

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Ogbonna; Isla, Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah; Tevez, Llorente. All. Conte.
A disposizione: Storari, Robinho, Peluso, Motta, Padoin, Marchisio, De Ceglie, Quagliarella.

NAPOLI (4-2-3-1): Reina; Maggio, Albiol, Fernandez, Armero; Inler, Behrami, Callejon, Hamsik, Insigne; Higuain. All. Benitez.
A disposizione: Rafael, Colombo, Cannavaro, Uvini, Bariti, Radosevic, Dzemaili, Mertens, Pandev, Zapata, Britos.

[Immagine tratta da spaziocalcio.it]