Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus

Una fuori serie chiamata Atalanta sorpassa la Fiorentina dopo il vantaggio di Muriel e si riaggancia al trenino europeo alimentando grandi sogni.

Rispetto a mercoledì, Gasperini lascia fuori Tolói e Hateboer, ritrova Freuler e dà spazio a Castagne sulla destra; Pioli invece propone una difesa a tre con il ritorno di Pezzella, Laurini largo a destra e, al centro con Veretout, c’è Fernandes.

PRIMO TEMPO

Nulla cambia rispetto a mercoledì e la Fiorentina fa subito capire il livello dello spettacolo: de Roon sbaglia il retropassaggio e serve Muriel, dribbling ubriacante su Djimsiti e sassata sul secondo palo che manda avanti la Viola dopo poco più di due minuti; l’Atalanta potrebbe affondare ma a tenerla a galla ci pensa Gollini con una parata sul diagonale di Chiesa che salva il risultato. Da qui in poi, la partita cambia e la squadra di Gasperini cresce come una marea: la prima avvisaglia arriva dal Papu che costringe due volte in corner Lafont, poi la giocata di furbizia e di fortuna che rimette tutto in equilibrio quando proprio Gómez batte a sorpresa una punizione servendo Iličić, sinistro-destro e tiro deviato il tanto giusto da Veretout per beffare Lafont e fare uno a uno. La Fiorentina accusa il colpo ma si rialza e, quattro minuti dopo, avrebbe la palla per il nuovo vantaggio quando Simeone di potenza scappa sulla sinistra, il cross basso arma Laurini che calcia ma Gollini ancora una volta chiude tutto. La sgasata decisiva arriva proprio da Gómez, che pochissimo dopo ribalta la gara come una clessidra: ottimo recupero di palla con ripartenza dalla propria trequarti, sessanta metri palla al piede e destro fulminante sul primo palo che rovescia tutti i giochi. La Fiorentina sparisce e l’Atalanta avrebbe tre palloni per il tris ma Gómez con il suo destro stavolta non trova la porta, poi da corner Mancini trova la grandissima risposta di Lafont, non da meno nel super duello con Gollini, e Djimsiti invece trova solo la palla ma non il goal.

SECONDO TEMPO

L’Atalanta controlla la partita con una lucidità disarmante, sembra non soffrire mai e avere sempre un’accelerazione pronta in canna: aziona il turbo dal minuto dodici quando Iličić su punizione impegna ancora Lafont e poi dal corner Zapata non arriva sulla spizzata di Djimsiti; la Viola argina due volte ma alla terza crolla: numerissimo di tacco di Gosens per Gómez, cross al centro un filo lungo per Zapata ma raccolto da Castagne, contro cross e stavolta c’è Gosens solissimo che di testa infila in porta il tre a uno. La reazione della Fiorentina si stampa sulla traversa insieme al tiro a giro di Chiesa, poi si spegne sotto i colpi di un’Atalanta che ora diventa uno show: per due volte mette davanti a Lafont i suoi uomini, ma Gómez trova l’ennesima risposta del portiere francese e Freuler apre troppo il destro che gli scappa sul fondo. Non c’è più spazio per altro all’Atleti Azzurri d’Italia: la Fiorentina è durata dieci minuti, poi l’Atalanta è venuta sù travolgendo qualsiasi maglia verde incontrasse sul suo cammino; con le sconfitte di Inter e Roma, la squadra di Gasperini aggancia il trenino di Lazio e Torino e continua a credere in una rimonta Champions tutt’altro che impraticabile mentre la Fiorentina si stacca cinque punti dall’Europa League e abbandona definitivamente la corsa all’Europa dei grandi, ormai lontana undici punti.

TABELLINO

ATALANTA (3-4-1-2): Gollini – Mancini, Djimsiti, Masiello (48′ Palomino) – Castagne, de Roon, Freuler (87′ Hateboer), Gosens – Gómez – Iličić, Zapata (72′ Pašalić). Allenatore: Gasperini.
FIORENTINA (3-4-3): Lafont – Milenković, Pezzella (64′ Vitor Hugo), Ceccherini (84′ Pjaca) – Laurini (64′ Dabo), Fernandes, Veretout, Biraghi – Chiesa, Simeone, Muriel. Allenatore: Pioli.
ARBITRO: Marco Guida di Torre Annunziata.
GOAL: 2′ Muriel (F), 27′ Iličić (A), 33′ Gómez (A), 58′ Gosens (A).
AMMONITI: 5′ Ceccherini (F), 34′ Masiello (A), 41′ Freuler (A), 68′ de Roon (A), 80′ Veretout (F), 85′ Palomino (A).

[Foto da www.ecodibergamo.it]