Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus sulle Multiple del 300% Info Bonus
Betway 20€ Bonus Benvenuto Scommesse su 2 depositi + 5€ Ogni Settimana Info Bonus
Casinomania Fino a 75€ Bonus Scommesse Rilasciati a Scaglioni di 5€ Info Bonus
888sport Bonus Benvenuto Scommesse fino a 100€ – Codice: ITALIA Info Bonus
SNAI 5 euro gratis + fino a 300€ sul primo deposito Info Bonus
William Hill 35€ Subito + 200€ Sul Primo Deposito – Codice: ITA235 Info Bonus
Luis Muriel Fiorentina

La partita forse più spettacolare ed imprevedibile del campionato fino a questo momento è andata in scena questo pomeriggio al Franchi, con Fiorentina e Sampdoria che hanno pareggiato per 3-3. Viola migliori nel complesso con due gol strepitosi di Muriel, ma i blucerchiati hanno risposto colpo su colpo (anche grazie all’espulsione di un folle Edimilson Fernandes) con una splendida punizione di Ramírez e la doppietta nel finale di Quagliarella che sembrava aver deciso il match. Tuttavia, all’ultimo minuto disponibile è arrivato il pareggio meritato di Pezzella in mischia.

Pioli sceglie l’attacco pesante con Muriel e Simeone insieme dal primo minuto con Chiesa, in mediana Veretout ha ai lati Gerson ed Edimilson Fernandes, mentre è confermata la solita linea difensiva. Giampaolo punta su Ramírez alle spalle di Quagliarella e Caprari, dietro confermato Sala come terzino destro, invece a centrocampo occasione per Jankto con Ekdal e Praet.

PRIMO TEMPO

I primi minuti sono di equilibrio, anche se la Fiorentina è la prima a prendere con costanza l’iniziativa, come dimostrano le due buone occasioni create a cavallo del 10′, ma prima Edimilson e poi Chiesa sono imprecisi nella conclusione e calciano a lato. Gli uomini di Giampaolo faticano moltissimo soprattutto nell’impostazione dal basso e così non guadagnano mai campo per attaccare le linee avversarie. Al 28′ prova ad accendersi anche Muriel che si aggiusta il pallone sul destro e cerca il palo lungo, ma il suo tiro termina alto. La Sampdoria si vede dalle parti di Lafont un minuto più tardi, quando Caprari recupera palla e serve Ramírez, cross teso sul secondo palo per Quagliarella che in spaccata non riesce a mettere in rete. L’equilibrio rimane comunque sostanziale, ma al minuto 34 si spacca: strepitosa azione personale a sinistra di Luis Muriel che penetra nelle linee blucerchiate, caracollando arriva in area di rigore e poi con il mancino beffa Audero in uscita per uno splendido primo gol nella sua nuova avventura in Serie A. I viola sembrano in pieno controllo, ma al 39′ Edimilson Fernandes fa un intervento completamente senza senso a metà campo, Di Bello estrae il secondo giallo e poi il rosso, lasciando i padroni di casa in dieci. Problemi per la Fiorentina che arrivano subito, perché prima Jankto non trova la porta dopo una brutta respinta di Lafont e poi Gastón Ramírez firma una punizione bellissima dai venti metri che bacia il palo interno prima di spegnersi alle spalle del portiere per l’1-1.

SECONDO TEMPO

Pioli ridisegna i suoi con l’inserimento di Dabo per Simeone e la mossa funziona molto bene, perché la Sampdoria si riscopre clamorosamente sterile in avanti, non riuscendo mai ad impensierire Lafont. I blucerchiati portano tutti i propri elementi nella metà campo avversaria e lasciano spazi per le ripartenze, anche se i padroni di casa difficilmente riescono ad innescare i propri uomini con maggiore qualità. Almeno fino al 70′, quando va in onda la seconda parte dello show di Luis Muriel: dribbling di tacco con tunnel su Andersen nella propria metà campo, progressione irresistibile con Murru saltato in campo aperto e, di fronte ad Audero, il colombiano non sbaglia, firmando così una doppietta semplicemente favolosa. Giampaolo si gioca anche la carta Gabbiadini ma la manovra offensiva dei suoi è senza la giusta velocità per arrivare alla conclusione pericolosa. Tuttavia, la Fiorentina mostra i soliti limiti mentali con Vitor Hugo che tocca nettamente di mano un passaggio di Saponara, Di Bello non ha dubbi ed assegna il rigore. Dagli undici metri va Fabio Quagliarella che batte Lafont, firma il pareggio e va a segno per la decima partita consecutiva. Gli uomini di Pioli accusano il colpo e prendono paura, tanto da venire puntualmente puniti all’85’, quando Fabio Quagliarella si inventa uno stop magnifico al limite dell’area, resiste all’assalto di Milenković e poi batte Lafont per il suo gol numero 141 in Serie A, che gli vale l’aggancio a Montella. La partita sembra decisa ma nel terzo ed ultimo minuto di recupero mischia tremenda nell’area blucerchiata, Chiesa crossa, deviazione e Germán Pezzella in spaccata decreta il 3-3 finale che fa esplodere il Franchi. Pareggio finale che non rende felice nessuna delle due, perché la Fiorentina manca l’avvicinamento alla zona Europa League, mentre la Sampdoria viene scavalcata dall’Atalanta.

FIORENTINA-SAMPDORIA 3-3 – IL TABELLINO

Fiorentina (4-3-3): Lafont; Milenković, Ge. Pezzella, Vitor Hugo (86′ Mirallas), Biraghi; Gerson, Veretout, Edimilson Fernandes; Chiesa, Simeone (46′ Dabo), Muriel (77′ Laurini).
Sampdoria (4-3-1-2): Audero; Sala, Tonelli, Andersen, Murru; Praet, Ekdal, Jankto (74′ Gabbiadini); Ramírez (46′ Saponara); Quagliarella, Caprari (69′ Defrel).
Arbitro: Marco Di Bello
Ammoniti: Milenković, Biraghi, Vitor Hugo, Veretout (F); Ekdal, Jankto, Ramírez, Murru (S)
Espulsi: 39′ Edimilson Fernandes(F)
Reti: 34′, 70′ Muriel, 93′ Pezzella (F); 44′ Ramírez, 81′, 85′ Quagliarella (S)

[Immagine presa da twitter.com]