Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus

Non termina la striscia positiva del Milan che stavolta, col minimo sforzo, si prende i tre punti grazie a un goal di Bonaventura contro una Sampdoria tra le più brutte della stagione.

Gattuso va col doble pivote, Biglia e Montolivo, e conferma Cutrone al centro dell’attacco, Giampaolo ritrova Ramírez e dà fiducia a Murru nel ballottaggio con Strinić per la corsia mancina.

PRIMO TEMPO

Dopo cinque minuti subito il primo check point della gara: cross di Calabria e Murru col braccio largo costringe Doveri a fischiare il rigore, Rodríguez va sul dischetto ma Viviano lo ipnotizza e si resta sullo zero a zero; ma il risultato regge per altri sei minuti: il Milan non molla la presa, soprattutto sulla propria corsia di destra dove Murru dimostra notevole imbarazzo, ancora Calabria arriva al cross e Bonaventura in corsa trafigge Viviano, stavolta tutt’altro che impeccabile. Il vantaggio rossonero addormenta la gara, il Milan continua a provarci sia con Cutrone che con Suso ma con poca mira e la Samp non riesce a creare nulla; sul finale di tempo il Milan trova il goal del raddoppio con Bonucci, di testa su una palla bellissima di Hakan Çalhanoğlu, ma il VAR giustamente annulla per evidente fuorigioco.

SECONDO TEMPO

Protagonista di avvio secondo tempo per il Milan è Hakan Çalhanoğlu che prima si costruisce un tiro dalla sua mattonella e per poco non butta giù la traversa e poi da calcio piazzato mette un pallone teso in area che nessuno tocca sfiorando palo e raddoppio. Il proscenio poi è tutto per Cutrone che, con un gesto tecnico abbacinante, gira in rovesciata un cross sporco di Rodríguez accarezzando la traversa, ma è evidente come la Sampdoria non sia nella sua miglior serata, incapace di reagire a un Milan non irresistibile ma nettamente superiore. A venti dalla fine Giampaolo esaurisce i cambi e prova a dar la sveglia con Caprari trequartista e Kownacki accanto a Quagliarella, ma è ancora Suso a impegnare Viviano con un sinistro forte ma centrale; Hakan Çalhanoğlu non chiude ancora la saracinesca dei suoi numeri e, in coppia con il neoentrato André Silva che gli serve un triangolo di testa rasoterra, lascia andare un altro destro infuocato che Viviano vola per deviare in corner. Il portiere della Samp si esalta ancora nel finale su un diagonale di Calabria, servito da un ottimo André Silva, ma nel finale per poco il Milan non butta via tutto: ripartenza veloce dei blucerchiati con la squadra di Gattuso sbilanciata, cross di Quagliarella verso il secondo palo e Caprari, di stinco, si sbrana un goal che sembrava già fatto.

Tre punti fondamentali per il Milan che porta a dieci i risultati positivi e dimostra di aver assorbito senza conseguenze la trasferta bulgara; brutta invece questa Samp di Giampaolo che oggi è apparsa decisamente in ombra perdendo tutti i duelli, soprattutto nella propria corsia sinistra. Ora due sfide fondamentali per entrambe nella corsa all’Europa: il Milan volerà all’Olimpico a sfidare la Roma, la Samp in casa con l’Udinese di Oddo che si gioca le ultime chance di restare aggrappata al treno.

TABELLINO

MILAN (4-3-3): Donnarumma G. – Calabria, Bonucci, Romagnoli, Rodríguez – Montolivo (85′ Locatelli), Biglia, Bonaventura – Suso, Cutrone (72′ André Silva), Hakan Çalhanoğlu. Allenatore: Gattuso.
SAMPDORIA (4-3-1-2): Viviano – Bereszyński, Silvestre, Ferrari, Murru – Barreto (54′ Verre), Torreira, Linetty – Ramírez (71′ Kownacki) – Quagliarella, Zapata (53′ Caprari). Allenatore: Giampaolo.

ARBITRO: Doveri di Roma 1.

GOAL: 13′ Bonaventura (M).

AMMONITI: 39′ Linetty (S), 53′ Ferrari (S), 70′ Bonaventura (M), 78′ Verre (S).

[Foto da www.ansa.it]