Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus sulle Multiple del 300% Info Bonus
Betway 20€ Bonus Benvenuto Scommesse su 2 depositi + 5€ Ogni Settimana Info Bonus
Casinomania Fino a 75€ Bonus Scommesse Rilasciati a Scaglioni di 5€ Info Bonus
888sport Bonus Benvenuto Scommesse fino a 100€ – Codice: ITALIA Info Bonus
SNAI 5 euro gratis + fino a 300€ sul primo deposito Info Bonus
William Hill 35€ Subito + 200€ Sul Primo Deposito – Codice: ITA235 Info Bonus
Gervinho Juventus-Parma

La doppietta di Cristiano Ronaldo non basta a una Juventus ancora una volta disattenta in difesa: il Parma rimonta da 3-1 a 3-3 e con una doppietta di Gervinho strappa un pareggio all’Allianz Stadium al 93′.

Ma allora qualcosa nel meccanismo apparentemente perfetto della Juventus si è inceppato davvero. Dopo i tre gol subiti a Bergamo, costati l’eliminazione in Coppa Italia, e la vittoria di domenica scorsa sulla Lazio, arrivata però nel finale dopo una prestazione negativa, la prima settimana difficile della stagione bianconera si chiude con una rarissima rimonta subita, perché mai era successo che la capolista quest’anno buttasse via un doppio vantaggio. Il Parma ha confermato le difficoltà difensive juventine, e se è vero che per la prima volta dall’11 marzo 2012 è mancata la BBC (Massimiliano Allegri, perso anche Medhi Benatia, ha dovuto reinventarsi la coppia centrale col nuovo debutto – non certo entusiasmante – di Martín Cáceres) la mancanza del trio che ha tenuto in piedi la difesa della Juventus nel suo lunghissimo ciclo vincente non può essere l’unico motivo per le molteplici disattenzioni nel pacchetto arretrato, che hanno permesso a un volenteroso Parma di giocarsela sino in fondo e trovare un insperato pareggio. Non è bastato nemmeno il solito Cristiano Ronaldo, salito in testa alla classifica marcatori con la doppietta di stasera (diciassette gol in attesa che Duván Zapata possa rispondere lunedì a Cagliari) e decisivo anche sul momentaneo 2-0 di Daniele Rugani, che ha sì segnato ma dietro è stato ai limiti del disastroso, scherzato da Roberto Inglese più volte (ultima in ordine cronologico l’azione del 3-3) e autore della deviazione sul colpo di tacco di Gervinho, nel primo dei due gol dell’ivoriano che nel terzo minuto di recupero ha fatto anche il memorabile pari. Roberto D’Aversa può trovare moltissime indicazioni confortanti, con i gialloblù che sono riusciti a farsi preferire per alcuni tratti del match in quella che doveva essere la trasferta più difficile del campionato, e stavolta la rimonta non è stata subita ma fatta.

PRIMO TEMPO

Il primo tiro in porta è del Parma, con Kucka che testa i riflessi del rientrante Perin senza troppi problemi, più pericoloso Scozzarella al 5’ con un tiro deviato e quasi all’incrocio. Primo squillo bianconero ovviamente con Cristiano Ronaldo, Sepe respinge male e in suo soccorso arriva Gagliolo a spazzare, poi ancora Kucka (21’) con un altro tiro da fuori respinto da Perin stavolta con maggiori difficoltà. Cresce la Juventus, al 28’ João Cancelo con un tiro-cross vede Sepe che respinge, poi Kucka anticipa Pjanić, al 34’ sempre dal centro-destra Khedira in mezzo a tre riesce a trovare lo spazio per il sinistro e becca il palo. Il gol è nell’aria e arriva due minuti dopo, Matuidi serve sulla sinistra Cristiano Ronaldo che rientra e tira con la deviazione di Iacoponi che sorprende Sepe, tutt’altro che perfetto. Nel finale Cáceres trattiene Iacoponi e cade, Giacomelli prende un abbaglio e dà un rigore inesistente che il VAR annulla, nel recupero Mandžukić pesca Cristiano Ronaldo che sfiora la doppietta con un diagonale di poco a lato alla sinistra di Sepe.

SECONDO TEMPO

Dagli spogliatoi non riemerge Douglas Costa, c’è Bernardeschi. Inizio propositivo del Parma, poi la Juventus torna a spingere e Khedira prende il secondo palo di serata, stavolta di testa su cross di Cristiano Ronaldo da sinistra. Sfortunatissimo il tedesco, comunque fra i più positivi, che al 61’ lo specchio lo prende in pieno (sempre su invito del portoghese) ma il suo destro è respinto stavolta bene in tuffo da Sepe. Come nel primo tempo alla Juventus basta spingere per qualche minuto di fila e il muro ospite crolla, al 62’ cross di Mandžukić da sinistra per Cristiano Ronaldo che sfiora soltanto, ma dietro di lui c’è Daniele Rugani che di sinistro firma il suo secondo gol consecutivo all’Allianz Stadium, dopo quello al Chievo. Partita finita? Tutt’altro, tempo due minuti e il Parma dimezza lo svantaggio con un gran cross da destra di Kucka per Antonino Barillà, che di testa in tuffo infila Perin dimenticato da Khedira e soprattutto João Cancelo. C’è però Cristiano Ronaldo a ristabilire le distanze, al 66’ cross di Mandžukić (grande ritorno da titolare, almeno fino al 93′) e colpo di testa del nuovo capocannoniere in solitaria della Serie A, che salta altissimo sovrastando Iacoponi e la mette lì dove Sepe non può arrivare. Il Parma però non demorde, al 71’ Inglese va via a Cáceres e incrocia di destro a lato, al 74’ Kucka con il secondo assist di serata mette in mezzo e Gervinho col tacco (e la decisiva deviazione di Rugani) fa 3-2. Inglese prova a prendersi la ribalta disorientando Rugani e calciando di sinistro senza beccare la porta, poi alza bandiera bianca Bernardeschi con Allegri che manda in campo Emre Can (e non Dybala, che non la prende benissimo). Nel terzo dei quattro minuti di recupero succede l’incredibile: Mandžukić protegge male il pallone sulla bandierina, il Parma recupera e Inglese salta ancora secco Rugani, crossa arretrato prendendo in controtempo la difesa della Juventus e Gervinho piega le mani a Perin per il clamoroso 3-3.

Il Napoli accorcia a -9 dopo il successo nel precedente anticipo contro la Sampdoria (3-0), la Juventus conferma di non essere nel suo miglior momento stagionale e la fortuna dei bianconeri è che l’Atlético Madrid è ancora distante diciotto giorni, c’è il tempo per riprendersi ma i sei gol presi fra mercoledì e stasera sono un campanello d’allarme da non sottovalutare. Il Parma veniva dal tracollo con la SPAL (da 2-0 a 2-3), ma ora è del tutto dimenticato.

JUVENTUS-PARMA 3-3 – IL TABELLINO

Juventus (4-3-3): Perin; João Cancelo, Rugani, Cáceres, Spinazzola; Khedira (79’ Bentancur), Pjanić, Matuidi; Douglas Costa (46’ Bernardeschi, 86’ Emre Can), Mandžukić, Cristiano Ronaldo. Allenatore: Allegri
Parma (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Bastoni, Gagliolo; Kucka (86’ Sprocati), Scozzarella (76’ Štulac), Barillà; Biabiany (57’ Siligardi), Inglese, Gervinho. Allenatore: D’Aversa
Arbitro: Piero Giacomelli della sezione di Trieste (Paganessi – Gori; Piscopo; VAR Chiffi; A. VAR Di Iorio)
Reti: 36’, 66’ Cristiano Ronaldo, 62’ Rugani, 64’ Barillà (P), 74’, 93′ Gervinho (P)
Ammoniti: Barillà, Scozzarella (P), Emre Can (J)

[Immagine presa da twitter.com]