Fuga del Napoli, battuta la Sampdoria 3-2 e primato sempre più azzurro

0
Il Napoli batte 3-2 la Sampdoria

Inaspettato scivolone dell’Inter contro il Sassuolo che permette agli azzurri di andare a +5 sui nerazzurri. La Sampdoria si è dimostrata una squadra tosta da battere, ma alla fine l’ha spuntata il Napoli con il risultato di 3-2.

Maurizio Sarri punta a battere una Sampdoria di Marco Giampaolo in crisi che non vince dal 19 novembre. La partita si dimostra difficile, i blucerchiati vanno due volte in vantaggio al San Paolo, con Ramírez e l’ex Quagliarella su rigore. I padroni di casa però trovano la forza di reagire e trovano anche uno sbloccato capitano Marek Hamšík che segna la sua seconda rete consecutiva e si porta a 116 nella classifica dei marcatori azzurri, superando Diego Armando Maradona. Grossa tensione nel finale, ma alla fine i tifosi vedono il loro Napoli ottenere gli ultimi tre punti in casa di questo 2017.

PRIMO TEMPO

Inizio gara amaro per il Napoli: su punizione l’ex Bologna Gastón Ramírez fa partire un missile che spiazza tutti, Reina in primis.. 9′ di gara ed è Callejón che spreca l’occasione del pareggio: al volo punta all’angolino destro ma Viviano smanaccia in corner. Poco dopo, ancora Napoli, arriva il pareggio grazie ad Allan, sontuoso e provvidenziale in questo primo frangente. Il brasiliano, su un rimpallo del tiro potente di Callejón, è il più lesto in mezzo al mucchio e con un semplice tocco è 1-1. Al 25′ Insigne sfiora la rimonta con un destro a giro tenta di sorprendere Viviano ma quest’ultimo si tuffa e devia via. Poi pasticcio di Hysaj che commette un fallo netto ai danni di Fabio Quagliarella, lo stesso calcia il rigore assegnato, destro secco ed è 1-2 al 27′. Ancora Napoli che risponde prontamente alla Samp, Lorenzo Insigne su assist del belga Mertens, riceve e con il sinistro sigla il pareggio. Al 39′ finalmente ritorna a segnare in casa il capitano, Marek Hamšík, grazie ancora ad un assist del belga, da fuori area con un tiro secco, insacca la rete e firma la rimonta completata.

SECONDO TEMPO

Ripresa per niente ai livelli del primo tempo, i blucerchiati calano di ritmo ed Napoli gestisce il vantaggio. Solo Quagliarella impensierisce il Napoli, come al 75′ quando sfiora la traversa alta dopo aver ricevuto da centrocampo un filtrante. Al 77′ arriva l’espulsione evitabile di Mário Rui che dovrà così saltare la sfida contro il Crotone che chiuderà il 2017. Finisce così per il Napoli che vola a 45 punti e può aspettare senza preoccupazioni il match di stasera fra Juventus e Roma.

[Immagine presa da twitter.com]