Il Torino pensa di averla vinta, poi rimonta Verona: da 0-3 a 3-3!

0

Verona-Torino, anticipo delle 12.30 in Serie A, ha un andamento incredibile. I granata vanno sullo 0-3 a mezz’ora dalla fine, ma i gialloblù reagiscono e pareggiano 3-3. L’Hellas la riprende coi sostituti.

Il Torino butta via una vittoria che sembrava già sua, il Verona festeggia per la rimonta da 0-3 a 3-3. Al 24’ gran giocata di Rincón e cross dal fondo che Berenguer trasforma nello 0-1, ma il pallone è uscito: gol annullato dal VAR. Tutto buono invece al 36’, quando Berenguer in mezzo a quattro con una giocata pazzesca serve Verdi, assist sulla sinistra e gran mancino di Cristian Ansaldi sotto l’incrocio. Il Verona prova a modificare la situazione con due cambi all’intervallo, ma viene punito al 55’: capolavoro di Álex Berenguer, che fugge sulla fascia sinistra, salta due volte Rrahmani e poi è anche fortunato sul suo tiro a trovare una deviazione e la sponda sul palo. Al 61’ Cristian Ansaldi raccoglie un pallone vagante e di sinistro di controbalzo beffa Silvestri, addirittura doppietta dell’argentino. Torino col successo in cassaforte? Ovviamente no. Anzi, fa l’errore di pensare di averla già vinta. Ivan Juric per disperazione dopo lo 0-3 mette Giampaolo Pazzini, che al 69’ trasforma centralmente un rigore concesso per tocco di mano di Bremer (dato col VAR). Lo stesso attaccante, al 76’, si gira e di destro prende il palo, arriva Valerio Verre sulla ribattuta e accorcia ulteriormente le distanze. Quando si riprende il gioco Nkoulou scivola perdendo palla, Mariusz Stępiński si invola verso la porta ma incredibilmente calcia sull’esterno della rete. Il polacco però all’84’ ha un’altra chance sugli sviluppi di una punizione, con Aina che sbaglia il fuorigioco, e la sfrutta di sinistro: 3-3! Il risultato non cambia più, come una vittoria per il Verona.

[Immagine presa da twitter.com]