Il Napoli sbatte su un grande Lafont e spreca, con la Fiorentina è 0-0

0

Niente da fare per il Napoli nel primo anticipo del sabato della ventitreesima giornata di Serie A, con gli azzurri che sono stati bloccati sullo 0-0 dalla Fiorentina. Gli uomini di Ancelotti hanno pagato soprattutto i molti errori sottoporta dei propri uomini chiave (Insigne, Mertens e Milik su tutti) con un Lafont che ha sfoderato una prestazione veramente notevole. Viola che si prendono un pari che serve più per il morale che per la classifica.

Pioli sorprende e passa al 3-5-2 con Hancko e Ceccherini ai lati di Pezzella, Dabo e Biraghi sono i due esterni a tutta fascia con Veretout in cabina di regia, mentre in avanti Chiesa affianca Muriel. Ancelotti sceglie Mertens come partner offensivo di Insigne, a centrocampo rientra Fabián Ruiz dal primo minuto al fianco di Allan con Zieliński e Callejón esterni, invece dietro Hysaj è il terzino destro.

PRIMO TEMPO

La Fiorentina prova ad iniziare con grande ritmo, ma al primo affondo il Napoli sfiora il vantaggio: Veretout perde un pallone in uscita, Zieliński viene pescato sul secondo palo e calcia, Lafont respinge centralmente ed Insigne calcia incredibilmente fuori con il portiere a terra. Gli azzurri non sono molto brillanti nel palleggio, ma quando riescono a saltare il primo pressing sono letali con i viola che faticano a digerire il nuovo modulo. All’11’ gran cross di Ghoulam per il taglio di Mertens che calcia di prima, ma Lafont è bravo e respinge. La prima risposta dei padroni di casa arriva otto minuti più tardi, quando Gerson crossa dal fondo, Chiesa controlla e calcia con il mancino in diagonale, ma Maksimović riesce a sporcargli la conclusione. Ventidue minuti ed altra occasione enorme per gli uomini di Ancelotti con Mertens che si inventa un cross splendido per Callejón sul secondo palo, ma lo spagnolo manda alto da due passi con la porta spalancata. La Fiorentina non si scompone e ci riprova due volte a cavallo della mezz’ora: prima Chiesa appoggia per Veretout che lascia partire un destro terribile da dentro l’area, ma Meret è bravissimo e respinge; poi combinazione al limite dell’area tra Biraghi e Muriel che smarcano Chiesa, ma il suo destro si perde a lato. Al 36′ ultima occasione clamorosa del Napoli in questa prima frazione con Insigne che imbuca alto per Zieliński, torre che libera Mertens tutto solo con la porta di fronte, ma sul destro al volo del belga è di nuovo strepitoso Lafont a dirgli di no.

SECONDO TEMPO

La ripresa è più di lotta e meno di gioco rispetto al primo tempo, anche se il Napoli ha di nuovo un’occasione incredibile per trovare il vantaggio al 53′, quando Callejón si prende il fondo campo e crossa indietro per Zieliński che calcia, ma Lafont è di nuovo bravissimo e devia in corner. Il secondo tempo vede la Fiorentina faticare decisamente di più nel proporre gioco e così gli azzurri guadagnano la supremazia territoriale, ma trovando maggiori difficoltà ad attaccare la linea difensiva avversaria in spazi più stretti. Al 71′ allora è Fabián Ruiz a cercare il jolly per risolvere il match con un mancino da poco oltre i venti metri che non si perde lontano dall’incrocio dei pali. Nel finale moltissime interruzioni con i padroni di casa che perdono Mirallas per stiramento e poi con Pezzella costretto a rimanere in campo, spostato a fare l’attaccante, nonostante un problema abbastanza grave al ginocchio destro. Nel terzo minuto di recupero arriva un’altra grande occasione per gli uomini di Ancelotti: Callejón viene lanciato da Allan, cross sul secondo palo per Milik che arriva in spaccata e mette fuori da due passi. Il polacco prova poi a sfondare con un mancino di potenza dai venticinque metri che Lafont respinge con i pugni senza troppe difficoltà. Finisce così con uno 0-0 che non soddisfa nessuna delle due, perché la Fiorentina rimane distante tre punti dall’Atalanta settima che giocherà domani, mentre il Napoli rischia di vedere la Juventus fuggire di nuovo a +11.

FIORENTINA-NAPOLI 0-0 – IL TABELLINO

Fiorentina (3-5-2): Lafont; Ceccherini, Ge. Pezzella, Hancko (57′ Vitor Hugo); Dabo, Edimilson Fernandes, Veretout, Gerson (69′ Mirallas, 81′ Simeone), Biraghi; Chiesa, Muriel.
Napoli (4-4-2): Meret; Hysaj, Maksimović, Koulibaly, Mário Rui (6′ Ghoulam); Callejón, Allan, Fabián Ruiz, Zieliński; Mertens (62′ Milik), Insigne (77′ Verdi).
Arbitro: Gianpaolo Calvarese
Ammoniti: Dabo, Veretout (F); Ghoulam,Zieliński, Callejón, Maksimović(N)
Reti:

[Immagine presa da twitter.com]