Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus sulle Multiple del 300% Info Bonus
Betway 20€ Bonus Benvenuto Scommesse su 2 depositi + 5€ Ogni Settimana Info Bonus
Casinomania Fino a 75€ Bonus Scommesse Rilasciati a Scaglioni di 5€ Info Bonus
888sport Bonus Benvenuto Scommesse fino a 100€ – Codice: ITALIA Info Bonus
SNAI 5 euro gratis + fino a 300€ sul primo deposito Info Bonus
William Hill 35€ Subito + 200€ Sul Primo Deposito – Codice: ITA235 Info Bonus

La Roma vince anche a Udine, 1-2 con le reti di Edin Džeko e Alessandro Florenzi, guadagnando altri due punti sulla Fiorentina che si fa raggiungere in casa nel finale dal Verona. Pesante contestazione dei tifosi dell'Udinese.

 

L'assalto di Fiorentina e Inter è rispedito al mittente, e anzi il terzo posto è sempre più blindato. La Roma fa otto vittorie consecutive in campionato e dà una risposta di spessore a chi pensava che dopo la sconfitta di Madrid potesse esserci un calo. I giallorossi hanno dimenticato in fretta l'eliminazione dalla Champions League e soprattutto i tanti gol sbagliati, battendo senza troppe difficoltà (e senza nemmeno sprecare troppe energie) un'Udinese allo sbando. Difficile definire la prova dei friulani, mai realmente in partita se non per un palo colpito da Duván Zapata a inizio ripresa (appena entrato, non si capisce perché quasi mai venga impiegato da titolare), con il contestatissimo e sfiduciato Colantuono che ha schierato in campo un 4-5-1 senza né capo né coda andato in difficoltà dal fischio d'inizio. Il vantaggio di Edin Džeko al quarto d'ora, un altro che si è riscattato per la chance fallita al Bernabéu, è stato l'inevitabile risultato di un primo tempo dominato dalla banda di Spalletti, che avrebbe potuto fare molti gol prima dell'intervallo ma invece ha aspettato il 74' per chiudere la pratica, con un gioiello di Florenzi. I giallorossi arrivano allo scontro diretto con l'Inter con un rassicurante +5 sulle avversarie e la possibilità di escluderle quasi definitivamente dalla lotta per la Champions League, mentre l'Udinese nonostante il gol dell'1-2 di Bruno Fernandes continua a dare segnali negativi in lotta salvezza.

PRIMO TEMPO

Già dai primi minuti si capisce come la Roma ne abbia molto di più rispetto all'Udinese, dopo centoventi secondi cross di El Shaarawy e colpo di testa di Džeko bloccato in due tempi da Karnezis, all'11' Salah fa proseguire per Perotti destro sul primo palo e il portiere mette in angolo. Il vantaggio è questione di attimi, al quarto d'ora Salah prolunga verso Edin Džeko, i difensori friulani dormono, Karnezis si butta con netto anticipo e per il bosniaco è facilissimo segnare lo 0-1, suo settimo gol in campionato. Uno svarione di Widmer quasi permette a El Shaarawy di raddoppiare ma il destro dell'ex Milan finisce a lato, l'Udinese è inguardabile e l'unico tiro lo fa al 32' con un sinistro da fuori di Théréau messo in corner da Szczesny. Roma padrona del campo.

SECONDO TEMPO

Entra Zapata per Edenílson e l'Udinese finalmente crea qualcosa: discesa di Fernandes sulla destra, assist arretrato per Théréau e conclusione dal limite deviata in corner, dalla battuta dalla bandierina colpo di testa di Duván e palla sul palo con Szczesny inmobile. La Roma è sorpresa dal rientro in campo vivace dei bianconeri e ne subisce l'iniziativa, ci mette ben venti minuti la formazione ospite per risistemarsi e lo fa con due tiri in un minuto da fuori di El Shaarawy e Perotti bloccati da Karnezis. L'ingresso di Pjanic è fondamentale, il bosniaco appena entrato si presenta alla partita servendo un gran pallone ad Alessandro Florenzi che però fa ancora meglio con primo tocco sopraffino per eludere l'intervento di Felipe e secondo di punta per battere Karnezis, un gol bellissimo del laterale giallorosso che vale lo 0-2. A sei minuti dal 90' Bruno Fernandes in diagonale su sponda di Zapata riesce a riaprire la partita, ma di tempo per pareggiare non ce n'è anche perché il recupero è di soli due minuti.

I tanti tifosi della Roma accorsi al Friuli festeggiano due volte al fischio finale, perché in contemporanea arriva anche il pareggio del Verona a Firenze con Eros Pisano che spedisce i giallorossi a +5 sulla Fiorentina, raggiunta dall'Inter prossimo avversario sabato prossimo all'Olimpico. Anche per l'Udinese c'è una buona notizia dopo la fine, con il gol del Carpi che evita al Frosinone di fare punti e tiene i friulani quattro punti sopra la zona retrocessione, ma il calendario per Colantuono (sempre che rimanga in panchina, cosa tutt'altro che scontata visto anche quanto aveva detto il patron Pozzo in settimana) è pessimo perché ora ci sono Sassuolo e, dopo la sosta, Napoli. I tifosi intanto insorgono: dopo l'ingresso posticipato per contestare la squadra duro battibecco a fine partita con i giocatori, specialmente Danilo.

IL TABELLINO

Udinese (4-5-1): Karnezis; Widmer, Danilo, Felipe, Ali Adnan; Edenílson (46' D. Zapata), Agyemang-Badu (78' Kuzmanovic), Lodi, Hallfreðsson, Fernandes; Théréau (73' Matos). Allenatore: Colantuono
Roma (4-2-3-1): Szczesny; Florenzi, Manolas, Zukanovic, Digne; S. Keita, Nainggolan; Salah (91' Strootman), Perotti, El Shaarawy (70' Pjanic); Džeko. Allenatore: Spalletti
Arbitro: Paolo Silvio Mazzoleni della sezione di Bergamo (Manganelli – De Pinto; Preti; Gervasoni – Pinzani)
Reti: 15' Džeko, 74' Florenzi, 85' Fernandes (U)
Ammoniti: Nainggolan, S. Keita, Džeko (R), D. Zapata, Danilo (U)

[Immagine presa da corrieredellosport.it]