Il Napoli rinvia lo scudetto alla Juventus con Koulibaly e Milik: 3-1 al Chievo

0

Ritorna alla vittoria dopo due settimane non semplici il Napoli che rinvia la certezza dello scudetto della Juventus grazie al successo sul Chievo. Partita non troppo impegnativa per gli azzurri, che hanno sbloccato al quarto d’ora con Koulibaly e poi hanno gestito i ritmi per il resto del match. Nella ripresa è poi arrivato il sigillo di Milik e la prima doppietta in campionato di Koulibaly, mentre nel finale è arrivato il gol della bandiera di Cesar per una squadra gialloblù che retrocede ufficialmente.

Di Carlo sceglie di spostare Giaccherini in mediana con Hetemaj e Dioussé per avere più qualità con Vignato alle spalle di Meggiorini e Stępiński, dietro tocca a Cesar giocare insieme ad Andreolli. Ancelotti sceglie i big ed un ibrido tra il 4-4-2 ed il 3-4-2-1 con Hysaj che fa la spola tra essere terzino destro ed il terzo centrale e con Insigne che si accentra molto vicino a Milik e Mertens.

PRIMO TEMPO

Il Napoli non inizia di nuovo a grandi ritmi, limitandosi a controllare ed a non farsi sorprendere dalle prime iniziative offensive del Chievo. Gli azzurri, tra l’altro, riescono a mettere in discesa la partita al 15′: corner da sinistra di Mertens che calcia sul primo palo, Kalidou Koulibaly sovrasta tutti fisicamente ed incorna alle spalle di Sorrentino la sua prima rete in questa Serie A. Con il vantaggio acquisito gli ospiti prestano attenzione soprattutto a non disperdere energie in vista di giovedì prossimo, pur sfiorando il raddoppio prima con Chiricheș su calcio piazzato, colpo di testa dal limite dell’area piccola a lato, poi con un cross di Fabián Ruiz per Milik che manda alto sopra la traversa. Gli uomini di Di Carlo provano comunque a giocare una partita dignitosa, anche se soluzioni offensive faticano ad arrivare e così l’ultimo brivido della prima frazione porta la firma di Fabián Ruiz con un mancino dai venti metri che non termina lontano dalla porta di Sorrentino.

SECONDO TEMPO

Anche la ripresa continua con lo stesso canovaccio della prima frazione, con il Napoli concentrato a risparmiare le energie ed a non far rientrare in partita gli avversari. Al 62′ si accende anche Insigne che combina in maniera splendida con Milik, il capitano supera il diretto avversario con il tocco sotto e poi serve il polacco al centro, ma il centravanti calcia ad un soffio dal palo. La rete per Arkadiusz Milik è comunque soltanto rinviata di due minuti, quando l’ex Ajax controlla sui venti metri e poi piazza con l’interno del mancino dove Sorrentino non arriva per il 2-0. Gli azzurri iniziano a giocare sul velluto e chiamano all’intervento Sorrentino per salvare su un bel controbalzo di Callejón su assist di Mertens. Il tris è soltanto rinviato all’81’ con Mertens che spizza sul primo palo su calcio d’angolo, Sorrentino respinge, ma sul pallone si precipita ancora Kalidou Koulibaly che scaraventa in rete con il mancino la doppietta personale. La partita termina praticamente qua, con Sorrentino chiamato di nuovo ad un buon intervento per negare il poker a Mertens e con la rete della bandiera per i gialloblù con Boštjan Cesar che salta più in alto su tutti ed infila alle spalle di Ospina l’1-3 finale. Il Napoli torna così al successo in Serie A e rinvia almeno di una settimana la festa scudetto della Juventus, preparando anche discretamente la sfida di ritorno contro l’Arsenal. Il Chievo, invece, retrocede matematicamente in Serie B.

CHIEVO-NAPOLI 1-3 – IL TABELLINO

Chievo (4-3-1-2): Sorrentino; Depaoli, Cesar, Andreolli, Barba; Hetemaj, Dioussé, Giaccherini; Vignato (67′ Léris); Meggiorini (74′ Grubac), Stępiński (80′ Kiyine).
Napoli (4-4-2): Ospina; Hysaj, Chiricheș, Koulibaly, Ghoulam; Callejón (81′ Verdi), Zieliński, Fabián Ruiz (73′ Younes), Insigne (67′ Allan); Mertens, Milik.
Arbitro: Federico La Penna
Ammoniti:
Reti: 90′ Cesar (C); 15′, 81′ Koulibaly, 64′ Milik (N)

[Immagine presa da twitter.com]