Il Napoli si inceppa con il Torino, azzurri bloccati sullo 0-0

0

Sulla carta era una grande occasione per guadagnare punti su Inter e/o Juventus, ma il Napoli è rimasto di nuovo al palo, bloccato sullo 0-0 dal Torino nel primo posticipo della settima giornata di Serie A. Azzurri che hanno iniziato con buon ritmo il match, ma dopo i primi sussulti sono andati in difficoltà contro l’organizzazione e il pressing granata, tanto da non costringere Sirigu a un intervento per tutto il secondo tempo.

Mazzarri sceglie la qualità di Lukić in mezzo al campo con Baselli e Rincón, mentre in avanti l’ex Verdi è a supporto di Belotti con Lyanco come terzo di sinistra in difesa. Ancelotti punta su Lozano in tandem con Mertens nel reparto avanzato, dietro c’è Hysaj terzino sinistro con Fabián Ruiz e Insigne esterni.

PRIMO TEMPO

Il Napoli inizia in pressione la partita, cercando di incanalarla subito sui binari giusti. Così nasce la prima occasione al 10′, quando addirittura Luperto si porta in avanti in impostazione, poi Fabián Ruiz calcia dal limite dell’area, ma Sirigu è bravo in tuffo e allunga la conclusione oltre il palo. Gli uomini di Ancelotti spingono e mantengono il possesso di palla, ma il Torino regge bene la pressione e non concede grandi opportunità, soprattutto grazie ai tre centrali molto concentrati. Al 24′ prova ad accendersi Insigne a sinistra che lancia per l’inserimento di Fabián Ruiz a centro area, ma lo spagnolo non arriva sul pallone per un soffio. Quattro minuti dopo altro squillo, stavolta di Mertens che riceve sul centrodestra dentro l’area di rigore, destro verso il palo lungo che termina a un soffio dall’incrocio dei pali. Il resto della prima frazione è fatto di lotta e contrasti, il terreno preferito degli uomini di Mazzarri che, infatti, non rischiano più nulla. Anzi, nel terzo minuto di recupero hanno anche la palla-gol per il vantaggio: corner da sinistra respinto, sul pallone arriva Ansaldi che calcia di prima intenzione e ci vuole un grande Meret a deviare.

SECONDO TEMPO

La brutta notizia per il Napoli è che anche il secondo tempo diventa fin da subito terreno di caccia per il Torino, che con il passare dei minuti acquisisce anche maggior fiducia nel possesso palla, iniziando ad avere addirittura dominio territoriale per lunghi tratti. Al 49′ Ansaldi si crea lo spazio per il cross sul secondo palo dove si inserisce Rincón, colpo di testa che Meret controlla in due tempi. Ancelotti prova a cambiare con Callejón e Llorente, ma il canovaccio resta lo stesso, con Belotti che cerca anche la grande firma al 68′ in rovesciata sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ma la sua acrobazia termina fuori. Un minuto dopo sussulto degli azzurri con Di Lorenzo che crossa da destra, Llorente è tutto a centro area, ma di testa manda incredibilmente sopra la traversa. Gli ultimi venti minuti sono di volontà per gli uomini di Ancelotti, che però non riescono a creare nuovi pericoli dalle parti di Sirigu. Termina così 0-0 con il Napoli che si inceppa di nuovo e sale a quota tredici punti, a -3 dall’Atalanta terza in classifica. Buona prova per il Torino, che non perde il ritmo di quelle davanti e si candida anche quest’anno per lottare per un posto in Europa League.

TORINO-NAPOLI 0-0 – IL TABELLINO

Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Lyanco; Ansaldi, Rincón, Baselli (71′ Meïté), Lukić (83′ Aina), Laxalt; Verdi (88′ Iago Falque), Belotti.
Napoli (4-4-2): Meret: Di Lorenzo, Manolas, Luperto, Hysaj (34′ Ghoulam); Fabián Ruiz, Allan, Zieliński, Insigne (67′ Llorente); Lozano (61′ Callejón), Mertens.
Arbitro: Daniele Doveri
Ammoniti: Lukić (T); Lozano, Luperto (N)
Reti:

[Immagine presa da twitter.com]